lunedì 20 febbraio 2012

VAGINITE, PSORIASI E MAGGIOR RIGORE CRUDISTA

LETTERA

COL FREDDO GLI SGARRI NON MANCANO

Caro Valdo, Come stai? Spero e credo bene! Sono Clara, ti ho scritto l'8 giugno 2011 e poi il 29 settembre 2011. Ti ho raccontato della mia psoriasi, tu mi hai dato i tuoi consigli, io li seguo quasi tutti, a volte sgarro però, specialmente con il freddo mi concedo
mezzo bicchiere di vino rosso, la pizza vegetariana, cibi cotti ma sempre vegetali o legumi, preceduti sempre dall'insalata.

BRUCIORI INTIMI E PERDITE

La mia psoriasi è migliorata nel senso che ne ho molto di meno rispetto a prima, ma c'è ancora. Inoltre è comparsa in zone dove prima non c'era ad esempio le areole del seno. A tal proposito ti volevo chiedere se la psoriasi si manifesta anche ai genitali interni, poiché da circa due mesi accuso bruciori intimi con abbondanti perdite giallognole, inodori o leggermente acide. All'inizio le perdite erano di colore giallo quasi verde.

ARROSSAMENTO ED IRRITAZIONE IN ZONA VAGINALE

Zona genitale arrossata e dolorante, nonché forti bruciori, mi impediscono di avere rapporti intimi. Ora ho fastidio anche quando mi siedo. Pure l'uretra è irritata. In certi giorni i fastidi sembrano diminuire poi si accentuano di nuovo. Sarà psoriasi o cosa? Ho letto le tue tesine riguardanti le vaginiti, mi lavo con acqua e sale, il decotto con semi d'ortica non l'ho ancora provato, lo faccio?

NON VOGLIO CADERE NELLA TRAPPOLA DEGLI ANTIBIOTICI

Aiutami ti prego, se vado dal medico mi riempirà di ovuli, lavande e antibiotici che non voglio proprio usare. Ci sono cibi o abitudini che devo evitare? Ti ringrazio tanto e ti abbraccio
Clara

*****

RISPOSTA

LA RIGOROSITA' E' SPESSO UN INGREDIENTE FONDAMENTALE E NON QUALCOSA DI OPTIONAL

Ciao Clara, c'è solo una cosa che manca nel tuo attuale repertorio, ma è una cosa basilare, un ingrediente fondamentale. Si chiama rigorosità. Chi è in condizioni accettabili può anche permettersi di prendere le cose alla larga e all'incirca. Tu no. Sei infatti impregnata di acidificazione e di vecchi depositi di sostanze chimiche da farmaci o vaccini che il tuo corpo ha stoccato in diversi punti del corpo. Serve a maggior ragione, nel tuo caso, quella tuta mimetica, quell'elmetto e quel coltello tra i denti che invoco spesso nei casi più recidivi e difficili.

PIU' CRUDISMO, PIU' DEPURAZIONE E MENO CIBI INCOLLANTI

Devi riconquistare te stessa. Pertanto via le residue trasgressioni e diamoci sotto col crudismo. Sfruttare le prime verdure di campo primaverili non appena spuntano (tarassaco, acetosa, selene, ecc). Ovvio che il freddo e l'umidità di questa stagione sono fattori aggravanti. La tua psoriasi è dopotutto un sintomo di depurazione, di autoregolazione. E' una ciambella di salvataggio che devi sfruttare e non sgonfiare. E' il tuo corpo che, sotto la spinta (seppur insufficiente) delle migliorie apportate con la dieta, sta mandando fuori veleno.

IL MALE NON E' LA PSORIASI

Se vuoi dare una accelerata a questa processo devi essere più determinata ancora. Inserire magari un digiuno aggiuntivo. Più centrifughe di carote-sedani topinambur-patate-zenzero-rape. Vanno bene anche le radici di bardana e le radici di fitolacca (la comune pianta che fa grappoli di uva falsa). Più respirazione corretta, più movimento. Sopportazione e positività nei riguardi di quanto stai provando perché è l'unico mezzo per guarire davvero. Non devi mandar via la psoriasi ma l'acidificazione e la putrefazione di cui il tuo corpo è tuttora impregnato.

BEN VENGANO LE ESPULSIONI IN TUTTE LE FORME POSSIBILI

Quanto alle perdite in zona vaginale, nulla esiste di più positivo per l'organismo della donna che l'espulsione dei veleni interni in tutte le forme possibili. Persino la candidosi è segno di detossificazione. Meglio avere zero disturbi, ma solo se tale condizione deriva da nostra genuina condizione interna. Quando ci sono invece discariche corporali da smaltire ben vengano le manifestazioni e le attività degli organi emuntori preposti alla escrezione immunitaria.

LA SOMMA STUPIDITA' DI CERTE CURE

Nulla di più sbagliato che opporre barriere tipo bagni astringenti, farmaci, creme o altri procedimenti medici intesi a stoppare il fenomeno e a provocare ritenzione. La ritenzione dei veleni non fa altro che aumentare l'infiammazione e la congestione interna, preparando il terreno a fenomeni più complicati cole le cisti e i tumori.

BAGNI DECONGESTIONANTI E DIETA RIVITALIZZANTE

Nulla altro da fare in questi casi se non un paio di bagni vaginali al giorno (15 minuti con semplice acqua calda e fredda alternate), e un cataplasma notturno di fango da applicare in zona basso ventrale come decongestionante. Per la dieta inserire la malva, il tarassaco, l'equiseto, l'asparago, il porro, i germogli di luppolo e di pungitopo (non appena spuntano in primavera), la cura delle ciliegie.

PSORIASI SIGNIFICA CIBO COTTO E CIBO SPAZZATURA

Tornando alla psoriasi, ti ricordo che è una patologia legata direttamente, ancor più delle altre, all'alimentazione sbagliata e denaturata, ai cibi cotti, ai vegetali cotti, ai pani bianchi, alle pizze pesanti, alle focacce e alle merendine con dentro uova nascoste, latte nascosto, sale nascosto, zucchero nascosto, grassi nascosti. Tende a migliorare in estate, quando il sole riappare e ia natura offre germogli e frutti carichi di forza elettromagnetica, e tende a riapparire d'inverno quando sole e prodotti freschi vengono a mancare.

IL CASO DI DIANE, CITATO DAL DR MALSTROM

Per rompere la catena e puntare a un completo recupero possono anche servire 2 mesi a centrifugati crudi. Poca frutta in questo caso (basteranno i succhi di agrumi di mattina e una mela e dei mirtilli nel pomeriggio), e tanti vegetali crudi. Il dr Stan Malstrom, nel suo eccellente "Own your own body", cita il caso di Diane, una sua giovane insegnante carica di psoriasi in ogni parte del corpo al punto che la scuola era sul punto di licenziarla. Si alimentò di soli vegetali crudi e di germogli per tre mesi e guarì del tutto e per sempre. Diventò pure mamma, cosa che aveva invano tentato di fare nei 7 anni precedenti.

MANTENERE LE TRASGRESSIONI AL MINIMO

Se non ce la fai ad essere rigorosa come un cronografo, limita le trasgressioni al minimo, ed esse siano fatte di cereali integrali (riso integrale, miglio e grano saraceno una volta al giorno), con spruzzata di farina di pistacchi, nonché di patate, cavolfiori e cavolini di Bruxelles, con più lupini e con piselli freschi nella categoria legumi. Pizzette vegane solo se con abbondanza di crudo, tipo rucola, funghi, cipolla, avocado e niente mozzarelle.

Valdo Vaccaro

Fonte: http://valdovaccaro.blogspot.com/2012/02/vaginite-psoriasi-e-maggior-rigore.html

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere INFORMARMY.com manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
INFORMARMY.com modera i commenti non entrando nel merito del contenuto ma solo per evitare la pubblicazione di messaggi volgari, blasfemi, violenti, razzisti, spam, etc.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...