mercoledì 15 agosto 2012

LA SCALA VERSO UNA NUOVA CRESCITA! ARTICOLO DA STAMPARE E DI TANTO INTANTO RILEGGERE IN SPIAGGIA E IN MONTAGNA!


In queste ore sono in molti che seduti in spiaggia al bar si stanno domandando se si possa dire basta alla parola crisi.
PERSONALMENTE NON CI CREDO, MA REPUTO CHE SI INTRAVEDE UN PERCORSO IN SALITA, FRA RIFIUTI E SCARICHI MALEODORANTI DI POVERTA' E MISERIA CHE POTREBBE PORTARE A UNA LUCE FUTURA MA IN LA' NEL TEMPO.

MA SARA' UNA LUCE CHE SOLO UNA MINORANZA DELLE PERSONE VEDRA'.

PURTROPPO LA LUCE NON VERRA' RAGGIUNTA TRAMITE UNA RIVOLUZIONE SOCIALE E UN VANTAGGIO PER IL POPOLO....LE MASSE SONO STUPIDE E QUINDI COME TALI VANNO TRATTATE..per anni mentre le cose peggiorano lasci le masse indebitarsi...poi..per anni FAI DIVENTARE TUTTI PESSIMISTI, RIDUCI AL MINIMO LA VELOCITA' DI CIRCOLAZIONE DELLA MONETA, CREI DISOCCUPAZIONE E POVERTA ' E STRAPPI DI MANO A DUE EURO...QUELLO CHE LA MASSA AVEVA COMPRATO A 100 EURO.

Chi si è indebitato perde tutto e chi è stato saggio e prudente puo' ricominciare a fare business serio e basato su economia reale e non finanziaria.
Ma devi stare attento, lo stato e i governi sono spietati e non fanno gli interessi del popolo. Colpiscono indistintamente e si deve prestare la massima attenzione a non farsi fottere. LO STATO, IN EUROPA, E' IL PEGGIOR NEMICO DEL CITTADINO, IN ITALIA, IN MODO PARTICOLARE.
Noi di Mercato Libero a partire da maggio 2007 abbiamo sempre messo in guardia i lettori da una crisi che si sarebbe tradotta in povertà e nella fine di un'epaca. ABBIAMO FATTO INVESTIMENTI IN ECONOMIA REALE , BRASILE, BERLINO, ENERGIA SOLARE, E ABBIAMO SPOSTATO I RISPARMI ALL'ESTERO (meglio prevenire che curare quando è troppo tardi). ma sopratutto abbiamo creato legami di amicizia, condivisione e rispetto IMPORTANTI.
Non sono sicuro (e chi lo è scagli al prima pietra) che siamo arrivati alla fine dei problemi. Anzi il problema del debito pubblico dei paesi occidentali pesera' ancora a lungo sulle spalle delle persone ed eviterà euforie legate piu' alla finanza che all'economia reale. L'america ha davanti a se un periodo difficile e con i mercati sui massimi...
AZIONARIO SUI MASSIMI MA CON IL DEBITO PUBBLICO A LIVELLI ASSURDI.
MA NON SI PUO' PASSARE LA VITA AD ATTENDERE LA FINE DEL MONDO CHE CONOSCIAMO. QUINDI CON ATTENZIONE E PRENDENDO RISCHI MISURATI SI DEVE PROVARE OGNI TANTO A FARE I PIONIERI..MA ORGANIZZATI
anche perchè i rischi di rottura del'euro sono DIETRO L'ANGOLO come ben sottolinea un alto esponente del governo tedesco in un articolo nel fine settimana

La ricostruzione di valore è un percorso DURISSIMO, che non si basa su un derivato o su un cds, ma sulla capacità di creare valore vero! (produzione, servizi agricoltura, innovazione e non solo futures o leva del debito).

MERCATO LIBERO E' PRONTO A RIPARTIRE DOPO ANNI DI CRISI E CON MERCATO LIBERO CENTINAIA DI AMICI CHE HANNO SAPUTO PROTEGGERE I CAPITALI E CHE ORA STANNO INIZIANDO A GUARDARSI IN GIRO IN CERCA DI OCCASIONI...E DI OROLOGI D'ORO DA STRAPPARE DAI POLSI DEI CADAVERI LUNGO IL FIUME!!!
BISOGNA ESSERE IN GRADO DI COGLIERE UN'OPPORTUNITA' CHE NON SCAPPA VIA IN POCHI GIORNI...COME PUO' ESSERE UN BREVE TREND DI BORSA..MA CHE PUO' ESSERE VALUTATA ANALIZZATA E REALIZZATA NEL TEMPO.

OGGI LE AZIENDE SANE ORGANIZZANO I BUSINESS PLAN INCORPORANDO UN RISCHIO SISTEMA ALTO, CONSUMI IN DIMINUIZIONE, DIFFICOLTA' NEL CREDITO.

Tutto l'opposto di quello che accadeva 5 anni fa o anche tre anni fa. QUALE MIGLIORE OCCASIONE PER INVESTIRE FRA TANTO PESSIMISMO?

ECCO CHE I PROSSIMI 2 ANNI SARANNO FONDAMENTALI PER INVESTIRE IN IMPRESE SANE CHE HANNO BASATO IL LORO BUSINESS MODEL SU MACROVARIABILI SUFFICIENTEMENTE PESSIMISTICHE.

Grafico perFTSE MIB (FTSEMIB.MI)NON NECESSARIAMENTE IN ITALIA ..IL MONDO E' GRANDISSIMO (ma se in Italia si presentassero occasioni ...perchè no? e in realtà nei paesi piu' indebitati e messi male NASCONO LE PIU' GRANDI OPPORTUNITA' DI INVESTIMENTO) LA STESSA BORSA ITALIANA PER TORNARE AI VALORI DI SOLI 5 ANNI FA DOVREBBE SALIRE DEL 300%



-----------------------------------------------------------------------------------------------------

Ricordatevi bene che questa luce, se mai si vedrà, sara' a lungo termine e che i primi beneficiari saranno LE IMPRESE MULTINAZIONALI, COLORO CHE HANNO LIQUIDITA' DA INVESTIRE, COLORO CHE AVRANNO ACCESSO AL CREDITO A BASSI TASSI, LE BANCHE, I MONOPOLISTI. Poi si passa alle imprese e SOLO ALLA FINE i cittadini potrebbero vederne il beneficio.
MA NON FATEVI INGANNARE DA QUESTA VENE DI OTTIMISMO (DI LUNGO PERIODO) NEL BREVE IL PESSIMISMO TORNERA' PRESTO A ESSERE IL PROTAGONISTA, INFATTI IERI SERA S&P HA TAGLIATO IL RATING A 15 BANCHE ITALIANE (in particolare a Montepaschi....distrutta da Mussari, oggi presidente indiscusso - che vergogna - dell'ABI, per merito indiscusso di aver fatto guadagnare tutti i partiti politici durante il suo mandato...e ha permesso a Intesa di comprare per un cent fra pochi mesi la banca presto commissariata...)


  • S&P CUTS RATINGS ON 15 ITALIAN FINL INSTITUTIONS
  • S&P TAKES RATING ACTIONS ON 32 ITALIAN FINL INSTITUTIONS
  • BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA SPA CUT TO BBB-/NEGATIVE/A-3
  • BANCA POPOLARE DI MILANO SCRL CUT TO BB+/NEGATIVE/B BY S&P
  • S&P SEES ITALIAN BANKS' VULNERABILITY TO CREDIT RISK RISING
  • S&P SAYS ITALY FACES POTENTIAL DEEPER RECESSION THAN IT THOUGHT


  • E' altrettanto evidente che se siamo arrivati a un momento di POSSIBILE cambio per il destino delle aziende (che anche in borsa, da mesi hanno finito di scendere) COSI' NON ACCADRA' PER LE PERSONE, IL POPOLO, I CITTADINI CHE CONTINUERANNO A IMPOVERIRSI E A RIDURRE IL TENORE DI VITA NEI PROSSIMI MESI. Case e attività sono destinate a scendere ancora di valore, e per coloro che sono indebitati SARA' LA FINE. Mentre per coloro che sapranno approfittare CI SARANNO OCCASIONI D'ORO D'INVESTIMENTO ...cose che passano poche volte davanti in una vita.

    1)MA OCCORRE LA LIQUIDITA' (che noi di ML abbiamo saputo preservare e che stiamo continuando ad accumulare fuori da questo paese in maniera legale)
    2)MA OCCORRE ACCESSO AL CREDITO A BASSO COSTO (che noi abbiamo grazie alle soluzioni proposte in Svizzera dalle banche con cui abbiamo stabilito ottimi rapporti in questi anni)
    3)MA OCCORRE UN TEAM DI PERSONE CAPACI e con idee. E anche su questo abbiamo lavorato a lungo in questi anni e per giunta stiamo organizzando ancora meglio la struttura grazie al BLOGECONOMYSOCIAL, un network di amici e lettori dei blog, imprenditori, professionisti, commercialisti, avvocati, private equity, ma anche e sopratutto gente comune che ha voglia di fare e mettersi in gioco, o che ha liquidita' ed è interessata a valutare quello che verrà proposto, analizzato e discusso: OVVERO CONDIVISO)
    Questa è la novità, un network capace di condividere le analisi sugli investimenti , di sollevare domande e di trovare risposte in un percorso che potrebbe sfociare in OCCASIONI DI CRESCITA NEL CAMPO DELL'ECONOMIA REALE. Sono già operativi 12 gruppi di lavoro e sono passati solo 2 mesi dalla nascita. 750 iscritti e a settembre tante novità.
    ----------------------------------------------------------------------------------------------------------

    FACCIAMO DUE PASSI INDIETRO NELLANALISI DELLA SITUAZIONE ECONOMICA
    Ho sempre sostenuto che le soluzioni per uscire da questa crisi sono sempre e solo due!

    LA RIDUZIONE DEL DEBITO E LA RIDUZIONE DEL DEBITO

    Per ridurre il debito i governi possono percorrere differenti strade:
    1) la svalutazione della moneta, con conseguente inflazione e ridimensionamento del debito.
    Questo puo' essere fatto abbandonando l'euro (opzione violenta e che crea tensioni sociali elevate), oppure come sta facendo l'Europa della troika. Infatti dalla fine 2011 l'euro è valuta debole. ha importato inflazione mentre l'economia interna ha visto una riduzione dei consumi e della crescita (crescita negativa). Inflazione con crescita negativa (stagflazione) comporta un debito meno pesante da pagare. 8e un aumento della povertà-perdita potere di acquisto)

    2) ristrutturazione del debito stesso
    E' avvenuto per la grecia, ma non per il resto d'europa. Al massimo si danno aiuti come è accaduto per Portogallo e Irlanda. In un certo modo è accaduto per la Spagna (aiuti alle banche) e POTREBBE ACCADERE A SPAGNA E ITALIA (ieri Draghi è stato chiaro.....LA BCE INTERVERRA' ACQUISTANDO BONDS ILLIMITATAMENTE solo se gli Stati chiederanno aiuto (commissariamento)

    Monti sembra disposto a quest'onta, anche se gioca anche lui la sua partita a poker...INFATTI E' SPESSO SUFFICIENTE DIRE UNA COSA SENZA FARLA...AFFINCHE' IL MERCATO SI ADEGUI AUTOMATICAMENTE.


    Se il mercato sa che in caso di richiesta di aiuti la BCE fa scendere lo Spread a 300 punti base...ecco che il mercato potrebbe decidere di non rischiare e far scendere lo spread 8senza la richiesta di aiuto) a 300 punti base...IN QUESTO CASO AVREMMO LA PROFEZIA AUTOAVVERANTESI

    Il cambio di strategia di draghi è evidente. Vuole GUIDARE il mercato e i politici. "If you do that, then I will do this." Bernanke nel 2009 ha fatto lo stesso, ma il governo Usa lo supportava e il mercato gli e' andato dietro...Per Draghi sarà piu' arduo perchè deve convincere non solo i mercati ma anche i politici europei che sono sensibilmente divisi. senza contare che potrebbe terminare il ciclo espansivo Usa con indubbie fatiche per l'Europa e Draghi stesso
    SENZA DIMENTICARE CHE LA GERMANIA, APPARENTEMENTE MESSA CON LE SPALLE AL MURO DA DRAGHI E DAI PAESI POVERI POTREBBE ANCHE PENSARE DI LASCIARE L'EURO E LA BANDA DI FALLITI CHE LO COMPONGONO...

    3) Misure di tassazione e riduzione del welfare. L'Italia le sta mettendo in pratica e continuerà in questa direzione. la spesa pubblica dovrebbe diminuire (lentamente ma inesorabilmente riducendo il PIL) , la disoccupazione aumentare e con essa la povertà. Le professioni e le imprese legate al mercato interno continueranno a perdere valore. Molti saranno obbligati ad accettare minori salari oppure andarsene verso la germania la svizzera o altre parti del mondo in crescita.
    la produzione non si riuscirà a riportare in Italia fino a quando il costo del lavoro sarà alto, la tassazione sul reddito insostenibile, il costo delle infrastrutture esagerato....
    I consumi continueranno a diminuire o a stabilizzarsi a tassi molto bassi.
    L'industria automobilistica e quella edilizia (motori della crescita negli ultimi decenni) continueranno a essere semi morti.
    In questo contesto...CONTINUERA' L'ATTACCO AI RISPARMI CON PRESSIONI FISCALI SU IMMOBILI E TASSE SULLE RENDITE DI CAPITALE PIU' ELEVATE ( e forse prelievi forzosi o patrimoniali) .

    IN PRATICA SI OTTIENE LO STESSO RISULTATO CHE SI OTTERREBBE CON L'USCITA DELL'ITALIA DALL'EURO, MA PRESERVANDO LE POSIZIONI DOMINANTI (I RICCHI, LE BANCHE E LE GRANDI IMPRESE ). Praticamente Schettimonti ruba ai poveri per dare ai ricchi e lo fa con tale intelligenza (rispetto all'idiozia dell'Italiota) da passare da eroe

    -------------------------------------------------------------------------------------------------------
    In realtà la manfrina per cui sembra che Monti e Draghi siano i salvatori della patria...è una grande bufala. I mercati festeggiano? ma cosa festeggiano ve lo siete chiesti?
    In realtà lo spread contenuto a 300 bps VA AD ASSOLUTO VANTAGGIO DEI TEDESCHI.
    I nostri BTP e le nostre azioni saliranno nel breve (indice a 17.000) chiudendo MA SOLO IN PARTE, il differenziale che si era creato. La vera vincitrice sarà la Germania.
    -Infatti è evidente a tutti che in caso di spread a 500 punti...l'Italia è destinata alla bancarotta in pochi mesi. Questo sarebbe dannoso per le economie forti europee (in testa la germania).
    -Se invece lo spread fosse azzerato...beh la Germania non sarebbe piu' competitiva e l'Italia potrebbe rinascere mettendo in pericolo la sovranità dei tedeschi sull'europa.

    INVECE IL MANTENIMENTO DELLO SPREAD INTORNO AI 300 PUNTI RAPPRESENTA LA MANNA PER I BERLINESI E LA MORTE PER I CITTADINI ITALIANI.
    Le nostre aziende non POTRANNO MAI COMPETERE con 300 punti base, al massimo una boccata di ossigeno...che le terrà in vita....e che prolungherà la desertificazione..e l'impoverimento.
    Molti chiuderanno ancora, altri falliranno altri delocalizzeranno e altri ancora verranno acquisiti dai tedeschi stessi! Così si passa a un controllo totale economico dei tedeschi sugli italiani.
    non perdita di sovranità monetaria ma perdita di sovranità economica..perdita di liberta' e di possibilità di crescita. L'Italia sarà destinata ai confini dell'impero e riceverà le briciole per giustificarne la sopravvivenza. Investimenti e nuove imprese saranno di appannaggio dei tedeschi grazie anche alla capacita' di finanziare il sistema industriale a tassi bassi. Mentre le nostre banche...beh non parliamone
    A NOI NON RESTA CHE LA DELOCALIZZAZIONE DEI RISPARMI E DELLE FAMIGLIE SE TENIAMO AL FUTURO DEI NOSTRI FIGLI! OBBLIGATI ALLA FUGA DAL PAESE DEI DITTATORI (BANCHE, MULTINAZIONALI, CLASSE POLITICA, MONOPOLI).
    se la germania la svizzera saranno i forzieri d'europa, il cuore vitale da cui l'economia parte...BEH NON RESTA CHE ANDARE LI' A INVESTIRE E A VIVERE...E MERCATO LIBERO PORTA AVANTI QUESTO DISCORSO DA OLTRE 20 MESI!
    TUTTAVIA ...NEI PROSSIMI MESI ANCHE IN ITALIA SI VEDRANNO OCCASIONI INTERESSANTI DI SVENDITA A PREZZI INCREDIBILI E NOI INTENDIAMO VALUTARLE

    --------------------------------------------------------------------------------------------------------
    QUINDI PASSIAMO AI CONSIGLI PER AGOSTO:

    - INZIARE A COMPRARE I MERCATI AZIONARI, IN PARTICOLARE I PIIGS E' RISCHIOSO MA FARLO con estrema attenzione e farlo nei momenti di forte correzione e NON QUANDO TUTTO SALE sempre in piccolissime dosi potrebbe portare a risultati positivi. (si dovrebbe approfittare della discesa quando la Spagna chiederà l'aiuto all'europa) (AGOSTO SARA' BELLO VOLATILE )
    attenti anche al mercato americano...UNA SUA DISCESA APRIREBBE LE PORTE ALLA RECESSIONE USA CON CONSEGUENZE DRAMMATICHE PER L'EUROPA.



    i quattro indicatori che sostengono GLI INDICI AMERICANI sono
    1) la produzione industriale
    2) il reddito reale
    3) gli occupati
    4) i consumi




    Questi indicatori sono sui massimi, ma a che prezzo si è arrivati lì?
    1) al prezzo di tassi d'interesse bassissimi
    2) al prezzo di un debito pubblico enorme e in forte aumento

    DOMANDATEVI DOVE SAREBBERO I MERCATI USA CON I TASSI DEL 2009...e piu' bassi di così...(per il debito pubblico...beh..ad agosto supereremo i 16.000 miliardi di dollari...e con il PIL in frenata..il rapporto debito pubblico PIL continuera' a salire...)
    NON MERAVIGLIAMOCI SE UN GIORNO I MERCATI COMINCIASSERO A SCONTARE QUEI RISCHI CHE OGGI SEMBRANO VOLER NASCONDERE SOTTO IL TAPPETO!



    - NON ABBIATE TROPPI DOLLARI IN PORTAFOGLIO (ma un po' si)
    - MANTENERE PRINCIPALMENTE LE POSIZIONI NEI PORTAFOGLI OBBLIGAZIONARI IN VALUTA ESTERA CHE DEVE RAPPRESENTARE LA PRINCIPALE ASSET CLASS
    - POTETE ACQUISTARE IN OTTICA SPECULATIVA BTP E TITOLI DEL DEBITO BANCARI PUNTANDO ALLA CHIUSURA DELLO SPREAD - STASERA A 465 PUNTI MA SOLO FINO A FINE AGOSTO!!! ma in pura fase speculativa e pochi!
    - LE MATERIE PRIME VANNO BENE, MA MEGLIO L'ORO
    DUE CHIACCHIERE, PER FINIRE, SUL DOLLARO: STO SUGGERENDO DI RIDURRE IL PESO DEGLI INVESTIMENTI IN DOLLARO. PORTARE A CASA I PROFITTI NON E' SBAGLIATO IN UN CONTESTO AGOSTIANO DOVE IL DOLLARO AVREBBE BISOGNO DI ANDARE IN AREA 1,28 PER RIDARE FIATO ALL'ECONOMIA USA (che batte in testa) E L'EURO, DOPO SETTE MESI IN CUI E' STATO VENDUTO...POTREBBE AVER BISOGNO DI SANE RICOPERTURE (grazie alle speranze estive di Draghi e company)

    Grafico perEUR/USD (EURUSD=X)

    SVIZZERA
    una nota stonata nella giornata odierna? I titoli obbligazionari svizzeri hanno toccato il record di rendimenti negativi.....Per assurdo, in una giornata di euforia...si è assistito a una corsa verso la sicurezza. Agosto è un mese strano e attendiamo gli eventi senza fretta...





    Grafico perENEL Ente Nazionale per L'Energ Elet SPA (ENEL.MI)
    E INFINE...ENEL: LA SCORSA SETTIMANA AVEVAMO DETTO DI ATTENDERE UNO STORNO PER L'ACQUISTO. QUESTA MATTINA HA TOCCATO 2,14 EURO! LA CAPITALIZZAZIONE E' DI CIRCA 20 MILIARDI (e 40 di debiti che già pero' scontano un costo del finanziamento in linea con l'attuale spread)
    L'utile netto ordinario del gruppo - preso a riferimento per la distribuzione del dividendo - nel primo semestre 2012 è pari a 1.640 milioni di euro. Se pensate che in 12 mesi l'utile dovrebbe essere di 3,3 miliardi....capite bene che l'acquisto di MEDIO LUNGO PERIODO DEL TITOLO presenta rischi limitati.
    Infatti anche con lo spread a 750 punti base..il costo del debito aumenterebbe di circa 1,2 miliardi..e il Prezzo Utili sarebbe di 10. i consumi elettrici scendono la sono sempre relativamente anelastici al prezzo...QUINDI ENEL RAPPRESENTA UNA BELLA OPPORTUNITA' DI ACQUISTO DI MEDIO LUNGO PERIODO. una delle tante idee da considerare in questa estate. Anche perchè è società opabile da Eon..specie se in autunno l'italia chiederà il commissariamento...e quindi enel diverrebbe merce di scambio



    PER ESSERE INVITATI AL BLOGECONOMYSOCIAL DOVETE SCRIVERE A MERCATILIBERI@GMAIL.COM INDICANDO NOME COGNOME E RECAPITO TELEFONICO. SARETE CONTATTATI DIRETTAMENTE DA ME (anche in vacanza)

    L'AREA MERCATI E FINANZA CON I PORTAFOGLI E' APERTA SOLO A COLORO CHE HANNO DELOCALIZZATO CON NOI O HANNO UN CONTO A FINECO SEGUITO DA UN NOSTRO PARTNER.






    IO SONO IN VACANZA IN UN PARADISO A QUALCHE ORA DI AEREO DALL'ITALIA, MA SONO OPERATIVO SIA PER CONSIGLI SIA PER ORGANIZZARE GITE A LUGANO, SIA PER L'OPERAZIONE VALKIRIA A BERLINO CHE PER L'OPERAZIONE MERCATO LIBERO VILLAGE 2 A PORTO SEGURO IN BRASILE
    VIA MAIL: MERCATILIBERI@GMAIL.COM

    QUI LA QUALITA' DEL SERVIZIO E' MIGLIORE CHE IN ITALIA, I PREZZI PIU' RAGIONEVOLI, I CONTROLLI FISCALI INESISTENTI, IL MARE DECISAMENTE PIU' PULITO ...DEVONO ACCADERE ANCORA COSE BRUTTE IN ITALIA PRIMA DI RISALIRE LA CHINA..


    infatti leggendo questo articolo....mi viene da ridere pensando ai tagli spagnoli...

    Madrid taglierà 102 miliardi in 3 anni

    È quanto si evince dal piano di bilancio 2013-2014 inviato a Bruxelles

    MADRID - Fra aumento delle entrate e taglio delle spese, il governo spagnolo prevede di tagliare 13,118 miliardi di euro nel 2012, 39 miliardi nel 2013 e 50,1 miliardi nel 2014, pari a un totale di 102,149 miliardi in tre anni, pari a circa il 10% del Pil.È quanto si evince dal piano di bilancio 2013-2014 inviato da Madrid a Bruxelles come contropartita alla dilazione al 2014 dell'obiettivo di stabilità di bilancio. Un piano con tagli superiori al 50% rispetto a quanto era stato preannunciato dal governo Rayoj. SALUDOS





    E VI LASCIO CON UNA NOTA DI UMORISMO CHE BEN VI SPIEGA LA MALAFEDE DI UN BURATTINO COME OBAMA ...E POI PENSATE A SCHETTIMONTI E AGLI ALTRI POLITICI EUROPEI...NON CREDETE A LORO!!! CREDETE SOLO A VOI STESSI E AI VOSTRI AMICI! E VI FARETE IL PIU' BEL REGALO!






    ERA IL FEBBRAIO 2009 E QUESTO MALEFICO BUGIARDO ESSERE ECCO COSA AFFERMAVA PARLANDO ALLA NAZIONE: CHE AVREBBE RIDOTTO DELLA META' IL DEFICIT AMERICANO IN DUE ANNI...E QUA DI SEGUITO QUELLO CHE IN REALTA' E' ACCADUTO
    COME FANNO GLI AMERICANI A VOTARE UN BUGIARDO ! O SONO IGNORANTI O SONO BUGIARDI ANCHE LORO!





    E ORA GUARDATE LA BARZELLETTA DI MONTI...ALLA FACCIA DELL'ONESTA' E DELLA LIBERA INFORMAZIONE: QUEST'UOMO E' UNO DEI PEGGIORI DITTATORI CHE L'ITALIA E IL MONDO ABBIA MAI AVUTO..UN DITTATORE IN MANO AI BANCHIERI E AI MONOPOLISTI:

    L'annuncio campeggiava fino a qualche giorno fa sul sito istituzionale del Dipartimento delle Finanze. «Il rapporto sulle entrate tributarie e contributive», si leggeva in bell'evidenza, «sarà pubblicato nei prossimi giorni». L'avviso, messo online il 9 luglio, in contemporanea con i dati sulle entrate di maggio, è sparito.
    Come si è persa traccia dello stesso rapporto che ogni mese la Ragioneria generale, guidata da Mario Canzio, e il Dipartimento delle Finanze, diretto da Fabrizia Lapecorella, pubblicano per verificare se quanto incassato dal Fisco è in linea con quello che il governo aveva messo in conto.

    Si tratta di un obbligo di legge
    . Lo prevede l'articolo 14 della normativa sulla contabilità pubblica, quella approvata nel 2009, che spiega che il monitoraggio deve, tra le altre cose, analizzare «l'andamento delle entrate rispetto agli obiettivi di gettito programmati con riferimento alle stime contenute nell'ultimo documento di finanza pubblica». Il problema è che gli ultimi due rapporti pubblicati dalla Ragioneria e dal Dipartimento delle Finanze erano andati di traverso a Palazzo Chigi. In quello del 5 maggio, relativo alle entrate del primo trimestre dell'anno era stato evidenziato uno scostamento di ben 4 miliardi di euro nelle entrate pubbliche rispetto alle previsioni fatte dal governo solo un mese prima con il Documento di economia e finanza. Il caso, però, era esploso definitivamente il mese dopo, quando tutta la stampa aveva dato evidenza del rapporto di giugno della Ragioneria e delle Finanze nel quale era stato nuovamente indicato uno scostamento, questa volta di 3,4 miliardi, leggermente inferiore al mese precedente, nell'andamento dei conti pubblici.

    I titoli sul «buco» delle entrate non erano piaciuti a Mario Monti che, immediatamente, aveva dato mandato al sottosegretario all'Economia, Vieri Ceriani, di precisare il dato. La linea del governo, insomma, è stata da subito quella di sminuire il significato del rapporto mensile. Ceriani, infatti, aveva spiegato che si trattava di stime poco significative, perché molte delle misure adottate dal governo (come per esempio l'Imu) avrebbero dato i loro frutti solo nella seconda parte dell'anno. Un dato in grado di fornire qualche indicazione concreta sull'andamento delle entrate, insomma, avrebbe necessariamente dovuto attendere almeno la nuova tassa sulla casa e il gettito dell'autotassazione chiusa solo il 9 luglio scorso. In realtà, il dato più preoccupante contenuto nel rapporto di aprile della Ragioneria e del Dipartimento delle Finanze, riguardava l'Iva...

    Fonte: http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.com/2012/08/la-scala-verso-una-nuova-crescita.html

    Nessun commento:

    Posta un commento

    Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere INFORMARMY.com manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
    INFORMARMY.com modera i commenti non entrando nel merito del contenuto ma solo per evitare la pubblicazione di messaggi volgari, blasfemi, violenti, razzisti, spam, etc.

    LinkWithin

    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...