domenica 9 marzo 2014

Chi c'è dietro l'ISIS in Siria ? La famiglia reale Saudita


Tradotto e Riadattato da Fractions of Reality

Il principe Abdul Rahman al-Faisal (R), il figlio del defunto re Faisal dell'Arabia Saudita e fratello dell'attuale ministro degli Esteri saudita, il principe Saud al-Faisal

Un membro dell'ISIS ( Stato Islamico dell'Iraq e del Levante) è stato catturato e ha rivelato che l'ISIS e altri gruppi militanti in Siria non solo sono supportati da un membro della famiglia reale saudita ma questo individuo in realtà dirige direttamente l'ISIS.

In un video di ammissione, il membro del ISIL ha detto che il gruppo radicale in realtà è guidato dal principe Abdul Rahman al-Faisal, figlio del defunto re Faisal dell'Arabia Saudita e fratello dell'attuale ministro degli Esteri saudita, il principe Saud al-Faisal , ha riferito giovedì il WorldNetDaily.

La rivelazione suggerisce un alto livello di coinvolgimento diretto della famiglia reale saudita in attività terroristiche, non solo in Siria ma anche in altri luoghi dove i militanti Takfiri operano.

Il terrorista catturato ISIL ha detto che il suo gruppo stava monitorando i movimenti del cosiddetto Esercito Siriano Libero, che costituisce la principale opposizione al governo siriano.

Questa rivelazione suggerisce che la leadership saudita è direttamente coinvolta nel finanziamento dei gruppi militanti, i quali hanno preso il sopravvento dell'opposizione dal momento che la FSA non è considerata in grado di spodestare il governo siriano.

Il prigioniero ha detto che i suoi ordini erano impartiti "dalla dirigenza dello Stato Islamico dell'Iraq e il Levante."

Quando gli è stato chiesto chi comandi nella leadership del ISIL, il militante catturato ha detto senza esitazione, "Il principe Abdul Rahman al-Faisal, che è anche conosciuto come Abu Faisal."

L'ISIL, noto anche come ISIS, è il ramo di al-Qaida in Iraq e in Siria. Il suo comandante di battaglia è Abu Bakr al-Baghdadi, che è considerato essere spietato ed è stato persino attaccato da altri gruppi militanti che non vedono di buon occhi questa rigidità che egli applica in battaglia.

La rivelazione che alti livelli della Casa reale Saudita siano dietro i gruppi militanti in Siria e altrove si palesa in vista del viaggio del presidente Barack Obama in Arabia Saudita per marzo, nel tentativo di appianare le relazioni USA-Arabia Saudita divenute tese a causa della posizione americana su Siria e Iran.

I sauditi si sono molto arrabbia con gli Stati Uniti dopo che Obama ha deciso di non intraprendere un'azione militare a causa delle armi chimiche della Siria nel tentativo di rovesciare il governo siriano. Inoltre, Obama ha deciso di portare avanti i negoziati sul programma nucleare iraniano.

I sauditi, in effetti, si sentono tradito e hanno deciso, sulla base dell'approccio degli Stati Uniti verso la Siria e l'Iran, di intraprendere una politica estera indipendente volta ad abbattere la leadership siriana e a fermare l'intero programma nucleare iraniano.

Fonte: http://fractionsofreality.blogspot.com/2014/02/chi-ce-dietro-lisis-in-siria-la.html

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere INFORMARMY.com manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
INFORMARMY.com modera i commenti non entrando nel merito del contenuto ma solo per evitare la pubblicazione di messaggi volgari, blasfemi, violenti, razzisti, spam, etc.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...