mercoledì 15 maggio 2013

Boston: lo zio degli attentatori era un funzionario della CIA

Graham Fuller ha lavorato ai massimi livelli dell'Agenzia. Prima di andare in pensione decideva le strategie dell'antiterrorismo Usa. [Franco Fracassi]

Graham Fuller, alto funzionario della Cia e zio dei due fratelli accusati di aver organizzato l'attentato durante la maratona di Boston.
FONTE
di Franco Fracassi

Lo zio dei due presunti attentatori di Boston era sposato con la figlia di ex alto funzionario della Cia. La notizia, scovata da tre diversi giornalisti investigativi statunitensi (Alex Jones, Daniel Hopsicker e Jack Blood) si va ad aggiungere a quanto pubblicato ieri da Popoff ( http://popoff.globalist.it/Detail_News_Display?ID=73334&typeb=0&Bomba-di-Boston-L'Fbi-sta-raccontando-la-verita-): «Un'esercitazione anti bomba è stata condotta presso la maratona di Boston, due ore prima della tragedia, nel luogo esatto in cui le vere bombe sono esplose. Ma quando un giornalista ha rivolto una domanda a questo proposito durante la conferenza stampa dell'Fbi, l'agente speciale Richard Deslauriers si è rifiutato di rispondere ed è passato a un'altra domanda.

Secondo il quotidiano russo "Izvestia" (24 aprile), Tamerlan Tsarnaev ha partecipato in Georgia a un seminario del Fondo per il Caucaso, un'associazione paravento della Jamestown Foundation, creata dalla Cia. Lì aveva seguito un addestramento per «aumentare l'instabilità in Russia».

Insomma, la vicenda dell'attentato di Boston risulta essere sempre più complicata e densa di colpi di scena. Si è trattato di un colpo di testa di due fratelli musulmani arrabbiati con gli Stati Uniti oppure un "inside job", come usano definire in America gli atti terroristici commessi da settori o singoli membri dell'Amministrazione.

Graham Fuller, così si chiama l'alto dirigente del servizio segreto statunitense, ha trascorso vent'anni come funzionario dell'intelligence in attività in Turchia, Libano, Arabia Saudita, Yemen, Afghanistan, e Hong Kong. Nel 1982 Fuller è stato nominato il National Intelligence Officer per Medio Oriente e l'Asia meridionale alla Cia, e nel 1986, sotto Ronald Reagan, è diventato il vicepresidente del National Intelligence Council, che gli ha conferito la responsabilità di pianificare la strategia di tutti i servizi segreti che agiscono all'interno del territorio Usa.

Insomma, Fuller, lo zio acquisito degli attentatori, è stato un pezzo grosso dei servizi e ha avuto a che fare con la pianificazione dell'antiterrorismo.

Scrive Alex Jones: «Nei primi anni Novanta, mentre Ruslan Tsarnaev (il padre dei fratelli attentatori) era in scuola di legge alla Duke University ha incontrato e sposato una studentessa dell'Università del North Carolina, Samantha Ankara Fuller, figlia di Graham e Prudenza Fuller di Rockville, nel Maryland.

Ecco che cosa ha raccontato di Fuller Sibel Edmonds, la dipendente dell'Fbi licenziata e perseguitata dopo che aveva rivelato che il Bureau era a conoscenza del piano dell'11 settembre prima che questo accadesse: «Fuller è un bandito. È stato lui il mio principale persecutore dopo le mie rivelazioni. Pur di sputtanarmi non ha esitato a pubblicare su internet alcuni file personali sequestrati dal mio computer dagli agenti dell'Fbi. Fuller è sempre stato uno di quei personaggi che pur di perseguire il suo scopo sarebbero disposti a vendere la propria madre».

Nel 2003 Fuller rilasciò un'intervista a un giornale ceceno dichiarando: «Ruslan è un nipote acquisito perfetto. Come tutti i ceceni, Ruslan è molto preoccupato per la sua terra natale, ma io non ho nessuna particolare coinvolgimento in politica, anche se lui ha provato a contattare altri ceceni in giro in America. Si sentiva anche nostalgia di casa e alla fine tornò in Asia centrale dopo il divorzio. Hanno divorziato nel 2004. Il suo inglese era traballante. Abbiamo sempre parlato russo insieme».

E dei bombardamenti Boston, Fuller ha detto: «Io per primo ero stupito gli eventi, e di ritrovarmi a due gradi di separazione da loro».

Oggi Samantha Fuller vive all'estero, ed è amministratore di diverse società che perseguono strategie per aumentare la produzione di energia da fonti combustione pulita e rinnovabile.

Nel 1995, Tsarnaev ha trasferito la sede del Congresso delle organizzazioni internazionali cecene nel Maryland, utilizzando come indirizzo il 11114 Whisperwood Ln, a Rockville Maryland. L'indirizzo di casa del suo zio acquisito, Graham Fuller.

Insomma, ce n'è abbastanza per far sì che le indagini proseguano ben oltre la semplice accusa ai due fratelli Tsarnaev di essere gli unici e isolati attentatori di Boston.

Fonte: http://fractionsofreality.blogspot.com/2013/05/boston-lo-zio-degli-attentatori-era-un.html

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere INFORMARMY.com manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
INFORMARMY.com modera i commenti non entrando nel merito del contenuto ma solo per evitare la pubblicazione di messaggi volgari, blasfemi, violenti, razzisti, spam, etc.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...