domenica 1 dicembre 2013

Ubuntu 13.10 “Saucy Salamander” e famiglia pronte per il download.

Canonical oggi ha annunciato che Ubuntu 13. 10 “Saucy Salamander” è disponibile per computer da tavolo e smartphone. La prima versione mobile di Ubuntu offre un SO ottimizzato e un'interfaccia per dispositivi mobili, spianando la strada per una totale convergenza dei dispositivi e creando una piattaforma unica per l'informatica moderna.

La versione 13.10 per computer da tavolo beneficia di migliorie alla funzione di ricerca Smart Scopes e alle prestazioni dei dispositivi grazie alla convergenza cellulare/PC, preparando il terreno per la convergenza totale su tutti i dispositivi.

La versione 13.10 include la prima vera versione di Ubuntu, permettendo alle aziende OEM, agli operatori di telefonia e ai rivenditori di silicio di integrare Ubuntu nei dispositivi mobili nel 2014.
ubuntu-1310-saucy-salamander

Il download di tutte le versioni via Distrowatch:

Welcome to the Ubuntu 13.10 release day. The first in the line-up is Ubuntu itself, Canonical's flagship product and one the world's top desktop Linux distributions - now also available for the 64-bit ARM architecture: "Canonical today announces the availability of Ubuntu 13.10 for desktop and smartphone. Ubuntu's first true mobile release delivers the streamlined core OS and mobile user interface that pave the way for full device convergence and create a unique platform for modern computing. Canonical is working with partners to bring Ubuntu smartphone devices to market in 2014. The desktop version of Ubuntu 13.10 reflects much of that progress, with scopes that organise home, apps, music, video content, lower device memory and graphics requirements and substantial improvements in battery and memory efficiency." Read the press release and the more technical release notes further information. Download (SHA256): ubuntu-13.10-desktop-amd64.iso (883MB, torrent), ubuntu-13.10-server-amd64.iso (672MB, torrent).



Howard Chan has announced the release of Ubuntu Studio 13.10, an Ubuntu sub-project providing a full range of multimedia content creation applications for audio, graphics, video, photography and publishing: "The Ubuntu Studio team proudly announces the immediate release of Ubuntu Studio 13.10. This exciting release incorporates the new features listed below: a new menu structure which works on any desktop environment; a new package named ubuntustudio-installer, which allows any person to install our metapackages and can fit into any desktop environment; instead of a settings menu, we have fitted in a new Settings Manager, with all settings in one place; when you are in the GRUB menu, the boot item for Ubuntu Studio will show 'Ubuntu Studio' instead of 'Ubuntu'; the latest low-latency kernel will be always the default boot item in the GRUB boot loader; the XFCE session in the LightDM is removed to avoid any confusion with the Ubuntu Studio session...." Continue to the release announcement and release notes to learn more. Download: ubuntustudio-13.10-dvd-amd64.iso (2,464MB, SHA256, torrent).

Ecco le caratteristiche principali della nuova versione via Ubuntulandia:

1.- Unity versione 7.1 con XMir.
Con Ubuntu 13.10 arriva Unity 7.1, che, nonostante le numerose novità introdotte, ha fatto registrare un notevole grado di efficienza, fornendo ottime prestazione nel rendering grafico che si aggiungono alle nuove funzionalità introdotte. Tra quelle meno visibili all’utente, un nuovo server grafico, Mir, che sostituirà il ben noto X. Questo passaggio, però, è ancora troppo prematuro, e per questo motivo Unity 7.1 gira su XMir, un layer di compatibilità che consente il funzionamento di Mir sopra X.
Ubuntu 13.10 con Unity 7.1
2.- Aggiornamento software alle versioni più recenti.
Immancabili, quindi, sono Thunderbird e Firefox 24 come client email e web browser predefiniti, LibreOffice 4.1 la office suite di default, e Rhythmbox il principale riproduttore multimediale.
ubuntu13.10-unity-smart-scopes-enable-previews
3.- Ubuntu One si integra sempre più nel sistema operativo. Già in fase di installazione, infatti, ci viene richiesto di inserire le credenziali di accesso a tale servizio, o eventualmente di registrarsi ad esso, al fine di garantire un’integrazione quanto più trasparente con Ubuntu One.
ubuntu-13-10-ubuntu-one
4.- Desktop Environment Alternativi.
Come al solito oltre ad Ubuntu 13.10, Canonical ha rilasciato anche diverse distribuzioni derivate, quali Kubuntu, Xubuntu, Lubuntu, Ubuntu GNOME ed altre. Tutte le nuove versioni godono di diverse novità.
Ubuntu GNOME si avvale di GNOME 3.8 per la gestione del desktop (e non il 3.10, in quanto uscito troppe poche settimane fa e non sufficientemente testato). Con questo desktop environment sarà possibile anche utilizzare la GNOME Classic Session, che fornisce un desktop più semplice, molto simile a quello già visto con GNOME 2. E’ stato anche migliorato l’installer Ubiquity, che adesso include il pannello di Gnome Shell.
Ubuntu-GNOME-13-10-Alpha-2-Saucy-Salamander-Officially-Released-Screenshot-Tour-371212-5
Kubuntu invece si presenta con  KDE 4.11, che talvolta predilige l’estetica a spese dell’efficienza, ma che gode anche di alcuni perfezionamenti delle applicazioni a corredo, che ne migliorano le performance.
Kubuntu-13-10-Saucy-Salamander-Screenshot-Tour-392170-7
Xubuntu 13.10 (basato su Xfce) e Lubuntu 13.10 (che utilizza LXDE) presentano solo qualche miglioria grafica, e dell’introduzione di Firefox al posto di Chromium in Lubuntu.
Xubuntu-13-10-Beta-2-Saucy-Salamander-Screenshot-Tour-386639-3
Lubuntu-13-10-Saucy-Salamander-Officially-Released-Screenshot-Tour-392208-7
5.- Ubuntu Touch.
Con Ubuntu 13.10 è stata anche rilasciata la prima versione ufficiale e completa di Ubuntu Touch, a coronare l’immenso lavoro che è stato messo in atto in casa Canonical. Con questo rilascio, sarà già possibile utilizzare Ubuntu su alcuni dispositivi dichiaratamente in grado di supportarlo, come i Samsung Galaxy Nexus, Nexus 4, Nexus 7 e Nexus 10.
ubuntu-touch-620x394
6.- Kernel. Ubuntu 13.10 è basato sul kernel Linux 3.11, sebbene sia già disponibile la versione 3.12. Evidentemente, gli sviluppatori di Canonical non sono stati in grado di testare a sufficienza quest’ultima opzione, preferendo qualcosa di più rodato e sicuro. Ad ogni modo, Ubuntu 13.10 potrà godere di alcuni nuovi meccanismi di basso livello (come lo zswap) che migliorano le prestazioni del sistema operativo.
Ubuntu-13-10-Saucy-Salamander-Final-Will-Ship-with-Linux-Kernel-3-11
7.- Supporto.
Un’importante novità riguarda invece la durata del supporto ad Ubuntu 13.10. Fino a questo momento, infatti, tutte le versioni non-LTS venivano supportate per la durata di 18 mesi. D’ora in poi, questo periodo verrà ridotto a soli 9 mesi. Evidentemente si vuole privilegiare lo sviluppo dei nuovi prodotti piuttosto che il supporto di tecnologie obsolete, nonchè incentivare gli utenti a mantenere il più possibile aggiornata la propria versione di Ubuntu.
ubuntu-13.10-Saucy-Salamander
Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
reeder

Fonte: http://reubuntu.blogspot.com/2013/10/ubuntu-1310-saucy-salamander-e-famiglia.html

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere INFORMARMY.com manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
INFORMARMY.com modera i commenti non entrando nel merito del contenuto ma solo per evitare la pubblicazione di messaggi volgari, blasfemi, violenti, razzisti, spam, etc.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...