mercoledì 5 giugno 2013

Analisi presso la NATO: Assad riconquista il sostegno dei siriani

Dopo due anni di guerra civile, il sostegno popolare al regime del presidente siriano è descritto in netto aumento, anche fra i sunniti, che rigettano i jihadisti.


da Worldtribune.com.
Tratto da Megachip.
LONDRA  -  La NATO ha recentemente studiato i dati che descrivono un forte aumento del sostegno in favore diBashar al-Assad. I dati, raccolti da attivistie organizzazioni che godono del sostegno occidentale, hanno mostrato che la maggioranza dei siriani era ormai allarmata dalla conquista da parte di Al-Qa'ida della guida della rivolta sunnita e ha preferito tornare ad Assad, ha segnalato Middle East Newsline.
«La gente è stanca della guerra e odia i jihadisti più di Assad,» racconta una fonte occidentale che conosce bene i dati in questione. «Assad sta vincendo la guerra soprattutto perché la gente sta cooperando con lui contro i ribelli.»
I dati, inoltrati alla NATO nel corso dell'ultimo mese, palesano che il 70 per cento dei siriani sostiene il regime di Assad. Un altro 20 per cento è considerato neutrale, mentre il restante 10 per cento ha espresso sostegno per i ribelli.
Le fonti affermano che nessun sondaggio formale è stato effettuato in Siria, tormentata dai due anni di una guerra civile in cui si fa conto che siano state uccise 90mila persone. Tali fonti riferiscono che i datiprovengono da una serie di attivisti e organizzazioni indipendentiche lavorano in Siria, in particolare nelle operazioni di soccorso.
I dati sono stati trasmessialla NATO nel momento in cui l'alleanza occidentale si è divisa sull'opportunità di intervenire in Siria. Si è detto che Gran Bretagna e Francia si preparavano a inviarearmi ai ribelli, mentre gli Stati Unitisi sono concentrati sulla tutela del paese che confina a Sud con la Siria, laGiordania.
Un rapporto indirizzato alla NATO rivela che i siriani hanno cambiato nettamente idea negli ultimi sei mesi. Il cambiamento è stato notato maggiormentenella comunità della maggioranza sunnita, che è stata  a lungo ritenuta a sostegnodella rivolta.


«I sunniti non provano certo amore alcuno per Assad, ma la grande maggioranza della comunità si sta ritirando dalla rivolta», ha affermato la fonte. «Ciò che resta sono i combattenti stranieri sponsorizzati daQatar e Arabia Saudita. Sono vistidai sunniti come ben peggiori di Assad».
Traduzione per Megachip a cura di Pino Cabras.

NOTA: Si legga questo articolo del 14 febbraio 2012:
Pino Cabras e Simone Santini, Siria, prima che spari la "tecnica".



Fonte: http://pino-cabras.blogspot.com/2013/06/analisi-presso-la-nato-assad.html

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere INFORMARMY.com manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
INFORMARMY.com modera i commenti non entrando nel merito del contenuto ma solo per evitare la pubblicazione di messaggi volgari, blasfemi, violenti, razzisti, spam, etc.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...