venerdì 9 marzo 2012

DEPIGMENTAZIONE, VITILIGINE E DIETA MEDITERRANEA

LETTERA

VENTUNENNE CRESCIUTA A DIETA MEDITERRANEA

Carissimo Valdo, sono una studentessa di 21 anni cresciuta a prosciutto e mozzarella, cotolette e petti di pollo, in ossequio alla dieta mediterranea moderna, tanto osannata dai miei genitori. Non sono mancati comunque, per mia fortuna, i legumi, la pasta col pomodoro fresco e tanta frutta e verdura.

PELLE DEPIGMENTATA E MACCHIOLINE BIANCASTRE

Dall'estate del 2005 combatto con una depigmentazione della pelle che si manifesta sotto forma di macchioline biancastre, estesa su tutto il torace, e che va via completamente soltanto d'estate con l'aumento dell'esposizione al sole e l'abbronzatura. Inutili sono stati i pellegrinaggi da diversi dermatologi, i quali hanno tutti escluso che si tratti di psoriasi. Qualcuno ha ipotizzato che si tratti di micosi, qualcun altro più recentemente ha accusato l'eccessiva secchezza della pelle, ma nessuno ha mai capito con certezza la natura delle macchie. A nulla sono valsi i costosi cicli di lampade UVB che solo momentaneamente pigmentavano le parti interessate. A nulla le pillole omeopatiche, gli antimicotici e gli integratori assunti per mesi, le creme superidratanti.

LA MIA ALIMENTAZIONE IN SINTESI

Detto questo ti illustro il mio attuale sistema alimentare:
Ore 9.00: COLAZIONE: latte d'avena o di riso con avena in fiocchi, frutta secca, farina di carruba e una mela / crema d'avena con mela, frutta secca e semini, oppure spremuta d'arancia, più mela e frutta secca in tarda mattinata.
Ore 14.00: PRANZO: cereali integrali (grano saraceno,avena, orzo, farro) con verdure / legumi (ceci, fagioli, lenticchie, piselli), oppure raramente pasta non integrale con verdure.
Ore 16.30: SPUNTINO: frutta (banane/mele/kiwi)
Ore 19.00: SPUNTINO: a volte mangio una mela prima di andare in palestra (alle 8).
Ore 22.00: CENA: generalmente un piatto di verdure (tipo segale/verza/cavolo/cavolfiore/broccoli), oppure patate, oppure insalata (di arance/spinaci/finocchi) accompagnata da pane integrale con lievito naturale fatto da me, oppure seitan e tofu con verdure, oppure pizza vegetariana.
Per condire uso solo olio extra vergine d'oliva, per dare sapore utilizzo le spezie (curcuma in particolare), ogni tanto del miso e poco, pochissimo sale. Bevo all'incirca un litro d'acqua al giorno con basso residuo fisso.

IL DOGMA FAMILIARE DELLA DIETA MEDITERRANEA

Purtroppo a causa della fissazione dei miei genitori, in particolare di mia madre, nei confronti della dieta mediterranea, non posso ancora seguire totalmente una dieta vegana, dato che più o meno una volta a settimana mangio pesce e/o uova. Sono invece riuscita ad eliminare totalmente ogni genere di carne, caffè, té, zucchero, burro, prodotti da forno, notando un aumento della resistenza, ma soprattutto della lucidità durante tutto il giorno.

VITA DINAMICA, SPORTIVA E IL PIU' POSSIBILE SALUBRE

Pratico molto sport sia in palestra che all'aria aperta (fitbox/step/walking/pilates/sci/pattinaggio/nuoto/tennis/corsa). Limito il consumo di alcool (vino/super alcolici) e non fumo. Sono alta 1,72 e peso circa 62 kg, per cui credo di non avere necessità di perdere/acquisire peso. Tralasciando l'aspetto psicologico che il passaggio ad un'alimentazione del genere comporta (continue domande da amici, parenti che mi credono impazzita), cerco di condurre una vita quanto più salubre possibile, quel tanto che mi consenta di avere una vita sociale.

CRISI INFLUENZALE SUPERATA COL SEMIDIGIUNO

Una settimana fa ho avuto la febbre (che non avevo da 13 anni) e sono fiera di averla sconfitta con le mie sole forze, senza antibiotici e tachipirine che mia madre voleva assolutamente farmi prendere. Ne ho inoltre approfittato per fare un semidigiuno ad acqua e spremuta d'arancia che ho affrontato senza problemi né crisi eliminative.

CHIEDO DEI CONSIGLI MIRATI CONTRO L'ANTIESTETICA DEPIGMENTAZIONE

Quello che ti chiedo caro Valdo sono, per quanto possibile, dei consigli mirati per poter risolvere in maniera definitiva la fastidiosa ed antiestetica depigmentazione. Ti ringrazio in anticipo. Un forte abbraccio.
Luisa

*****

RISPOSTA

IL TUO E' UN CASO DI VITILIGINE

Ciao Luisa. Da come l'hai descritta, mi sa tanto che si tratta di semplice vitiligine, una dermatite atopica con perdite di pigmento naturale. ossia di melanina. La depigmentazione avviene non a caso nella stagione invernale, quando i melanociti, cellule situate nello strato profondo dell'epidermide, vengono inattivati da una serie di motivi legati al clima sfavorevole, alla mancanza di sole e all'alimentazione mediterranea cotta, carnea, grassa e sostanzialmente devitalizzata. Non se la prenda la tua mammina. Le sue fissazioni sul carnelattismo sono assai diffuse, per cui non mi sento nemmeno di demonizzarla troppo.

SEI DOTATA DI PERSONALITA' E DI CARATTERE SPORTIVO, OLTRE CHE DI BUONSENSO SALUTISTICO

Hai la fortuna di aver preso comunque alcune distanze dai dogmi familiari. L'altra cosa che ti ha finora salvata da guai peggiori come l'obesità, il diabete e l'osteoporosi, è il tuo carattere solare e sportivo che ti aiuta nell’espellere il surplus di intossicazione causato da quel tipo di dieta. Ovvio che la tua giovane età e il buon senso di non fumare e di non trastullarti con le cole e il caffè, sono ingredienti importanti per viaggiare al meglio.

FACCIAMO PURE UNA PICCOLA SCOMMESSA

Se vuoi davvero sconfiggere la vitiligine e rimettere in funzione la pelle devi fare qualcosa di più e di diverso. Devi avere il coraggio di prenderti maggiore libertà dai condizionamenti interni ed esterni. Nulla di drammatico. Puoi tenerti la pasta e la pizza settimanale, ma la base alimentare giornaliera deve andare decisamente verso il crudismo. Possiamo anche fare una piccola scommessa. Lasciati traviare e lasciati rovinare dal mio sistema igienistico per 6 mesi e ti prometto auto-guarigione perfetta. Non ti guarirò, ma sarai tu stessa a guarire. Se fallisco nella previsione, ti chiederò scusa e cercherai altre strade.

NON HAI NULLA DA PERDERE

Non ti sto dando sostanze strane (non lo faccio mai) e non ti sto proponendo cose estreme (anche questo non fa parte del mio bagaglio culturale), per cui non rischi niente in termini di effetti collaterali. Il migliorato tasso di inquinamento interno (meno sale, meno cadaverina, meno minerali inorganici, meno sforamenti proteici e meno putrefazione intestinale) potrà causarti qualche senso temporaneo di indebolimento iniziale (leggera decelerazione cardiaca da de-stimolazione) e qualche fenomeno eliminativo (muco in uscita da de-acidificazione). I vantaggi sarai tu stessa a riportarmeli.

CINQUE OBIETTIVI DA RAGGIUNGERE

Gli obiettivi nel mirino sono: 1) Depurare in modo progressivo e naturale il tuo fegato e i tuoi reni, 2) Regolarizzare la fase digestiva-assimilativa-evacuativa (ipotizzo una certa tendenza alla stitichezza), 3) Fluidificare il sangue che al momento è sicuramente più addensato di come dovrebbe essere, 4) Rivitalizzare gli scambi ormonali, 5) Ripristinare le funzioni escretive dell'epidermide.

CINQUE FATTORI TERAPEUTICI

Tutto questo avverrà grazie 1) Al cibo vivo e naturale, alla eliminazione di ogni inquinamento caseinico e cadaverinico, 2) A una maggiore esposizione solare, 3) A una sistematica attenzione sul respiro (svuotamento totale dei polmoni, inspirazione profonda addominale col ritmo 1-4-2 moltiplicabile, in associazione con tutti gli esercizi sportivi che già stai facendo), 4) A un rispetto dei cicli circadiani (12-20: ciclo alimentare comprendente pranzo e cena, 20-4 am: ciclo assimilativo, 4 am-12: ciclo eliminativo), 5) A una progressiva detossificazione (con eventuale ricorso a un paio di digiuni o semidigiuni, solo se necessario, sul tipo di quello già fatto contro l'influenza).

ALIMENTAZIONE E IDROFANGOTERAPIA

Colazioni e merende soltanto frutta prevalentemente acquosa (o centrifugati di carota-sedano-ananas-bietola-zenzero-topinambur), col correttivo della crema di avena rinforzata dai semini a metà mattinata (vista la tua attività sportiva). In concreto, succo d'arancia o fragole, kiwi, frutti di bosco al risveglio, crema di avena con germe di grano e semini vari (zucca, girasole, sesamo, lino, papavero, finocchio) a metà mattina, pranzo e cena verduriani (primo piatto abbondante di verdura cruda, più germogli e avocado, e secondo piatto leggero e a piacere (anche semicotto volendo, ma sempre vegano). Non più di 2-3 bicchieri di acqua al giorno, lontano dai pasti. Un paio di fregagioni giornaliere con acqua fredda mediante asciugamani bagnato lungo il corpo (dall'alto verso il basso) e un opzionale cataplasma notturno di fango sul ventre a giorni alterni, potranno servire da elemento aggiuntivo a favore di una migliore circolazione periferica. Ti allego anche lo schema nutrizionale di base che potrai personalizzare e adattare a tuo piacimento, rispettandone i principi-base.

CREIAMO UN MINIMO DI LINGUAGGIO COMUNE

Sia per te, che per la famiglia, allego i testi delle mie ultime conferenze, più le tesine sotto-elencate, al fine di creare un minimo di intesa terminologica e concettuale, anche se non ancora ideologica. L'igiene usa un linguaggio suo, una cultura diversa da quella medica e da quella normalmente circolante. Occorre capirsi meglio fin dall'inizio altrimenti non si procede e non si fanno passi avanti.

TESINE ALLEGATE (oltre a quelle delle ultime conferenze)

- Chiazze epidermiche e meliors alimentari, del 26/12/10
- Crepe invernali, debito vitaminico e debito solare, del 16/1/12
- L'argento colloidale e la pelle bluastra, del 19/5/11
- La bellezza viene dall'interno, più che dalle creme, del 22/11/11
- Macchie scomparse dopo 20 anni di inutili creme, del 4/7/11
- Non sanno quello che si perdono, del 29/5/11
- Psoriasi guarita dopo 15 anni di tormenti, del 28/9/10
- Psoriasi scomparsa, pelle magnifica e capelli rivitalizzati, del 9/5/11
- Risolta psoriasi, sovrappeso, sinusite ed epicondilite, del 19/1/11
- Psoriasi risolta e benessere per tutti, del 25/6/11
- Psoriasi sparita, acne migliorata e dieta ingrassante, del 17/8/11
- Rosacea, allergie e palcoscenico, del 29/12/10
- Stitichezza e ansia, cause prime di vitiligine, del 5/12/11
- Troppe speculazioni sul derma e sulla vitiligine, dell'1/11/11
- Una dispettosa dermatite chiamata vitiligine, dell'11/10/10
- Vitiligine guarita, dribblando la miope cultura medica della soppressione, del 26/12/10
- Vitiligine, melatonina ed entusiasmo timico-pineale, del 10/1/12
- Igienismo, dieta mediterranea e Vangelo Esseno della Pace, dell'8/4/11
- Dieta Mediterranea rovina d'Italia, del 3/3/10
- Sistema linfatico, leucopenia e immunodeficienza, del 24/2/12
- Schema nutrizionale vegano tendenzialmente crudista, del 16/4/11

Valdo Vaccaro

Fonte: http://valdovaccaro.blogspot.com/2012/02/depigmentazione-vitiligine-e-dieta.html

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere INFORMARMY.com manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
INFORMARMY.com modera i commenti non entrando nel merito del contenuto ma solo per evitare la pubblicazione di messaggi volgari, blasfemi, violenti, razzisti, spam, etc.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...