domenica 29 gennaio 2012

REGREDIMENTO DEL GOZZO MULTINODULARE

LETTERA

VISITA ALL'ENDOCRINOLOGO NEL 2001

Buongiorno Dott. Vaccaro, ho 37 anni e da circa un mese ho scoperto il suo blog. Ho letto le sue tesine e le varie risposte a chi come me sta cercando d'intraprendere un'alimentazione sana. Vengo subito al dunque: nel 2001 nonostante io stessi bene, mi viene richiesto di fare un'ecografia tiroidea di controllo dall'endocrinologo di mia sorella alla quale è stata asportata metà tiroide per un gozzo multinodulare.

TERAPIA SOPPRESSIVA E NODI CHE CONTINUANO A CRESCERE

Risulta che ho vari noduli, il più grande di circa 1 cm. Mi viene prescritta Eutirox 50 anche se con valori tiroidei nella norma, questo per evitare di far crescere ulteriormente i noduli. Dopo varie visite e controlli annui con ecografie, i noduli continuano a crescere nonostante la terapia soppressiva.

MATERNITA' PROBLEMATICA

Dal 2006 stanca di pagare visite inutilmente continuo a prendere Eutirox 50 ma non faccio più ecografie. Presa dalla mia voglia di maternità irrealizzata, indirizzo le mie visite e le mie preoccupazioni verso la mia inspiegata infertilità, per cui ovulo ma non riesco a rimanere incinta. Da tener presente che mio marito è lievemente asteno-zoospermico e, dopo cura data dall'andrologo, nessun miglioramento.

SCARSA VOGLIA DI TORNARE DALL'ENDOCRINOLOGO

Alle ultime analisi del sangue fatte a dicembre i miei valori tiroidei sono nella norma mentre 1 anno fa è stato riscontrato un TSH più basso della norma. Non ho mai avuto grandi problemi di salute a parte la formazione di cisti nelle ovaie poi riassorbitesi. Il mio ciclo è scarso, e molte volte noto sangue poco fluido. Ora vorrei evitare di ritornare dall'endocrinologo e sentirmi dire che mi dovrò fare un ulteriore aspirato o addirittura operare “perché tanto è familiarità” (siamo tre sorelle con lo stesso problema).

PORTATO L'EUTIROX A LIVELLO 25

Da circa due giorni di mia spontanea volontà assumo solo 25 di Eutirox, con l'intenzione di arrivare a non assumerla più anche se ho un po' di ansia, perché dopo 10 anni di assunzione spero di non avere problemi.
Non sono mai stata una grande carnivora ma bevevo sempre latte e mangiavo a volte formaggio.

DA DUE SETTIMANE SEGUO IL SUO SCHEMA, CON OCCHIO ALLA BILANCIA

Da circa due settimane sto alimentandomi secondo il suo schema vegano, la unica mia preoccupazione è che ho sempre avuto la predisposizione a perdere peso velocemente ed infatti ho già perso 2 kg. con conseguente perdita di tonicità soprattutto al seno. Non ho mai avuto grandi problemi di salute a parte la formazione di cisti nelle ovaie poi riassorbitesi, il mio ciclo è scarso ma molte volte noto sangue poco fluido.

IMPOSSIBILITA' DI FARE DIGIUNO E TIMORE DI PERDERE PESO

Ho letto che per disgregare i noduli bisognerebbe fare digiuno, io purtroppo faccio un lavoro dove mi è impossibile praticare questi digiuni per non parlare del fatto che la mia famiglia non mi vuole vedere ulteriormente dimagrire e con i digiuni sono sicura arriverei a perdere ulteriormente peso.

CERCO UNA SOLUZIONE ALTERNATIVA AL DIGIUNO

Le chiedo un consiglio poiché voglio realmente cambiare. Vista l'impossibilità di fare digiuni, sono disposta a qualsiasi altra soluzione (alimentazione vegana, cataplasmi, respirazione), pur di vedere questo mio gozzo regredire nel limite del possibile. Un'altra mia curiosità i cataplasmi possono essere applicati anche sui noduli tiroidei?
Grazie per la sua disponibilità e per tutto quello che mette a nostra conoscenza.
Antonella

*****

RISPOSTA

CATAPLASMI DI FANGO SU GOLA E ADDOME

Ciao Antonella, ti allego alcune tesine che rispondono già ai tuoi quesiti, sia per l'Eutirox che per i problemi di ricercata gravidanza. Confermo che i cataplasmi notturni di fango li puoi applicare contemporaneamente sia sul collo che sul ventre. Ti ricordo che la tiroide ha compiti basilari, legati alle più importanti funzioni vitali. Produce un prodigioso lievito ormonale chiamato tiroxina TSH che presiede lo sviluppo cellulare e il ricambio dei liquidi nel corpo, regola i processi metabolici, agisce sulla crescita fisica, sulla maturazione sessuale in pubertà, sulla termoregolazione e sul tono psichico.

UN DOPING CHE BRILLA PER LA SUA DANNOSITA'

L'eliminazione dell'Eutirox è un obiettivo urgente ed irrinunciabile, visto che mantenendo tale temibile doping tiroideo non potrai intraprendere alcun serio programma detossificante.
Pare che si piazzino nella sola Italia 20 milioni di confezioni/anno. Un bel business davvero. Facesse almeno bene a qualcuno, oltre che alla Pfizer che lo produce e alle migliaia di piazzisti che lo vendono. Non solo l'Eutirox dopa, ma non produce nemmeno i risultati specifici per i quali esso viene prescritto. Questo è uno dei tanti complotti contro la salute umana.

PUNTARE DECISAMENTE SUL CIBO VIVO

I problemi che hai sorgono non certo per semplice familiarità, ma per deficienza di vitamine naturali e di minerali organicati in generale, e di iodio organicato in particolare (rape, zucche, angurie, meloni, cetrioli, asparagi, carciofi, cavoli, mirtilli, fragole, pesche, carote), e riguardano le persone che per anni hanno trascurato l'alimento crudo, preferendo la caseina e i formaggi, cagliati con pezzi di stomaco dei vitelli. Per contrastare efficacemente il gozzo multinodulare, servono buone digestioni e attiva eliminazione cutanea, oltre all'attività aerobica, alla respirazione, al sole e al relax.

DIGIUNO IGIENISTICO E DIETA NATURALE NON FANNO PERDERE CHILI A CHI E' GIA' IN FORMA

Il digiuno igienistico, e la successiva dieta naturale, non fanno perdere chili, e tantomeno forma e tonalità al seno, ma portano semmai al riequilibrio della salute e del peso-forma. Quello che si perde nel digiuno viene facilmente ripreso in una o due settimane. Puoi comunque praticare anche la via alternativa, optando per i succhi di agrumi di mattina e il centrifugato di tuberi a metà pomeriggio, sempre mantenendo le insalate, le mandorle e qualcos’altro a pranzo e cena.

TUTTO DA GUADAGNARE E NULLA DA PERDERE

Per favorire ulteriormente il mantenimento calorico e muscolare va bene la crema di avena coi semini a metà mattina. Grosse insalate come primo piatto a pranzo e cena, meglio se con germogli e avocado, seguite da un secondo di patate, zucche, miglio, saraceno, passato di verdure, pressappoco come nello schema che già conosci. Non appena la primavera ridarà calore alla terra, punterai decisamente al tarassaco, al crescione, al selene, ai germogli di luppolo, di felce e di pungitopo. Quanto alla tonalità del seno, si realizza respirando profondo e attivando in tutti i modi possibili i muscoli correlati e la sensualità riproduttiva in generale.

Valdo Vaccaro

Fonte: http://valdovaccaro.blogspot.com/2012/01/regredimento-del-gozzo-multinodulare.html

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere INFORMARMY.com manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
INFORMARMY.com modera i commenti non entrando nel merito del contenuto ma solo per evitare la pubblicazione di messaggi volgari, blasfemi, violenti, razzisti, spam, etc.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...