domenica 8 dicembre 2013

La Geo Ingegneria degli oceani in mano a società private.

Di recente una truffa del-carbonio è stata implementata rilasciando i permessi per la geoingegneria marina ad appaltatori privati.

Tradotto e riadattato da Fractions Of Reality

CO2 nell'oceano (Foto: Wikipedia.org)
(INTELLIHUB) - Ora, con il deliberato intervento artificiale nei nostri ambienti marini, possiamo solo guardare in avanti aspettando che i nostri ecosistemi siano decimati, controllati e regolati dall'uomo. Si chiama geoingegneria marina, ovvero la fertilizzazione dell'oceano e probabilmente non è una buona idea. Ma dal momento in cui nulla è stato regolato dal governo, è possibile che sia una buona idea?

Secondo l'Organizzazione Internazionale Marina (IMO), "la geoingegneria Marina, tra cui la fecondazione dell'oceano, sarà regolata da emendamenti emandati al protocollo del 1996 sul trattato internazionale che regola lo scarico di rifiuti ed altre sostanze in mare". Le modifiche, adottate Venerdì (18 ottobre) su parti del protocollo sulla Convenzione sulla prevenzione dell'inquinamento marino causato dallo scarico di rifiuti ed altre materie, del 1972, in cui si afferma che "le parti contraenti non permettono lo scarico di materia nel mare da navi, aeromobili, piattaforme o altre strutture artificiali. Di conseguenza le attività di geoingegneria marina non sono autorizzati a meno che la lista delle autorizzazioni preveda che l'attività possa essere autorizzata in forza ad una precisa licenza ". [1] Esattamente quello che avete letto, da adesso alle società private sarà consentito di geoingegnerizzare i nostri oceani in modo sperimentale ed in maniera legale.

Rosalind Peterson insieme all'AgricultureDefenseCoalition.org spiega la fertilizzazione oceanica e la geoingegneria nel nuovo film documentario SHADE Motion Picture . Nel film Peterson sottolinea che un gruppo di globalisti hanno ormai formato un gruppo di geoingegneria per trarre profitto da tali sforzi. Peterson e altri hanno documentato che le applicazioni di geoingegneria se applicati ai nostri cieli per mezzo di aerosol o smaltiti in mare sono pericolosi per la vita sul pianeta.

In un recente rapporto del sito web Prism.com vengono indicati due metodi di tecniche di fecondazione dell'oceano che includono:

Fertilizzazione con ferro
Questa è l'introduzione deliberata di enormi quantità di ferro negli strati superiori dell'oceano per promuovere una fioritura di fitoplancton. L'idea è che questi plancton fotosintetico possa rimuovere carbonio sia dall'atmosfera direttamente che dall'oceano. Questo, insieme a stimolanti per l'ecosistema della fauna selvatica in queste zone dell'oceano, consentono all'oceano stesso di assorbire più carbonio dall'atmosfera. Questo sarà anche utile a combattere l'acidificazione degli oceani, che sta distruggendo gli ecosistemi marini e causando la scomparsa  di fauna selvatica dalle nostre coste.
Ocean Liming
L'aggiunta di calce, in particolare, in  regioni ricche di carbonio o acidi dell'oceano ridurrà i livelli di carbonio e acidità formando carbonati. Questo, si spera aiuterà a fermare il degrado preoccupante di fragili ecosistemi corallini del mare, e consentirà all'acqua di assorbire carbonio più atmosferica. [3] 
Tuttavia, alcuni me compreso ritengono che la geoingegneria sia pericolosa e non dovrebbe essere consentita. Alcuni addirittura dicono le regole devono essere imposte a stati come Stati Uniti, Russia, Cina, Germania e Gran Bretagna che sono tutti in fila per sperimentare con i nostri sistemi planetari. 

Un recente articolo scritto da Clive Hamilton sottolinea come, "Gli esperimenti stanno procedendo troppo, si passa dalla  geoingegneria proposta da  Russ George che diffonde ferro per fertilizzare gli oceani al largo delle coste del Canada, a quella proposta da dallo scienziato di spicco di Harvard  David Keith e vorrebbe  testare l'irrorazione di particelle di solfato nella stratosfera sopra l'Arizona."

Ma la preoccupazione è la mancanza  di supervisione o regolamentazione di questi disperati sforzi globali  per sviluppare la tecnologie adatta per il controllo del sistema climatico della Terra. Per la maggior parte, i ricercatori riescono a resistere a qualsiasi tipo di regolamentazione, e di certo ad alcuna supervisione internazionale.

"Fidatevi di noi", dicono. "I nostri esperimenti non avranno alcun impatto apprezzabile sull'ambiente, e quando si arriverà al punto in cui questi esperimenti potrebbero mettere a rischio l'ecosistema, qualche tipo di governo dovrà intervenire."

Ma da ora ad allora la lobby della geoingegneria potrebbe essere così potente che l'imposizione di un regime di governance efficace potrebbe risultare impossibile. La storia di importanti nuovi programmi di ricerca scientifica (come la modificazione genetica delle cellule di organismi di ricerca e le nanotecnologie) ci dicono che i rischi politici e sociali dei nuovi paradigmi tecnologici sono spesso importanti quanto i potenziali danni fisici ". [4]

Fonti:
[1] Organizzazione Marine internazionale (IMO) - IMO.org
[2] SHADE Motion Picture - Productions Unbound
[3] Terraforming: Geoingegneria Industriale - Prism.com
[4] regole Geoingegneria necessari prima che poi - Trust.org


Fonte: http://fractionsofreality.blogspot.com/2013/10/la-geo-ingegneria-degli-oceani-in-mano.html

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere INFORMARMY.com manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
INFORMARMY.com modera i commenti non entrando nel merito del contenuto ma solo per evitare la pubblicazione di messaggi volgari, blasfemi, violenti, razzisti, spam, etc.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...