sabato 7 gennaio 2012

UNA MANGIATA SANA E SENZA STRESS

LETTERA

SI PUO' MAI VIVERE DI SOLA FRUTTA E VERDURA?

Grazie per gli allegati alla tesina "Non voglio drogarmi di Eutirox a vita" del 6/1/12. Mi permetta di essere sincera. Si può forse vivere solo di frutta e verdura? Una pasta cosa potrebbe farci? Alla fine il farci star bene è anche una sana mangiata, altrimenti la ricerca di tutti questi prodotti che lei segnala diventa uno stress.

IN CITTA' NON CRESCONO LE VERDURE DI CAMPO

Io vivo in città non ho modo di andare per boschi, ruscelli o nell’orto anche se mi piacerebbe!
Mi limito ad acquistare le cose biologiche che offre un supermercato, vale a dire carote, zucchine kiwi e banane. Il resto trovarlo bio è molto raro. Pensa che la maggioranza della frutta e verdura che si trova al super vada bene o comunque è contaminata alla fonte? Le verdure surgelate vanno bene? Perché i latticini vanno eliminati e il calcio dove lo reperiamo poi? Grazie.
Elena

*****

RISPOSTA

DOMANDE SINCERE MA ALLA NITROGLICERINA

Ciao Elena, io ti permetto di essere sincera, ma anche tu devi permettermi la stessa cosa.
Ti ho appena inviato ieri prontamente la tesina, allegandoti del materiale che non hai assolutamente letto con la dovuta attenzione. E tu mi aggredisci con una serie di domande alla nitroglicerina.

CHIEDO SOLO SERIETA’ NELLA UTILIZZAZIONE DEL MATERIALE INVIATO

A me sta bene tutto, e alla fine anche questo comportamento critico può risultare utile, per cui non sono incavolato con te ma al contrario ti ringrazio. Altra gente pensa magari allo stesso modo e non lo confessa. Fuori il rospo che a me sta bene. Chiedo solo che il materiale inviato non venga utilizzato male e trascurato, solo perché vi arriva gratuito. Troppa gente continua a pensare che se una cosa non ha un costo non vale niente. Non vorrei si facesse questo tipo di ragionamento. Non sto facendo televendite, non sto proponendovi protesi al seno e non sto affibbiando farmaci a nessuno.

UNA SERIE DI ACCUSE INGIUSTE

Il termine “Nitroglicerina” esagerato? Niente affatto. Mi accusi implicitamente dei peggiori crimini possibili. Come quello di non concedere un piatto di pasta (cosa non vera, se solo leggi il mio Schema Nutrizionale Vegano regolarmente allegato). Mi accusi di non concederti una sana mangiata e di procurarti dello stress (cosa non vera perché sono uno che si diverte mangiando e che auspica la stessa cosa per chi legge, e cosa non vera perché lo stress è quanto di peggio possa esistere al mondo, nel mio modo di pensare).
Mi accusi di raccomandare cibi strani ed inesistenti (cosa non vera perché sono l'ideologo della massima semplicità a tavola).
Mi accusi di decalcificarti togliendoti il latte (cosa non vera perché il calcio giusto te lo sanno le verdure crude e non il latte, ma non hai letto e studiato abbastanza).

BANDO ALLE POLEMICHE

Lasciamo stare le polemiche e andiamo alle risposte concrete.
“Di cosa si può vivere?”, mi chiedi.

A QUALCUNO BASTA LA SOLA ARIA

Si può vivere non solo di frutta e verdura, ma anche di sola aria, secondo i respirazionisti. A patto di crederci e di saper respirare. A patto di prendere tanto sole a pelle nuda. Non so per quanto tempo. Loro dicono per sempre, e a questo ci credo poco, anche perché il creatore ci ha forniti non soltanto di ottimi polmoni, ma anche di un fantastico apparato gastrointestinale che l'uomo, dopo migliaia di anni, non si merita nemmeno, non avendo ancora imparato a farne buon uso.

A QUALCUNO BASTANO LE MELE

Si può vivere di sole mele, per i melisti. Me l'hanno assicurato e garantito durante una mia conferenza all'AVA di Roma. E mi hanno pure giurato che le arance fanno male. Mangio mele e arance, ma soprattutto arance da una vita, e intendo andarci avanti fino alla prossima reincarnazione ed anche oltre senza privarmi di questo magnifico frutto che ci rende grazia e salute a piene mani, contrariamente a quanto alcuni scalcinati dentisti pensano e affermano, con noncurante irresponsabilità.

C’E’ PURE CHI PREDILIGE IL SANGUE E LE PASTICCHE VITAMINICHE

Si può vivere di sola carne e di integratori, con qualche verdurina allegata come soprammobile. Te lo assicurano tizi tipo Robert Atkins (quello che si portava in tasca 70 pillole diverse, e che si intendeva di nutrizione quanto un maiale dell'Arkansas potesse intendersi di astronomia, secondo un simpatico commento dei mesi scorsi) e Pierre Dukan (quello che ha copiato a piene mani da Atkins e che le donne inglesi stanno accusando di avvelenandole inutilmente, visto che la sua dieta le ha fatte non solo star male ma persino acquisire peso anziché ridurlo).

E L’ETICA, DOVE LA METTIAMO?

Chiaro che non basta dire "si può vivere". Bisogna dare anche un minimo di salubre longevità e un minimo di qualità etica, estetica all'esistenza, altrimenti il gioco non vale la candela. E qui mi pare che non ci siamo per niente. Come non ci siamo con la demenziale Zona di Barry Sears, dove non puoi mangiarti nemmeno un grappolo d'uva, se non hai prontamente in tasca l'hamburger o la mortadella, per pareggiare l'insopportabile vivacità della frutta con le magnifiche sostanze rubate al vilipeso cimitero dei quadrupedi.

ANCHE IL CAVALIER CREMONINI OFFRE UN MODELLO

Si può vivere pure sotto la rassicurante protezione del cavalier Cremonini da Modena e della onnipresente McDonald's. Proteine animali dalla mattina alla sera, libero latte e libero formaggio. Gelato e dolci raccomandati e misti a bollicine di Coca e di fumanti caffè ristretti.
Qualche foglietta smorta di lattuga, tanto per un minimo di effetto teatrale, e giù con la cadaverina, il cancro, il diabete e i mali da macello.
Se uno crede in questo schema, è padronissimo di farlo. Ma non venga a chiedermi dei consigli quando è troppo tardi per rientrare di senno.

DI SOLA FRUTTA E VERDURA SI PUO’ E SI DEVE, MAGARI CON QUALCHE INNOCENTE AGGIUNTA

Ma torniamo seriamente alle tue domande specifiche.
Di sola frutta e verdura si può e si deve vivere. Lo sto insegnando e dimostrando in lungo e in largo. Hai a disposizione 2000 tesine di cui 1500 sul blog.
I più bravi ci riescono e si divertono.

NELLA MIA PROPOSTA DIETETICA NON MANCANO I COMPROMESSI

I meno bravi ci riescono pure, sfruttando i compromessi dei vegetali amidacei cotti poco o cotti al vapore, sfruttando i cereali messi prima in intenerimento acqueo e poi cotti ai minimi termini, sfruttando i passati di verdura e gli gnocchi, sfruttando la pasta integrale alle verdure e non al ragù, sfruttando le pizzette sottili e vegane, arricchite di tutto (patate, ortiche, avocado, ananas, cipolle, topinambur, rucola, crescione, olive, zucchine, peperoni, pomodori) escludendo la temibile mozzarella.
Tutte cose che ho regolarmente scritto e sottolineato nel lavoro che sto facendo.
Non mi risulta di scrivere arabo o aramaico.

VUOI IL CIBO NATURALE O VUOI TANTA PASTA COL GRANA E CON L’EUTIROX?

Nel tuo caso personale, cara Elena, mi hai chiesto di liberarti dalla prospettiva Eutirox e dalla prospettiva farmacologica. Per fare questo serve impegnarsi coerentemente in una determinata direzione che è quella del riequilibrio naturale di un sistema endocrino stressato e da un sistema metabolico impigrito.

SE CREDI ANCORA ALLA FAVOLA DEL LATTE CHE TI DA’ IL BUON CALCIO, CERCA DI EMANCIPARTI DA TALI BUFFONATE

La scelta è nelle tue mani. Non puoi avere la damigiana piena e il marito ubriaco (scusa Max, so che non bevi). Vuol dire che ti manderò di nuovo lo Schema Nutrizionale, visto che non lo hai ancora guardato.
Per la storia dei latticini, serve approfondire. Ti allegherò qualcosa di specifico sul latte.

LE MIE RISPOSTE VANNO A TUTTI, CITTADINI E CAMPAGNOLI

Se ti stressi perché ho suggerito ortiche, malva e tarassaco, cose che a Milano non trovi, la colpa non è mia. Il tarassaco lo vendono al mercato. Da febbraio in poi, una volta a settimana fatti portare da tuo marito in campagna e ti farai una bella raccolta per tutta la settimana successiva.
Tutte le verdure e tutta la frutta sono raccomandabili.

SONO PER L’ABBONDANZA PRIMA ANCORA CHE PER IL BIO

Dobbiamo incrementare l'apporto di materiale vivo a scapito di quello sintetico e di quello cotto.
Se non si trova la malva e il crescione riempiti pure di radicchio e di valeriana, oltre che di carote, di carciofi crudi e di finocchi. Non serve rivolgersi al biologico col contagocce perché costa caro. Meglio comprare tutto quello che si trova sul mercato.

CONTRARIO AI PESTICIDI MA ANCHE AL BIO COL CONTAGOCCE

Meglio 1000 volte tanto prodotto vivo e leggermente inquinato che poco prodotto biologico e tanta pasta (o tanto formaggio o tanti dolci o tante altre schifezze junk e congelate, o peggio ancora del materiale compensativo da macelleria).
Se troviamo il biologico che costa poco allora sì che possiamo approfittarne.
Faccio presente che sono contrario ai pesticidi, al round-up, agli OGM e a tutto quanto propongono Monsanto, Bayer e le multinazionali dell’impero pluto-farmaco-petrolchimico-agroalimentare.

OGNI PIATTO COTTO SIA ANTICIPATO DA UNA TERRINA DI VERDURE CRUDE

E che siano seguiti da un piatto di pasta secondo i tuoi gusti. La pasta la consumo pure io, a condizione che mi sia stata prima servito un mezzo chilo di verdura cruda, e a condizione che non siano mancati di mattina le arance, i kaki, i kiwi e le banane, oltre che la mia prediletta crema di avena coi semini.

Valdo Vaccaro

Fonte: http://valdovaccaro.blogspot.com/2012/01/una-mangiata-sana-e-senza-stress.html

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere INFORMARMY.com manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
INFORMARMY.com modera i commenti non entrando nel merito del contenuto ma solo per evitare la pubblicazione di messaggi volgari, blasfemi, violenti, razzisti, spam, etc.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...