sabato 28 aprile 2012

La Blackwater, i Cavalieri di Malta e l'Ultima Crociata



Gli articoli che di seguito leggerete, che parlano delle imprese belliche USA-BLACKWATER nel Medio Oriente e in Iraq, hanno un unico comune denominatore: le guerre intraprese dagli USA e dalla Blackwater(adesso rinominata in Academi) hanno una forte componente Cattolica Romana, con forti connessioni sia con i fondamentalisti cristiani che con l'ala dell'ultra destra dei Cavalieri di Malta e dell'Opus Dei. La loro impresa è sinteticamente riassumibile con una sola parola: CROCIATA. Una crociata sotto le mentite spoglie del cosiddetto "imperialismo", che storicamente altro non è mai stato che la ricerca della supremazia della Chiesa Romana in tutto il mondo. I Cavalieri di Malta si chiamano anche SOVRANO MILITARE ORDINE DI MALTA (SMOM); questa denominazione evidenzia maggiormente il carattere militare dell'Ordine, in quanto il suddetto ha storicamente assunto la difesa militare dei territori sottratti dai crociati ai Musulmani. I Cavalieri di Malta sono le milizie del Papa; le loro attività principali sono due: la prima è l'attività di copertura, cioè l'assistenza ai poveri e ai sofferenti; la seconda è il loro principio cardine, cioè la difesa militare della Fede Cattolica Romana in tutto il mondo. Siatene certi che queste considerazioni non le sentirete mai dalla bocca dell' Opus Dei Maurizio Blondet e soci, i quali sono i controllori e i filtri di quello che deve essere divulgato e pensato in Italia, il quartier generale della Chiesa Cattolica Romana e la Sede centrale dello SMOM, la quale si trova, per la precisione, a Roma, in Via Condotti. Partiamo adesso dalle scottanti dichiarazioni di Seymour Hersh, che non è un anonimo qualunque che fa dei blog per hobby, ma è un notissimo giornalista statunitense che ha vinto numerosi premi giornalistici, tra cui il premio Pulitzer nel 1970 per le sue inchieste in ambito militare, tanto per chiarirci. Lo stesso Hersh che, una volta messo il coltello nella piaga con le sue dichiarazioni che leggerete nel primo articolo sotto tradotto (tratto da The Raw Story), è diventato improvvisamente un "pazzo complottista", suscitando una ridda di patetiche polemiche e smentite; chissà mai perché!


Seymour Hersh: Gli Alti Esponenti Militari Americani fanno parte dei "Cavalieri di Malta" e dell' "Opus Dei"

di
Stephen C. Webster
21 maggio 2011
traduzione: http://nwo-truthresearch.blogspot.it/






Il veterano reporter investigativo Seymour Hersh ci ha rilasciato diversi articoli importanti nel corso della sua vita, ma la scoperta di società segrete all'interno delle più alte sfere militari americane sarebbe probabilmente il più grande colpo per la sua carriera. Bene, preparatevi per la tempesta mediatica, perché questo è quello che Hersh ha detto recentemente ad un uditorio a Doha, in Qatar, secondo un rapporto pubblicato all'inizio di questa settimana da Foreign Policy.
Parlando in un campus della School of Foreign Service della Georgetown University (una scuola dei Gesuiti, ndt), Hersh ha detto che stava lavorando ad un nuovo libro dove spiegava "come otto o nove neoconservatori, radicali se vogliamo, hanno rovesciato il governo americano". Secondo le citazioni pubblicate, egli ha continuato affermando:"Non è solo il fatto che i neocon abbiano preso il sopravvento, ma la facilità con cui lo hanno fatto - come il Congresso sia scomparso, come la stampa sia diventata parte di questo, come il pubblico lo abbia accettato." Hersh ha anche lamentato la continuità del Presidente Obama rispetto ai peggiori abusi dell'amministrazione Bush. "Proprio quando avevamo più bisogno di un uomo di colore arrabbiato, non lo abbiamo ottenuto," egli ha riferito. Il report di Foreign Policy ha aggiunto che, nel 2003, quelli "nel negozio di Cheney" non erano interessati circa il caos che l'invasione in Iraq era destinata a causare.
Hersh ha detto:"L'atteggiamento era, 'Cos'è questo? Perché sono tutti preoccupati, i politici e la stampa? Essi sono preoccupati per alcuni saccheggi?'". "Non hanno capito? Stiamo per cambiare le moschee in cattedrali. E quando avremo tutto il petrolio a nessuno fregherà più niente. Questo è l'atteggiamento. Stiamo per cambiare le moschee in cattedrali. Sono qui per dire che è questo l'atteggiamento che pervade una grande percentuale del Comando per le Operazioni Speciali Congiunte [Joint Special Operations Command - JSOC].
Egli ha inoltre affermato che il generale Stanley McChrystal, il vice ammiraglio William McRaven e altri nel JSOC erano membri dei "Cavalieri di Malta" e dell' "Opus Dei", due ordini cattolici poco conosciuti.
Hersh ha continuato:"Essi capiscono quello che stanno facendo - e questo non è un atteggiamento atipico tra diversi militari - è una crociata, letteralmente. Si vedono come i protettori dei Cristiani. essi li stanno proteggendo dai Musulmani [come nel] 13° secolo. E questa è la loro funzione." Ha aggiunto che i membri di queste società hanno sviluppato una serie segreta di decorazioni che rappresentano "l'intera nozione che questa è una guerra culturale" tra le religioni.
Fu il presidente George W. Bush che per primo invocò le immagini di una guerra santa in Medio oriente, quando suggerì, subito dopo l'11 settembre, che gli Stati Uniti stavano compiendo una "crociata" nella regione.
I "Cavalieri di Malta" sono un ordine Cattolico fondato nel 1085 [il loro sito web parla del 1048, ndt] come gruppo di monaci che curavano i feriti. Si evolvettero in un ordine militare che salvaguardava i pellegrini cristiani dai musulmani nel corso delle nove "Crociate", in cui gli stati Cristiani dell'Europa misero sotto assedio i musulmani per il controllo di Gerusalemme.
L'Opus Dei, popolarmente raffigurato nel film di Hollywood "Il Codice Da Vinci", è stato fondato nel 1928 e ufficialmente accettato come parte della Chiesa cattolica nel 1947. Il sito web del gruppo affermava che la loro vocazione principale era quella di realizzare un "rinnovamento cristiano" intorno al mondo.
[...]
link articolo originale: http://www.rawstory.com/rs/2011/01/21/highranking-members-military-part-knights-malta-opus-dei-reporter-claims/



A conferma delle dichiarazioni di Seymour Hersh e della ridda di polemiche suscitate si legga anche Seymour Hersh and the men who want him committed.

E adesso passiamo alla Blackwater.
Tanto per iniziare guardatevi qualche video delle loro imprese umanitarie tratte da un articolo di Harper's Magazine

"The Warrior Class": I Video Blackwater

di
Harper's Magazine
3 aprile 2012
traduzione: http://nwo-truthresearch.blogspot.it/






Il numero di aprile di Harper’s Magazine include “The Warrior Class,” un reportage di Charles Glass sull'aumento dei contraenti privati di sicurezza a partire dal 9/11. La conclusione del pezzo descrive una serie di video mostrati a Glass provenienti da una fonte che aveva lavorato per la società di sicurezza privata Blackwater (ora Academi, precedentemente Xe Services) in Iraq. Clip e foto dei video sono riportati di seguito, introdotti dalle descrizioni di Glass:


Il primo [video], identificato come "Baghdad, Iraq, maggio-settembre 2005", mostrava convogli della Blackwater in corsa attraverso la città. Improvvisamente, la porta di un SUV Blackwater si apre e un fucile spara nel traffico di passaggio. Il mio compagno ha detto:"Hanno aperto la porta". "Non si potrebbe mai rompere il sigillo".




Una foto mostrava ancora alcuni graffiti scarabocchiati su una trave di metallo: QUESTO è PER GLI AMERICANI DELLA BLACKWATER CHE SONO STATI ASSASSINATI QUI NEL 2004. SEMPER FIDELIS 3/5 PS FOTTETEVI



Il nastro successivo era stato perso da una telecamera nella torretta di un blindato. Un [M4A1] sparava dalla torretta alle macchine che si erano fermate per lasciare passare i convogli. Colui che sparava era molto entusiasta e spesso faceva dei giri all'interno delle macchine parcheggiate e su un ponte sopraelevato. Un'altra sequenza mostrava un veicolo del contractor vicino al retro di un'auto, mentre mandava in frantumi il suo parabrezza posteriore



Il filmato continuava. Un Humvee si schiantava su una macchina per mandarla fuori strada. Le guardie imprecavano ai passanti. Veicoli più corazzati si schiantavano contro auto civili.



Gli elicotteri Blackwater sparano a bersagli al di sotto in una strada di Baghdad




E per quanto riguarda il nastro datato 1 aprile 2006 che è stato girato dal sedile anteriore della quarta vettura in un convoglio armato? Percorrendo un ampio viale a Baghdad, il veicolo principale deviò vicino al cordolo di uno spartitraffico. Una donna in un completo burka nero cominciava ad attraversare la strada. Il veicolo colpì la donna e sbatté il suo corpo incosciente nella grondaia. Le auto rallentavano per un attimo, ma non si fermavano, né mai accertavano se la vittima fosse viva o morta. Una voce nell'auto dove si riprendeva il video ha detto:"Oh, mio Dio!" Eppure nessuno si sentiva chiedere aiuto per lei alla radio. In modo molto nauseante la sequenza era stata montata su una canzone degli AC/DC, il cui martellante ritornello metallico affermava:"Sei stato...Fulminato!"



Il nastro termina con l'iscrizione A SOSTEGNO DELLA SICUREZZA, DELLA PACE, DELLA LIBERTA' E DEMOCRAZIA OVUNQUE.


link articolo originale: http://harpers.org/archive/2012/04/hbc-90008515


Una delle maggiori evidenze del legame della Blackwater con il "Cavalieri di Malta" e l' "Opus Dei" sarebbe Joseph Edward Schmitz, l'ex ispettore generale del Pentagono ed ex capo delle operazioni della Blackwater, educato presso la Gesuita Georgetown University e membro sia dello SMOM (nota) che dell'Opus Dei.
Leggiamo di Joseph Edward Schmitz in un articolo ad opera di Frank Morales e dal titolo OPUS DEI: THE VATICAN-PENTAGON CONNECTION:




"Un attuale membro dell'Opus Dei degno di nota è Joseph E Schmitz. Un ex ispettore generale del Pentagono, diventato, nel 2005, capo delle operazioni per la Blackwater Worldwide, la società di sicurezza privata. Mentre al Pentagono era stato incaricato con il compito di sorvegliare tutti i contratti di guerra in Iraq e Afghanistan. La sua connessione con i profittatori di guerra è diventata ben nota. Almeno 2000 miliardi di dollari sono andati "dispersi" da parte del Pentagono durante la sua guardia. Poco dopo che Schmitz prosciolse i suoi amici nell'industria bellica egli annunciò che stava per andare a lavorare per la Blackwater, dove è oggi.
In un discorso del 2004 Schmitz disse:"Nessun americano oggi dovrebbe mai dubitare che teniamo noi stessi come responsabili dello stato di diritto sotto Dio. Qui sta la differenza fondamentale tra di noi e i terroristi". Oltre alla sua appartenenza all'Opus Dei, Schmitz è anche membro del Sovrano Militare Ordine di Malta, una milizia cristiana formata nel 11° secolo, anteriormente alle prime Crociate, con la missione di difendere i territori che i crociati avevano strappato ai musulmani. La leadership Blackwater fa pensare che essi stiano seguendo quella direzione."
Passiamo adesso ad un articolo del "complottista" The Economist, che ci riferisce di due ex dipendenti Blackwater che, sotto testimonianza giurata, affermavano che Erik Prince, il capo della Blackwater, vedeva se stesso come un crociato contro i musulmani.

Erik Prince e l'Ultima Crociata

Da The Economist
6 agosto 2009
traduzione: http://nwo-truthresearch.blogspot.it/






Le più recenti accuse contro la Blackwater, la società di sicurezza americana, sono orrende. Con il compito di garantire la sicurezza per i funzionari americani in Iraq e in Afghanistan, la società è già sotto inchiesta per i morti fucilati in Iraq. Ora, due ex dipendenti stanno accusando Erik Prince, capo della Blackwater, di voler iniziare una crociata religiosa contro i musulmani. In una dichiarazione giurata dinanzi ad un tribunale in Virginia, uno dei testimoni ha detto che il Signor Prince "si vede come un crociato cristiano con il compito di eliminare i musulmani e la fede islamica dal mondo." La dichiarazione continua:

"A tal fine, il signor Prince ha intenzionalmente dislocato in Iraq certi uomini che condividevano la sua visione della supremazia Cristiana, ben sapendolo, e volendo questi uomini per cogliere tutte le opportunità disponibili per uccidere gli iracheni. Molti di questi uomini utilizzano segnali di richiamo basati sui Cavalieri Templari, i guerrieri che combatterono le crociate.
Il Signor Prince conduce le sue aziende in un modo che ha incoraggiato e premiato la distruzione della vita irachena. Ad esempio, gli esecutivi del Signor Prince parlano apertamente di andare in Iraq per "stendere gli Hajiis sul cartone". [nota aggiunta da nwo-truthresearch: il termine Haji è un titolo onorifico dato ai musulmani che hanno fatto un pellegrinaggio alla Mecca, ma la parola assume spesso un senso peggiorativo quando viene utilizzata dal personale militare americano]. Andare in Iraq per sparare e uccidere gli iracheni è stato visto come uno sport e un gioco. I dipendenti del Signor Prince usavano costantemente e apertamente dei termini razzisti e offensivi verso gli iracheni e gli altri arabi, come ad esempio "ragheads" [nota di nwo-truthresearch: il termine peggiorativo vuol dire letteralmente teste con stracci, indicano con questi turbanti o Kefiah] o "hajiis."
Il Signor Prince è inoltre accusato di aver cercato di coprire i misfatti della Blackwater, che presumibilmente includono l'affarismo e il contrabbando d'armi, uccidendo i dipendenti che tentavano di denunciare l'azienda. E' proprio una bella storia; chissà se le parti più succose sono vere. Non ho idea se il signor Prince sia un assassino, o se volesse iniziare una nuova crociata. Ma per quanto riguarda la violenza della Blackwater e la mancanza di trasparenza, questa non è una novità. Possiamo rimanere scioccati dai presunti motivi, ma sapevamo i risultati da tempo. Ecco parte di un titolo di una storia sulla Blackwater del Los Angeles Times del 2007: "Una nota della Camera dice che le guardie in Iraq spesso istigano alla violenza, coprono le cattive condotte e evitano le sanzioni legali". Torna indietro e leggi le notizie sulla compagnia, come questo pezzo del New York Times:

"La Blackwater, con sede in Nord Carolina, si è guadagnata, tra gli iracheni e anche tra il personale militare americano in servizio in Iraq, una reputazione di una società che ostenta rapidamente un'immagine aggressiva che porta il suo personale di sicurezza a intraprendere azioni troppo violente per proteggere le persone che è pagata per sorvegliare...
Oggi la Blackwater opera nelle parti più violente dell'Iraq e sorveglia i diplomatici americani più importanti, il che, dicono alcuni funzionari governativi americani, spiega il perché essa sia coinvolta in più sparatorie rispetto ai suoi concorrenti. Le sparatorie incluse nei rapporto [del Dipartimento di Stato] includono tutti i casi nei quali vengono azionate le armi, compreso quelli intesi come colpi di avvertimento. Altri aggiungono che la postura aggressiva della Blackwater nel sorvegliare i diplomatici rispecchi i desideri del suo cliente, l'Ufficio del Dipartimento di Stato per la Sicurezza Diplomatica.
Tuttavia, altri funzionari del governo dicono che la cultura aziendale della Blackwater sembra incoraggiare un comportamento eccessivo. "E' l'ambiente operativo o qualcosa di specifico della Blackwater?" ha chiesto un funzionario del governo. "La mia ipotesi migliore è che sia entrambe le cose."
L'invio di crociati cristiani in un paese musulmano dove si sta cercando di riportare la pace è ciò che io chiamerei una pessima idea. Forse non era il caso, ma l'invio in un paese di soldati freelance non legati da legge alcuna è ancora una strategia terribile. La mentalità è che prima si spara e poi si fanno domande. E la Blackwater, a volte, era più desiderosa di sparare per prima, guidando. Le ultime accuse sono scioccanti, ma la gran parte della storia non è affatto sorprendente.

link articolo originale: http://www.economist.com/blogs/democracyinamerica/2009/08/erik_prince_and_the_last_crusa

Vi starete già chiedendo cosa c'entrino le parole di Gesù Cristo portate come vessillo da chi fa guerre e imbraccia armi, ma per noi non è certo una novità, infatti ce lo chiediamo anche noi più o meno da circa duemila anni.
Il 13 Ottobre 2007 il "complottista" Newsweek riferiva che:




"Un mese fa, le guardie della Blackwater che proteggevano un diplomatico americano hanno ucciso 17 iracheni apparentemente disarmati in uno scenario caotico all'interno di una piazza di Baghdad. (Dopo l'incidente, la compagnia ha detto di aver agito "legittimamente e adeguatamente in risposta ad un attacco ostile"). Un recente libro, "Blackwater: l'ascesa del più potente esercito mercenario del mondo" di Jeremy Scahill, suggerisce con forza che Prince sia un "neo crociato", un "Teocon" con un'agenda di Supremazia Cristiana.
Vero è che il sito web della Blackwater ha un "Angolo Cappellano" con un messaggio decisamente evangelico. Negli ultimi 15 anni, Prince afferma di aver partecipato a "una o due" riunioni del Council for National Policy, un'organizzazione della destra cristiana fondata dal reverendo Tim LaHaye, autore della serie "Left Behind". Ma Prince minimizza qualsiasi connessione tra la sua religione e la sua attività. "Guarda", dice, "Io sono un cattolico praticante, ma non c'è bisogno di essere cattolici, non c'è bisogno di essere cristiani per lavorare per la Blackwater."
Ancora vediamo il messaggio evangelico che va di pari passo ad un esercito mercenario di assassini che ammazzano "legittimamente e adeguatamente" i musulmani, rievocando i tempi delle crociate.
Un altro articolo del New York Times dell'8 Ottobre 2007 affermava che:



"Legami politici repubblicani scorrono nel profondo nella sua famiglia, molto prima che Mr. Prince nel 1997 fondasse la Blackwater. Quando era un teenager, leader conservatori come Gary Bauer, adesso presidente dell'American Value, erano ospiti di casa. James C. Dobson, il fondatore dell'organizzazione evangelica Focus on the Family, diede l'elogio funebre al funerale di suo padre nel 1995. "Il Signor e la Signora Dobson sono amici di Erik Prince e di sua madre, Elsa Broekhuizen", ha affermato un comunicato di Focus on the Family."
Andiamo avanti con altri articoli. Adesso è la volta del The Malta Independent Online

Documento del Parlamento Europeo: "Malta è la base operativa della Blackwater"


di
Noel Grima
The Malta Independent Online
14 Ottobre 2007
traduzione: http://nwo-truthresearch.blogspot.it/






Un documento di lavoro del Parlamento Europeo redatto da Giovanni Claudio Fava ha affermato che "Malta è la base operativa della Blackwater, l'organizzatrice delle milizie private militari che stanno assumendo ruoli sempre più grandi, le quali sono solite essere accompagnate dalle forze Usa in Iraq e altrove."
I media americani di sinistra e contro la guerra sono in pieno grido riguardo ai cambiamenti subdoli e sottili che hanno reso la Blackwater il nuovo simbolo della pretesa supremazia americana, portata avanti da altre forze oltre all'esercito regolare.
Il senatore democratico della California Henry Waxman ha tenuto una serie di audizioni sulla diffusione della Blackwater, ma anch'esse, le affermazioni più anti guerra dei media, si sono trattenute dall'osservare il quadro intero.
Così, le quattro ore di interrogatorio del direttore della Blackwater Eric Prince si sono disperse nei dettagli, anche, per esempio, con la scoperta di un "accordo" del dicembre 2006 negoziato dal Dipartimento di Stato come compensazione per un poliziotto iracheno ucciso da un impiegato della Blackwater.
Ma è stato solo il Repubblicano Darrell Issa che ha documentato lo stretto legame tra Prince e l'amministrazione Bush. Alla vigilia delle udienze Oliver North, l'ex colonnello che fu condannato per lo scambio di armi con la cocaina nella lotta contro il comunismo in Nicaragua, ha accusato il senatore Waxman di una grande "caccia alle streghe".
Dennis Kucinich, un Democratico dell'Ohio, ha sostenuto che, poiché le funzioni dei militari erano state privatizzate, era interesse della Blackwater quello di prolungare la guerra, piuttosto che porle fine.
Un articolo di Salon.com riportava le accuse di Jeremy Scahill sul fatto che i fondamentalisti cristiani che stanno dietro alla Blackwater fossero il nocciolo duro a favore della guerra di George Bush e Dick Cheney e del loro "patrono", l'ex Segretario di Stato George Schultz.
I genitori di Erick Prince, Edgar Prince e sua moglie Elsa Prince Broekhuizen, attraverso la loro fondazione finanziano il Council For National Policy, una società ultra-segreta che si è riunita a Salt Lake City il 28 Settembre per ascoltare Dick Cheney che sosteneva l'eventualità di un attacco all'Iran.
Prince Senior è uno dei pilastri della Christian Coalition di Gary Bauer e del Family Research Council di James Dobson.
Eric Prince, attraverso la sua propria fondazione, la Freiheit Foundation, finanzia il Christendom College (Cattolico Romano, ndt), l'Institute for World Politics, Crisis Magazine (Cattolico Romano, ndt) e Prison Fellowship di Chuck Colson (un'organizzazione noprofit che cerca la trasformazione del carcerato e la sua riconciliazione con Dio, la famiglia e la comunità, attraverso il potere e la verità di Gesù Cristo, il quale sarà felice di divulgare la sua parola con i soldi di un assassino mercenario, ndt). Prince finanzia anche i Legionari di Cristo e Christian Freedom International.
Quando aveva ancora 27 anni, Eric Prince fondò la Blackwater USA. Lui e quelli che si unirono a lui approfittarono di più di 1000 milioni di dollari presi come contratti dal 2000 al 2006.
Nel 2004 Cofer Black passò dalla CIA al Dipartimento di Stato e da allora diventò vice presidente della Blackwater. Mentre era ancora nella CIA, Black fu il responsabile delle "estradizioni speciali", che organizzavano il trasferimento segreto dei prigionieri dall'Iraq o dall'Afghanistan ai paesi meno rigidi contro la pratica della tortura, come la Polonia, la Romania, l'Egitto, e così via.
Questi aerei, che viaggiarono tra Abu Ghraib, Guantanamo e Afghanistan, spesso facevano scalo in molti paesi europei come il Regno Unito, l'Italia, la Francia, la Germania e Malta, molte volte senza che i paesi stessi fossero informati di quello che stava accadendo.
Ora, il procuratore svizzero Dick Marty ha inviato i documenti relativi alle "prigioni volanti della CIA" al Parlamento Europeo e nomina due sussidiarie della Blackwater - Presidential Airways e Aviation Worldwide Services.
Il documento di Giovanni Claudio Fava, a nome del Parlamento Europeo, afferma che le due società hanno utilizzato aerei CASA C-212, di solito utilizzati per il trasporto di paracadutisti e di grandi carichi e anche in grado di atterrare in punti di atterraggio improvvisati.

link articolo originale: http://www.independent.com.mt/news.asp?newsitemid=59033

[nota nwo-truthresearch: il documento di Giovanni Claudio Fava è consultabile qui. Di seguito riportiamo uno screenshot del documento riguardo al passo citato nell'articolo



Dal sito web di Claudio Fava estraiamo la sua biografia da "complottista":

Deputato europeo e coordinatore nazionale di Sinistra Democratica, oggi Claudio Fava è tra i promotori della lista e del progetto politico di Sinistra e Libertà.
Claudio Fava è nato a Catania il 15 aprile 1957. Laureato in Giurisprudenza, giornalista professionista dal 1982, ha lavorato per il Corriere della Sera, l'Espresso, l'Europeo e la Rai, in Italia e dall'estero.
Dal 1984, dopo l'uccisione del padre, ha assunto la direzione de "I Siciliani" raccogliendo, assieme a tutti gli altri giovani compagni della redazione, il testimone di una battaglia che ha saputo fare di questa rivista un laboratorio di nuova cultura della legalità e dell'impegno antimafioso.
Corrispondente per l'Espresso dall'America Latina alla fine degli anni Ottanta, è stato inviato speciale per molti giornali su numerosi fronti di pace e di guerra, dalla Somalia alla Cambogia, dall'Algeria al Libano, dal Salvador al Cile. Dal 1994 è editorialista de l'Unità.
Claudio Fava ha sempre incrociato l'attività professionale con l'impegno politico. Tra i fondatori della Rete, Fava è stato deputato all'Assemblea regionale siciliana nel '91 e al Parlamento nazionale dal 1992 al 1994.
Componente della Direzione Nazionale dei Democratici di Sinistra e segretario del partito in Sicilia dal 1999 al 2001, oggi è tra i fondatori del movimento Sinistra democratica per il Socialismo europeo.
Il 13 giugno 2004 è stato rieletto, per la seconda volta, deputato al Parlamento Europeo, nella lista 'Uniti nell'Ulivo', con 221.958 preferenze.
Iscritto al Gruppo del Socialismo Europeo (PSE), è primo Vice Presidente dell'Assemblea parlamentare euro-latino americana. Membro della Commissione per le Libertà pubbliche, sostituto della Commissione Diritti umani e della Commissione per lo sviluppo regionale, nel 2006 Claudio Fava è stato relatore della Commissione d'inchiesta del Parlamento Europeo sui sequestri illeciti operati dalla Cia nel territorio europeo. Proprio per il lavoro sulla CIA il settimanale britannico “The Economist” lo ha premiato come il miglior parlamentare europeo dell’anno 2007.
Sempre nello stesso anno, ha guidato la missione dell'Unione Europea per l'osservazione delle elezioni in Nicaragua.
Autore di numerosi libri e romanzi, Fava scrive anche per il teatro e per il cinema. Assieme a Monica Zapelli e Marco Tullio Giordana, é autore della sceneggiatura de "I cento passi" premiata, nel 2001, con il Leone d'Oro al festival di Venezia, con il Davide di Donatello e con il Nastro d'Argento.
P.S.: nwo-truthresearch non vuole, citando Fava, sostenerne per questo la visione e le scelte politiche; nwo-truthresearch, pur avendo ideali di difesa e di promozione dei diritti umani, non è schierato politicamente con i partiti politici esistenti nel panorama italiano o europeo.]

Adesso è la volta di un articolo tratto da uruknet.info

I Teocon Statunitensi Combattono in Iraq


da uruknet.info
2 Maggio 2007
traduzione: http://nwo-truthresearch.blogspot.it/





IL CAIRO - Molto è stato scritto circa la privatizzazione della guerra in Iraq, ma nel suo libro bestseller Jeremy Scahill getta parecchia luce necessaria a capire le radici ideologiche della più grande società privata americana di mercenari e i suoi collegamenti con i teocon e la milizia cristiana del Sovrano Militare Ordine di Malta.
Il libro "Blackwater: The Rise of the World's Most Powerful Mercenary Army" espone la più grande e permeante influenza della maggiore azienda privata di mercenari con base nel Nord Carolina.
Scahill scrive che la società, immaginando se stessa come la FedEx delle operazioni di difesa e sicurezza, dispone attualmente di oltre 500 milioni di dollari in contratti con il governo degli Stati Uniti, senza contare i contratti segreti "black budget" per le agenzie di intelligence statunitensi.
Essa ha un contratto da 300 milioni di dollari con il Dipartimento di Stato, che risale al 2003, quando si è assicurata un contratto senza gara d'appalto per il controllo dell'Iraq all'epoca dell'amministrazione di Paul Bremer.
La Blackwater ha dispiegato migliaia di soldati privati altamente addestrati in Iraq e in Afghanistan.
All'inizio del 2004, quattro dei essi caddero in un'imboscata e i loro corpi furono bruciati e lasciati penzolare per ore da un ponte di Fallujah, ad ovest di Baghdad, provocando massicci attacchi di rappresaglia contro la città.
Fondata nel 1996, la Blackwater è diventata la più grande base militare privata nel mondo, con una flotta di 20 aeromobili e 20.000 soldati in stand-by.
Secondo un rapporto del Government Accountabiliy Office i contractor privati costituiscono la seconda più grande "forza" in Iraq, con non meno di 48.000 soldati privati che operano senza vincoli di legge e le cui morti non sono elencate nel conteggio delle morti del Pentagono.

Teocon

Scahill scrive che il fondatore e presidente della Blackwater, il riservato, neo-crociato e multi miliardario Erik Prince, è un importante finanziatore del presidente George Bush.
Dal 1998 egli ha donato 200.000 dollari ai candidati repubblicani.
Prince, scrive Scahill, mostra come i "fondamentalisti cristiani politicamente potenti e i neocon stanno premendo in avanti con la loro battaglia per quella che chiamano 'libertà' e 'democrazia'".
Egli ha connessioni con gruppi cattolici conservatori e finanzia associazioni di destra attraverso la Freiheit Foundation.
Prince ha anche associato la missione della Blackwater al movimento teocon, un'ideologia conservatrice basata sulla convinzione che la religione dovrebbe svolgere un ruolo importante nella formazione delle politiche pubbliche.
"Ognuno porta le pistole, proprio come il profeta Geremia che ricostruisce il tempio in Israele - una spada in mano e una cazzuola nell'altra", egli disse una volta.
Secondo l'enciclopedia Wikipedia il termine teocon si riferisce ai membri della destra cristiana, in particolare quelli la cui ideologia è una sintesi di elementi di conservatorismo americano, conservatorismo cristiano e conservatorismo sociale, espresso attraverso mezzi politici.
"I teocon sostengono anche che l'America ha le sue radici in un'idea, ma credono che l'idea sia il cristianesimo", ha scritto Jacob Heilbrunn nel 1996 in un articolo intitolato Neocon v. Teocon.
Nel 2006 Damon Linker pubblicò un libro intitolato "I Teocon: America Secolare Sotto Assedio".

Ideologia delle Crociate

Gli alti dirigenti della Blackwater, come Joseph Schmitz, non solo sottoscrivono l'ideologia teocon, ma sono anche membri del Sovrano Militare Ordine di Malta, una milizia cristiana che aveva la missione di difendere i territori che i crociati strappavano ai musulmani. Prima di entrare nella Blackwater come capo delle operazioni e consigliere generale, Schmitz supervisionò tutti i contratti di guerra in Iraq e in Afghanistan.
Egli era l'ex ispettore generale del Pentagono durante i primi anni della guerra in Iraq.
Schmitz, dice Scahill, "viene da una delle famiglie più bizzarre, sommerse da scandali e politicamente destrorse nella storia degli Stati Uniti."
Il Sovrano Militare Ordine di Malta cominciò come carità cristiana a Gerusalemme nel 1048, al fine di fornire assistenza ai pellegrini poveri e ai malati in Terra Santa.
Dopo la conquista della città santa nel 1095, durante la prima crociata, divenne un ordine cattolico militare.
Dopo che i musulmani si ristabilirono a Gerusalemme, l'ordine operò da Rodi e in seguito da Malta, dove esso amministrava uno stato vassallo sotto il viceré spagnolo di Sicilia.
I combattenti dell'ordine, conosciuti come Cavalieri Ospitalieri, aiutarono i crociati nei raid verso i paesi musulmani vicino alle coste d'Italia, tra cui la Tunisia, la Libia e il Marocco.
Il Sovrano Militare Ordine di Malta è uno stato situato a Roma ed è riconosciuto da 50 paesi in tutto il mondo.
E' accusato di condurre massiccia opera missionaria nelle regioni tormentate dei paesi musulmani, come il Darfur e il Sudan, con il pretesto degli aiuti e della carità.
I suoi membri devono fare una solenne lettura di giuramento:"Mi fornirò di armi e munizioni affinché io possa essere pronto quando il comando è approvato, o mi sia stato ordinato di difendere la chiesa sia come individuo o insieme alla milizia del Papa."

link articolo originale: http://www.uruknet.info/?p=m32592&hd=&size=1&l=e

Leggi anche altri articoli da questo blog relativi al tema:
Blackwater: Cavalieri di Malta in Iraq
Cavalieri di Malta: introduzione
Il Programma dei Cavalieri di Malta
Le connessioni dell'Amministrazione Obama con i Gesuiti e il Vaticano

Fonte: http://nwo-truthresearch.blogspot.com/2012/04/la-blackwater-i-cavalieri-di-malta-e.html

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere INFORMARMY.com manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
INFORMARMY.com modera i commenti non entrando nel merito del contenuto ma solo per evitare la pubblicazione di messaggi volgari, blasfemi, violenti, razzisti, spam, etc.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...