lunedì 7 ottobre 2013

Barclays tra mutui e usura, confessioni di un insider

Il logo Barclays: LA FENICEL’attuale situazione economica italiana è stata creata ad-hoc dal sistema bancario e dalle lobby.Nel Maggio del 2011, con il Decreto Sviluppo del governo Berlusconi [1], è stata modificata la legge 108/96 sul calcolo (o per meglio dire, la "soglia") dei tassi di usura [2] relativi ai finanziamenti. Siamo passati dal limite di usura del 9% a quello del 11,5% per quanto concerne i mutui ipotecari a tasso fisso, mentre per quelli a tasso variabile il limite è circa dell'8%. Questa manovra "diabolica" ha permesso alle banche di aumentare lo spread dei mutui, rendendo così impossibile l’accesso al credito per le famiglie e le aziende. Per intenderci, faremo un breve esempio della situazione prima e dopo il decreto:

Mutuo
130.000€ in 30 anni
Fino a Ottobre 2011 Da Novembre 2011
Tasso Fisso 598 €/mese
(t.m. 3,7% - s.m. 1,3%)
813 €/mese
(t.m. 6,4% - s.m. 4%)
Tasso Variabile 493 €/mese
(t.m. 2,2% - s.m. 1,15%)
689 €/mese
(t.m. 4,9% - s.m. 3,5%)
* t.m. = tasso medio, s.m. = spread medio

Come potete notare nel caso di studio proposto, gli aumenti arrivano a superano i 200 euro mensili. Le nuove misure porteranno inesorabili "disastri economici" nel paese:
  • blocco totale del credito alle aziende ed alle famiglie;
  • fallimento delle imprese edili con conseguenze nefaste per i lavoratori e le attività commerciali;
  • inevitabile depressione economica.
Com'era da aspettarsi, la riduzione delle richieste dei mutui ha colpito maggiormente le isole (-50,6%) ed il sud Italia (-42,8%), secondo i dati rilasciati dall'ISTAT sui primi tre trimestri del 2012 [3]. Solo una famiglia su due può permettersi un mutuo.
Un altro regalo ci è stato fatto da Mario Monti che, con l'introduzione dell’IMU, ha provocato la svalutazione degli immobili per abitazione (-35%) e per usi commerciali (-40%) [4]. L’Italia è diventata così un ottimo discount per le banche e le lobby finanziarie, che potranno lanciarsi in nuove acquisizioni a prezzi stracciati distruggendo la vita delle persone.
Il problema è stato trasmesso al sistema bancario in questa maniera (tratto da una "circolare confidenziale" di una grossa banca mondiale che opera in Italia):

L’ulteriore peggioramento del contesto commerciale registrato nelle ultime settimane, sta determinando un significativo incremento del "Costo del Funding" collegato al business dei Mutui Fondiari per le persone fisiche. Al fine di tutelare la sostenibilità di tale business, vi informiamo che per le operazioni di mutuo che saranno stipulate a partire dall'1° gennaio 2012, sarà attiva una nuova struttura di spread e costi per la clientela le cui modifiche rispetto all'offerta attuale saranno comunicate nel dettaglio nelle prossime ore.

Ci tengo qui a precisare il significato di "Funding":
«I soldi che le banche vendono alle famiglie ed alle imprese vengono raccolti sul mercato tramite l’emissione di obbligazioni. Questi titoli hanno un certo rendimento che le banche riconoscono ai vari investitori e che viene pagato grazie alla vendita di questo denaro. I rendimenti di questi titoli vengono decisi dal mercato e se uno Stato, dove la Banca opera, lavora ed ha investito, vende i propri titoli ad un certo rendimento, inevitabilmente la Banca, per raccogliere denaro, dovrà riconoscere degli interessi ancora più elevati[5]
Certo, peccato che la BCE ha prestato (creato dal nulla) svariati miliardi di euro alle banche al tasso del 1% un paio di mesi dopo: «Caricate mutui in questo momento perchè i clienti avranno condizioni più vantaggiose rispetto a Gennaio» sono state le parole della nostra direzione commerciale. Il mese dopo, tutti i clienti che avevano dato la caparra per l’acquisto dell’immobile, si sono ritrovati ad aver speso tutti i risparmi di una vita per poi dover affrontare un mutuo con una rata maggiorata di 300 euro rispetto a quella concordata inizialmente. Ecco come si mettono in croce le famiglie: le banche fanno scuola insieme al Governo.
Torniamo al punto della creazione dei soldi da parte della BCE, prestati poi agli istituti bancari al modico tasso dell'1%. Questi soldi sono stati prestati per «allargare le maglie del credito» (in gergo, alleggerire i parametri per la concessione di un mutuo), ma ovviamente le cose non sono andate per il verso giusto: le banche infatti hanno aumentato gli spread di botto, limitato le concessioni dei mutui (inserendo nuovi paletti che rendono finanziabili solo pochi eletti) ed usato i miliardi prestati dalla BCE per ricapitalizzare le proprie società e per acquistare il famigerato Debito Pubblico, poiché questo ha un rendimento ben più alto ed un peso ben diverso nell’economia di uno Stato.

Mario Monti, sicario della Goldman-SachsQuando qualcuno contrae un debito, in momenti di difficoltà come quelli che stiamo vivendo adesso, deve assecondare le richieste dei suoi creditori per avere un pò di "ossigeno". Ecco che entrano poi in gioco personaggi come Mario Monti, che non fanno altro che amministrare uno stato come una SpA. Il problema è che lo Stato non è una Società per Azioni ed i tagli alla spesa pubblica non si traducono in stipendi più bassi per i manager, ma bensì in istigazione al suicidio, lotta di classe e disordini sociali. Lo stress induce alla malattia mentre l'incertezza nel futuro fa aumentare il consenso per la creazione di un Nuovo Ordine Mondiale che ristabilisca la "pace" nel mondo e garantisca il nostro "benessere". E’ questo il piano: ci stanno trattando esattamente come hanno fatto con l’Africa in questi ultimi 50 anni. Il prossimo che si ribellerà verrà prima demonizzato e poi trucidato (come Gheddafi in Libia).
Per chi non lo sapesse, ci sono banche come Barclays che detengono enormi quote del debito pubblico italiano [6]. Se non la conoscete, Barclays Bank PLC è uno dei colossi bancari più importanti del mondo, che ha rilevato banche d’investimento come la Lehman Brothers dopo la crisi a prezzi stracciati (c'è ancora una causa in corso [7]). Inoltre, Barclays detiene quote importanti delle agenzie di rating che declassano continuamente le nostre aziende ed il nostro Stato. Ciononostante, l'Italia non è mai stata insolvente se non con le aziende private italiane (per oltre 100 miliardi di euro).
Dopo la manovra da 30 miliardi promossa dal nuovo decreto, le cose sarebbero dovute andare diversamente. Il sistema bancario avrebbe dovuto:
  1. utilizzare i miliardi "freschi" per finanziare imprese e privati, mantenendo uno spread medio pari all'1,2% come accadeva in precedenza;
  2. vietare agli istituti di credito di acquistare di Debito Pubblico e di elargire bonus milionari ai manager;
  3. imporre l'attuazione obbligatoria di politiche di austerity per tutti gli istituti di credito (partendo dai piani alti);
  4. ridurre i tassi di interesse per le famiglie e le imprese in difficoltà (o aumentare la durata del finanziamento per indurre la riduzione della rata).
Essendo la nostra società capitalistica fondata sul debito, questo è l’unico capace di mandare avanti l’economia (ovviamente, a patto di rientrare in parametri "umanamente" sostenibili). E' vero che la moneta debba "girare", ma ciò che deve essere immediatamente rifinanziato è lo sviluppo del paese, attraverso imponenti investimenti su istruzione, lavoro e welfare. L’Euro è stato creato per ridurre i paesi periferici dell’Europa a feudi della Germania e della Francia e creare mano d’opera a basso costo.
Dobbiamo immediatamente riavere indietro la nostra sovranità monetaria ed uscire dalla Comunità Europea attuale (che altro non è se non un'associazione a delinquere alla quale non è mai stata gradita alcuna forma di democrazia). Le banche dovrebbero essere riformate secondo criteri ben precisi, con leggi ferree sulla loro libertà di azione in ambito finanziario. Purtroppo la situazione attuale è frutto del "governo ombra" della Goldman-Sachs sugli USA, che ha cambiato l’intera economia globale onde favorire pochi eletti. Attacchiamo i paesi islamici ogni giorno, eppure da loro avremmo tanto da imparare, soprattutto sul sistema bancario (vedi finanza islamica).
Parola di uno che si occupa di mutui da parecchio tempo e che ormai è stanco di "ingrassare il culo" a persone che vivono unicamente di odio sociale.

Firmato:
Un ex Back Office Mortgage di Barclays Bank PLC Italia

[1] LeggiOggi.it - Governo, ecco il testo integrale del Decreto Sviluppo, Maggio 2011. (ARTICOLO)
[2] Anatos.it - Cosa è l'Anatocismo Bancario e perchè è importante, ©2012. (ARTICOLO)
[3] Tg24.sky.it - Istat, crollo dei mutui: -39,5% nei primi nove mesi del 2012, Aprile 2013. (ARTICOLO)
[4] SportelloConsumatori.eu - Effetto Imu, Adoc: possibile svalutazione degli immobili, Aprile 2012. (ARTICOLO)
[5] MutuoConsapevole.it - Il "Costo del Funding" spiegato con parole semplici, Dicembre 2011. (ARTICOLO)
[6] LaNotiziaGiornale.it - I venti padroni del debito pubblico, Marzo 2013. (ARTICOLO)
[7] Valori.it - Archstone, Lehman Brothers fa causa a Bank of America e Barclays, Dicembre 2011. (ARTICOLO)

Fonte: http://marcpoling.blogspot.com/2013/09/barclays-tra-mutui-e-usura-confessioni.html

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere INFORMARMY.com manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
INFORMARMY.com modera i commenti non entrando nel merito del contenuto ma solo per evitare la pubblicazione di messaggi volgari, blasfemi, violenti, razzisti, spam, etc.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...