mercoledì 22 febbraio 2012

CIBO EMOZIONALE, NANOPARTICELLE E SCIE CHIMICHE

LETTERA

RINGRAZIAMENTO PER IL LAVORO CHE STAI FACENDO

Buongiorno Valdo Vaccaro. G R A Z I E ! ! !
Mi permetto di darti del colloquiale tu, oltre gli inutili formalismi, stimandoti e ringraziandoti per l’opera divulgatoria che porti avanti, nonostante le contrarietà. Ti ho conosciuto “per caso” navigando sulla rete e ho divorato i tuoi due libri! Complimenti sinceri!

DA ROY MARTINA NEL 1997 ALLA SCUOLA WWW.ESPANDE.IT

Pensa che conobbi il veganesimo tendenzialmente crudista nel lontano 1997, in un seminario settimanale residenziale con Roy Martina sull’energia fisica che mi cambiò completamente la vita.
Poi la ricerca mi ha portato, dopo varie peregrinazioni in diverse Scuole di autocoscienza/consapevolezza, fino a quella attuale www.espande.it

TROPPA PSICHE E SCARSA CONSIDERAZIONE PER IL CIBO CONCRETO

Lavorando su me stesso incessantemente, soprattutto a livello emozionale-intellettuale-spirituale, avevo lasciato perdere la sana alimentazione (pur rimanendo tendenzialmente vegetariano, evitando farmaci e tv), col risultato di avere gli esami pericolosamente in zona diabete (oltre che una leggera depressione, vinta con la chimica della Cipralex, attualmente a quota 2 gocce giornaliere, un’inezia!) E le continue cefalee, 2-3 la settimana, non curate con alcun farmaco.

LEGGENDOTI HO RISPOLVERATO LE REGOLE DI VITA SANA

Leggendoti nel tuo blog, ho rispolverato quelle antiche e sempre attuali regole di sana vita, da novembre sono ritornato alla beneamata dieta vegana tendenzialmente crudista. E senza più cefalee! Fra qualche mese rifarò gli esami per verificare il diabete, ma sono certo che i valori si saranno normalizzati.

LA NECESSITA' DI UNIRE IL TUTTO

Insomma, ho compreso che per la propria sacrosanta evoluzione interiore ed esteriore, diventando sempre più padroni di se stessi e liberi dai vari condizionamenti (consci e soprattutto inconsci), non basta lavorare su se stessi solo a livello intellettuale/emozionale, osservando i propri pensieri ed emozioni, gestendo l’automatismo interiore (ed esteriore). E’ necessario unire il tutto (corpo-emozioni-mente-spiritualità), partendo dalla base, dalle fondamenta, insomma dal corpo e da quello che introduci nel corpo (cibo e acqua e aria-respiro).

TUTTO QUADRA FUORCHE' LE NANOPARTICELLE E LE SCIE CHIMICHE

Poi benissimo l’attenzione a quello che introduci nello spirito, alle gurdjieffiane impressioni, cioè di quale cibo emozionale/intellettuale ti nutri (tv, giornali, rapporti con gli altri e se stessi, ecc.).
insomma Valdo, tutto bene, tranne la questione spinosa delle scie chimiche, ovviamente legata al resto (big pharma, controllo climatico, ecc.). Mi chiedo e ti chiedo, in pratica, come difendersi il più possibile da queste nanoparticelle che assorbiamo dall’aria, dal cibo, dall’acqua.

BASTERANNO I NOSTRI MEZZI A CONTRASTARE L'ATTACCO GLOBALE ALLA SALUTE?

D’accordo mangiare e bere secondo i nostri crismi, d’accordo sull’attività fisica, d’accordo sulla gestione intelligente dei pensieri e delle emozioni, ma basterà tutto questo?
I padroni del vapore, i vari Rochefeller, Rothschild, ecc. che strategie pratiche mettono in atto? Possiamo noi risolvere con le chelazioni chimiche? Con ambienti asettici/filtrati/depurati/ionizzati? col cibo super-naturale? Con l'osmosi inversa a 13 filtri? Grazie per il tempo che vorrai/potrai dedicarmi. Con grande stima.
Pier Paolo, da Imola (Bologna)

*****

RISPOSTA

MARGINI DI RECUPERO RABBERCIATI

Ciao Pierpaolo, magari avessi una risposta pronta e soddisfacente al quesito esistenziale che poni. Sono quesiti sui quali nessuna wikipedia al mondo può aiutarti. Posso ricorrere solo al buon senso comune. Per quanto l'uomo continui a commetterne di crude e di cotte, contro se stesso e contro la natura che lo circonda, i margini di recupero esistono sempre, anche se ridotti e rabberciati.

NON ESISTONO ALTERNATIVE ALLO STARE SANI

Li chiamo margini di tolleranza ai veleni. Se siamo in forma la famosa goccia che fa traboccare il vaso, ritarda a formarsi e a fare i suoi danni. e noi abbiamo il tempo di detossificarci e di allestire nuove rinnovate difese. Non esistono a mio avviso altre strade se non quella di volerci bene, di capire come funziona davvero il nostro organismo, e quali sono le sue reali esigenze in rapporto a se medesimo e al suo prossimo. Più veleno c’è in giro e più virtuosi dobbiamo essere.

I GERARCHI DI OGGI

Ovvio che dobbiamo pure difenderci dagli spropositi e dalle aberranti intenzionalità distruttive dei gerarchi di oggi. Gerarchi che, per oggettiva pericolosità, superano di gran lunga quelli del passato. Stalin era micidiale e totalitario, ma solo nella sua Russia, anche se sapeva pescare gli avversari pure lontano, come successe con Trotskij. I gerarchi di oggi si presentano bene, civili e sorridenti, ma hanno libero accesso alla più avanzata tecnologia e arrivano dovunque senza fatica. Padroni del clima e padroni dei popoli. Dispensatori di promozioni e retrocessioni.

UN PREMIER ADORATO DAGLI AMERICANI

Quello che mi spaventa di più è l’adattabilità e la rassegnazione della gente. L'incapacità di organizzare delle difese e delle contromosse. Ricadiamo nella schiavitù e nessuno pare accorgersene. In Italia abbiamo un premier che si chiama Mario Monti e che appartiene in tutto e per tutto al Gruppo Critico, al gruppo targato Bilderberg. Mai un premier italiano ha ricevuto tanti plausi, tante carezze, tanti sperticati elogi dalla Casa Bianca, dalla Federal Reserve e dal Nuovo Ordine Mondiale in mano ai Rockefeller e ai Rothschild.

PERCHE’ NON DIVENTIAMO STATO DELL’UNIONE?

La cosa potrebbe anche essere interessante. Perdiamo pure tutta la nostra identità di paese, dimentichiamo pure storia e costituzione, e diventiamo uno stato USA, cinquantunesimo o cinquantacinquesimo poco importa. Ma, allora, che ci lascino stampare dollari a ruota libera, senza chiedere permesso a nessuno, come fanno loro. Dollari utili a ossigenare il sistema e a trovare un impiego per i nostri 4 milioni di giovani disoccupati e sfiduciati. Dollari indispensabili a rimettere in piedi i mercati e le imprese boccheggianti e al limite del collasso.

UN PUZZLE PER ORA INESTRICABILE

Su questo punto non ho purtroppo grandi risposte. Credo che esista un gigantesco punto di domanda planetario al riguardo. Il cambio di guardia a Pekino, le prossime mosse nei riguardi dell'Iran, il mancato sblocco della situazione economica internazionale, quanto mai paralizzata e priva di reali guide, le situazioni debitorie irrisolte ed irresolubili degli stati europei, sono questioni che rendono il puzzle praticamente inestricabile.

Valdo Vaccaro

Fonte: http://valdovaccaro.blogspot.com/2012/02/cibo-emozionale-nanoparticelle-e-scie.html

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere INFORMARMY.com manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
INFORMARMY.com modera i commenti non entrando nel merito del contenuto ma solo per evitare la pubblicazione di messaggi volgari, blasfemi, violenti, razzisti, spam, etc.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...