domenica 29 gennaio 2012

RINORMALIZZARE, OSSIA SVINCOLARSI DAI FARMACI

LETTERA

HO ADOCCHIATO IL SUO NOME SU INTERNET

Buonasera, ho letto superficialmente sue notizie su internet e vorrei solo sapere se è possibile, sottoponendo le patologie mie e di mia moglie, avere un suo consiglio in merito.
Le invio in ogni caso i dati sintetici delle nostre situazioni.

SITUAZIONE MIA PERSONALE

IO: 64 anni, diabete II , angioplastica nel 2005, ultima glicata 6,9, ultimi esami :ecocardio normale, ECG sotto sforzo, bene, colesterolo 200, pressione media 127/75, battiti 75/80.
Attualmente assumo al mattino Eucreas 50/850 e, alla sera, Eucreas e Competact 15/850
(il cardiologo mi ha sospeso gli Omega-3 perchè inutili anzi quasi pericolosi), sto integrando con prodotti micoterapici, Vit-C 3gr. Ma il cardiologo vorrebbe assumessi Cardicor, Plavix e Zetia..
Vorrei ridurre placche e rafforzare il cuore, ridurre colesterolo e diabete. Vorrei prevenirmi contro ictus e malattie del cuore, contro retinopatia, neuropatia e prostata.
Da notare che avevo preso per qualche anno: Torvast (scoperto poi che le statine sono pericolose ho sospeso), Ticoplidina, Omega-3 (esapent), Lopresor 1/2.

SITUAZIONE DI MIA MOGLIE

MIA MOGLIE: 61 anni, ipertensione, colesterolo 200, aritmie, perdita un pò di capelli, cistiti occasionali, dolori agli arti e schiena, pubalgia. Attualmente assume: 1 Sotalolo per aritmia, 2 compresse per pressione, 1 compressa per dormire, integratori micoterapici e Vit-C 3gr.
Vorrebbe ridurre placca e rafforzare il cuore con eliminazione aritmie, nonché abbassare il colesterolo, ricrescere i capelli, rafforzare la memoria.

Ringrazio anticipatamente per la Sua disponibiltà e pazienza.
Cantu'

*****

RISPOSTA

DATI PARZIALI E SCARSO SIGNIFICATO

Carissimo Cantù e Signora, più che medico potreste chiamarmi anti-medico, ma è una brutta parola. Non è bello essere contro qualcuno. "Amedico" suona male. Naturopata suona peggio. Filosofo e ingegnere natural-salutista, o anche se preferite manovale salutista, mi stanno invece a misura.
Per valutare il rischio cardiaco non bastano i dati sul colesterolo e i trigliceridi ma è indispensabile conoscere anche l’omocisteina, esame che si fa a parte.

CONTRARIETA' A TUTTI I FARMACI, SALVANDONE POCHISSIMI PER LE AUTENTICHE EMERGENZE

Ho la vaga impressione che abbiate sbagliato indirizzo. La scuola che pratico e difendo è contraria non solo alle statine, ma a tutti i farmaci del mondo, dall'aspirina alla tachipirina, dalle pastiglie di Omega-3 (da pesce) alle megadosi di vitamina-C. Qualche eccezione si può e si deve ammettere nei casi di emergenza, ma mai in fase curativa. Siamo quelli della non-cura nei riguardi del sintomo.

DISTINZIONE FONDAMENTALE TRA SINTOMI DA RISPETTARE E MALATTIE VERE DA SGOMINARE

Tutte le anomalie che vi affliggono erano e sono in realtà sintomi, segnali d'allarme, conseguenze, non vere malattie. E voi le avete trattate invece come fossero il punto centrale dei problemi.
Il sintomo ipertensivo trattato con le statine, il sintomo diabetico con l'insulina, il sintomo cardiaco con Competact, il sintomo vitaminico con le megadosi sintetiche, e così via. Ovvio che vivete in piena sintonia e simbiosi con i medici curanti, altrimenti non andreste da loro e non vi lascereste prescrivere dei medicinali, anche se a volte vi accorgete che qualcuno di essi vi porta solo danno.

UN ORGANO DA ECOGRAFARE

Per l'igiene i sintomi appena elencati hanno tutti qualcosa in comune, e andavano curati con lo stesso sistema, e sempre all'origine. Dove stava il male e dove sta tuttora il male? Sta in un punto che deve essere analizzato ed ecografato con minuzia, visto che partono da lì tutti i vostri tormentoni cardiovascolari. Come si chiama questo organo? Si chiama carrello spesa.
Chiaro che non basta l'ecografia, serve pure la cultura selettiva. E anche qui non ci siamo. I vostri medici continuano a fare inutili, costose e stressanti ecografie ai reni, al pancreas, al cuore, ai polmoni e al colon, capendoci sempre di meno. Mai gli verrebbe in testa di ecografare il carrello colmo in uscita dal supermercato. E, anche se lo facessero, ci capirebbero poco.

L'INQUADRAMENTO E' SU TUTTI I FRONTI

Mica saranno dei deficienti? No. Tutt'altro che deficienti. Il problema è che sono stati ingegnerizzati secondo determinati schemi. Sono semplicemente inquadrati secondo i giochi delle prestigiose multinazionali della vivisezione, dell'eparina, del farmaco, del vaccino, dell'integratore, del cibo devitalizzato, del cibo integrato, dell'aria nicotinizzata, del sole filtrato ed incremato, del sesso viagrizzato, dell'acqua alle bollicine. Nemici dichiarati della frutta e della verdura, nemici dichiarati degli animali (a parte cane e gatto), nemici dichiarati del naturale e della vita sana, nemici ovvi dell'auto-guarigione e dello stesso Ippocrate su cui osano tuttora fare un irriverente ed umoristico giuramento.

IL FARMACO MODIFICA UN SINTOMO E NE PROVOCA ALTRI PEGGIORI, LASCIANDO SEMPRE LA MALATTIA INALTERATA AL SUO POSTO

A uno che bussa alla tua porta per un consiglio, glielo devi comunque dare. Nessuno dei farmaci che prendete è innocente. Nessuno vi fa bene. Tutti portano verso il peggioramento. Tutti impediscono la rinormalizzazione corporale e spirituale a cui ambite. Se davvero volete seriamente ripristinare un minimo accettabile di livello salutistico, vi consiglio di leggere non distrattamente il mio blog e vi allego alcune tesine. Più tre consigli fondamentali.

TRE CONSIGLI FRATERNI, TRASPARENTI E DISINTERESSATI

1) Datevi al più presto un minimo di cultura salutistica alternativa a quella medica (quella medica ormai la conoscete a menadito meglio dei vostri medici).
2) Attuate un piano di svincolo prudente, ma progressivo e coraggioso, dalla farmaco-dipendenza (da una pastiglia al giorno si passa a una ogni 3 e via via fino allo stop definitivo).
3) Attuare in contemporanea un piano di minore stress, di maggiore respirazione, di maggior movimento, di più sole sulla pelle, di stop all'avvelenamento proteico (via carni, pesce, caffè the, zuccheri industriali, sali, integratori), aumentando nel contempo l'apporto di cibo crudo e vivo, con l'accortezza di consumare 5 pasti sazianti giornalieri di sola frutta alle 7, 9, 11, 16, 18, e di consumare a pranzo (13) e cena (19.30), un piattone di verdura cruda seguito da frutta secca, o da un secondo piatto a scelta tra patate, zucche, cavolfiori, passato di verdure, gnocchi, pasta integrale con verdure, pizza vegana alle erbe varie.

Valdo Vaccaro

Fonte: http://valdovaccaro.blogspot.com/2012/01/rinormalizzare-ossia-svincolarsi-dai.html

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere INFORMARMY.com manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
INFORMARMY.com modera i commenti non entrando nel merito del contenuto ma solo per evitare la pubblicazione di messaggi volgari, blasfemi, violenti, razzisti, spam, etc.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...