giovedì 28 giugno 2012

ISTERECTOMIA, APPENDICITE E RETTOCOLITE ULCEROSA


LETTERA

ISTERECTOMIA TOTALE DA ENDOMETRIOSI E ADERENZE DA PARTI CESAREI

Buongiorno Valdo, Mi rivolgo a lei per un aiuto, non trovando più le vie 
giuste d'uscita. Ho 40 anni e, 2 mesi fa, ho avuto un' isterectomia totale. La 
causa secondo i medici era l'endometriosi uterina e tante aderenze causate da 3 
parti cesarei. 

CALCOLO ALLA VESCICA, E RETTOCOLITE DA QUANDO CI FU UN INTERVENTO DI 
APPENDICITE

Dopo l'intervento stavo un po' meglio ma mi hanno diagnosticato il calcolo 
alla vescica. Il medico curante mi ha prescritto Klimatoplank, Dicitel, Lexil 
15, Bioval plus e Nervaxon. Da quando sono stata operata di appendicite soffro 
di retto-colite ulcerosa. 

SCARICHE DOLOROSE E DEBILITANTI CHE TRASFORMANO IL VIVERE QUOTIDIANO IN UNA 
VIA CRUCIS

Le scariche giornaliere sono 3-4 volte la mattina, con dei dolori e presenza 
di sangue e muco. Il tutto ovviamente è accompagnato dai dolori di pancia, 
tantissima stanchezza, voglia di fare zero, irascibilità, malumore, nervosismo, 
gonfiori costanti, pazienza minima per tutto e tutti. Aggiungo che, con mio 
marito, non ho una vita sessuale attiva, anche perché non mi sento a mio agio e 
schivo ogni sua proposta.

EVITO CIBI E BEVANDE SPAZZATURA, MA IL CAFFE' MATTINIERO E LA CARNE SONO LA 
REGOLA

La mia alimentazione è molto disordinata , ma è vero che non mangio la 
cioccolata, gli insaccati, le merendine, e non bevo le bibite gassate e i 
superalcolici. Ogni mattina bevo caffè, e fino il pranzo non metto niente in 
bocca.Il pranzo è sempre in velocità , la solita pasta , il sugo. La cena 
simile al pranzo, e devo dire che in famiglia mangiamo tanta
carne.

SONO DISPOSTA AD AFFRONTARE DIRETTIVE ANCHE RIGIDE A PATTO DI USCIRE DA QUESTO 
TUNNEL DI SOFFERENZA

Vorrei tanto che lei mi desse un aiuto e una mano, per poter formarmi una 
dieta sana ed equilibrata . Ne sarei ancora più felice se mi indicasse delle 
direttive anche rigide su cosa posso e cosa non posso mangiare. Come formare i 
pranzi e le cene. Gioveranno anche ai miei tre bambini e a mio marito. Sono 
stanca di andare avanti cosi. Vorrei tanto svegliarmi riposata, con leggerezza, 
col sorriso e la voglia di vivere serena la giornata, anche  se ci sono dei 
problemi, ma tutti risolvibili.

C'E' ANCHE IL FUMO DI MEZZO

Come lavoro gestisco 4 aziende in Italia e al estero, con mio marito , e sono 
pertanto sotto continuo stress burocratico ed economico. In ultimo volevo dire 
che fumo e che vorrei tanto poter smettere, ma fino ad ora non ci sono 
riuscita.
La ringrazio in anticipo e spero tanto di ricevere una sua risposta in merito. 
Ho intanto acquistato il suo libro Alimentazione Naturale, e non vedo l'ora che 
mi arrivi a casa. Con i miei più sinceri saluti.
Tamara da Trieste

*****

RISPOSTA

IL BISTURI NON STA NELLE TASCHE QUIETO, COME STRUMENTO DI EMERGENZA, MA 
SCALPITA E PRUDE PER APRIRE E SVENTRARE 

Ciao Tamara, Anche tu, pur avendo soltanto 40 anni, porti addosso i segni 
dell'invasivita' medica. Mettere il proprio corpo a disposizione di chi ha dei 
bisturi in saccoccia, equivale a dire "Fai di me quello che vuoi". La tendenza 
ad operare chirurgicamente, anche quando non serve e anche quando altre strade 
terapeutiche sarebbero esperibili, e' un fatto ben noto. Serva di lezione per 
tutti.

PIU' CHE MALATTIE IATROGENE, O MEDICO-CAUSATE , PARLIAMO DI AUTENTICHE 
BATOSTE

Chirurgia non e' mai soltanto tagliare, recidere, asportare e suturare, ma 
implica farmaci prima, durante e dopo, per cui un operato si trasforma in 
vittima sacrificale e in oggetto stabile di sperimentazione medica. I farmaci 
si accumulano poi nel corpo creando acidosi aggiuntiva e gonfiori di assai 
difficile risoluzione. Ogni insulto chirurgico ed ogni insulto farmaceutico 
sono autentici attentati al sistema immunitario che ne salta fuori menomato e 
decapitato.

DISINVOLTE ASPORTAZIONI PRIVE DI SENSO LOGICO

Quando poi si subiscono operazioni  come l'appendicite, che vanno ad intaccare 
direttamente la forza immunitaria, e che avrebbero potuto risolversi al 100% 
con un semplice digiuno di una settimana, non si puo' stare zitti ed astenersi 
dal fare dei commenti al vetriolo. Anche sull'isterectomia totale c'i sarebbe 
molto da ridire.

LA STRADA DELLA RIVENDICAZIONE E DELLA RABBIA NON PORTA A NULLA DI POSITIVO

Pensarci e ripensarci, maledire se stessi e chi ci ha messi fuori 
combattimento, non porta comunque a nulla di concreto. Meglio dimenticare, 
raccogliere i nostri cocci, e riprendere il cammino con maggiore prudenza e 
buon senso, visto che la salute nessuno te la vende dietro l'angolo ma sei solo 
tu che la puoi ricreare e ripristinare passo dopo passo. La prima mossa e' 
quella di darsi una cultura naturalistica e non medica.

FARE USO DEL BLOG

Se vai sul mio blog www.valdovaccaro.blogspot.com, digiti il termine 
rettocolite e trovi una ventina di tesine relative il piu' delle volte a 
persone guarite perfettamente da rettocolite, dopo anni di tormenti. Il segreto 
sta nei cibi crudi e nei centrifugati di carote, e di altri ingredienti tipo il 
topinambur, la patata, la bietola, i cavoli, i finocchi, i cetrioli.

SCARICARE LO SCHEMA NUTRIZIONALE

Per l'impostazione di una dieta vegana rigida ma realizzabile e niente affatto 
draconiana, puoi scaricare dal blog la tesina "Schema vegano tendenzialmente 
crudista", del 16/4/11, che applicherai in modo non rigido ma personalizzato 
sulla base delle tue esigenze e dei tuoi gusti. 

NON SIAMO AFFETTI DA FANATISMO CRUDISTA

Non spaventarti dalla parola crudismo. Approviamo l'uso di patate, patate 
dolci, castagne caldarroste, pop-corn, pannocchie di mais allo spiego, zucche, 
cavoli, cavolfiori, cime di rapa, porri, ed anche i cereali integrali messi per 
alcune ore nell'acqua e poi cuocibili in minor tempo e a basse temperature. 
Ancfhe la pizza vegana e la pasta integraleposso no essere mantenute. Ma chi 
vuole ra[idi risultati deve stare piu' rigidamente alle regole puntando a una 
percentuale di crudo non inferiore all'80%.

FRUTTA SEMPRE LONTANO DAI PASTI E A STOMACO VUOTO

Diventa in ogni caso indispensabile l'abbandono del caffe' di mattina (e in 
qualsiiasi altra parte del giorno), la rinuncia al fumo e la presenza di 
cadaverini nel frigo e sui piatti in cui si mangia. Detta in parole semplici la 
dieta vegancrudista consiste nel succo di agrumi freschi al risveglio, nella 
colazione di sola frutta alle 8 circa, nella crema di avena con semini alle 10 
per chi ha grosse necessita' caloriche, e per chi vuole mantenere e crescere di 
peso. Altri due pasti sazianti di frutta possono essere presi alle 16 e alle 18 
del pomeriggio. 

PRANZO E CENA  RIDOTTI AL PIATTONE DI INSALATA E A UN SECONDO PIATTO VEGANO 

Per pranzo e cena, necessariamente alleggeriti  per l'abbondanza di pasti 
fruttariani periferici, ci sara' un primo piatto d'esodio carico di verdura 
cruda, condito con olio extra-vergine e aceto di mele, accompagnabile da un 
buon pane integrale, seguito da un secondo di patate e legumi, oppure da un 
piatto di cereali, o da un piatto di gnocchi, o da una pizza o da una pasta 
vegane. La manciata di mandorle, noci e pinoli, puo' essere presa alla fine del 
pasto di pranzo e cena.

NELLE FASI INIZIALI SERVIRA' PRUDENZA E PROGRESSIONE

Ovvio che con la rettocolite ulcerosa dovrai all'inizio andarci piano e con 
prudenza, testando i cibi che si confanno di piu' al tuo organismo. Non 
dovrebbero esserci problemi con i centrifugati di carote e e di mele, con le 
patate,coi cavolini di Bruxelles, coi cavolfiori e coi porri e con le zucche. 
Nemmeno coi cavoli tagliati sottili o coi passati di verdure cotte al minimo. 
Chi teme il cibo crudo fara' bene a ricordarsi che uno dei medici di 
straordinario e maggior successo nella storia fu il zurighese Max Bircher-
Benner, che curo' per anni le coliti della famiglia degli Zar di Ruissia 
mediante diete verduriane e crudiste.

Valdo Vaccaro

Fonte: http://valdovaccaro.blogspot.com/2012/06/isterectomia-appendicite-e-rettocolite.html

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere INFORMARMY.com manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
INFORMARMY.com modera i commenti non entrando nel merito del contenuto ma solo per evitare la pubblicazione di messaggi volgari, blasfemi, violenti, razzisti, spam, etc.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...