domenica 8 gennaio 2012

OCCHIAIE, OCCHI CERCHIATI E FRAGILITA' CAPILLARE

LETTERA

VEGANA SALUTISTA CON QUALCHE DIGIUNO DA 24 ORE

Caro Valdo, Premetto che sono vegan salutista, mangio moltissima frutta (dei miei alberi) ed insalate e verdura cruda. Raramente mi concedo una pizza (kamut e senza lievito), non bevo né caffè, né altre schifezze. Solo acqua e, una volta al mese, una Corona se esco a mangiare la pizza.
A volte pratico digiuno per 24 ore, oppure mangio solo frutta ma le vere sessioni di digiuno non le faccio e nemmeno riesco ad essere integralmente crudista per più di due giorni. Spesso mi faccio tentare magari da mezza fettina di pane integrale o da altre cose simili.

IL MIO PROBLEMA SONO LE OCCHIAIE

So che mi sto disintossicando. Per anni e anni, di frutta e verdura cruda non ne ho visto nemmeno l'ombra. Ho 28 anni e faccio un lavoro sedentario, anche se vivo in campagna e mi faccio lunghe passeggiate all'aria aperta coi miei cani. Venendo al punto, ho le occhiaie. Le ho sempre avute e non è colpa di internet (come tutti mi dicono, dato che ci lavoro) perché quest'estate sono stata senza computer per 3 settimane e non sono sparite.

CHE SIANO I RENI INTASATI?


Cosa potrebbe essere? Leggendo "Il medico di se stesso " di Muramoto, ho appreso che le occhiaie dipendono dai reni intasati. E' possibile? Fegato, reni. Mi sai dire se esiste, oltre al digiuno, qualcosa da fare per alleviare questo fastidioso problema? Sono una bella ragazza ma le occhiaie mi rovinano tantissimo. Inoltre non mi faccio lampade e non mi trucco perciò sono di carnagione chiara e si vedono parecchio. Grazie per i tuoi consigli, se potrai darmene. Buon lavoro.
Daniela

*****

RISPOSTA

ALIMENTARSI BENE E DIGIUNARE SOLO QUANDO SERVE DAVVERO

Ciao Daniela, non penso che tu faccia grossi errori alimentari o comportamentali, anche se ci sono sempre dei margini di miglioramento. Puoi a mio avviso sfruttare di più il vantaggio di vivere in campagna. Non condivido invece i digiuni di un giorno che servono solo a penalizzare il fisico e ad affamare le cellule, senza produrre alcun risultato depurativo concreto. Quando c'è da mangiare si mangia. Quando c'è da digiunare lo si fa per almeno 3 giorni, stando a riposo assoluto e bevendo abbondante acqua preferibilmente distillata. Ricordarsi di aerare per bene la camera in cui si dorme.

UN INESTETISMO CHIAMATO OCCHIAIE

Quello delle occhiaie è un inestetismo piuttosto diffuso che affligge uomini e donne di ogni età, essendo determinato da fragilità capillare, sia in generale che nella particolare zona sub-ottica, caratterizzata da extra-sottigliezza della pelle.
Si manifesta con segni bluastri e scuri che appaiono sotto l'occhio, a livello delle palpebre inferiori,
togliendo fascino e bellezza allo sguardo e conferendo al viso un aspetto perennemente stanco.

IPEREMIA E BLEFARITE, SANGUE VENOSO E RISTAGNANTE

Il sottile strato di pelle, posto al di sotto della cavità orbitaria, è ricco di sottilissimi vasi sanguigni che tendono ad espandersi nei tessuti, a risiedervi, a rompersi e a ristagnare a lungo da quelle parti. Ed è tale ristagno che dà origine al caratteristico alone scuro. Si parla insomma di tante venuzze che scorrono localmente e che sono rigonfie di sangue venoso. Trattasi spesso di anomalia ereditaria, ma il fenomeno si accentua in ogni caso con la stanchezza, lo stress e il superlavoro.
Si può arrivare anche a stati di iperemia, con eccessivo afflusso di sangue all'orlo palpebrale e stati infiammatori tipo la blefarite (infiammazione acuta o cronica del margine palpebrale).

DIVERSE CAUSE ALL'ORIGINE DEL FENOMENO

1) Cattiva alimentazione, cattive digestioni e carenza di minerali, vitamine e ormoni, con conseguente difficoltà renale a drenare il sangue addensato, con aumento di pressione circolatoria, impigrirsi del sistema linfatico e rottura dei vasi capillari.
2) Assenza di sufficiente riposo e di ricarico batterie. Un insufficiente riposo notturno favorisce il ristagno di sangue venoso intorno alle orbite, facilitando le microemorragie.
3) Troppa luce e troppo calore accentuano il fenomeno.
4) Prurito intorno agli occhi.
5) Difficoltà renali a drenare e ad espellere il contento tossico del sangue.
6) Difficoltà epatiche derivanti dalla cattiva digestione.
7) Problemi circolatori che portano normalmente alla rottura dei capillari.
8) Fumo attivo e passivo. La nicotina interferisce con le irrorazioni sanguigne al contorno-occhi.
9) Lunga permanenza in ambienti ristretti e poco aerati (aule piene con finestre chiuse, laboratori, discoteche, ospedali)

ESOFTALMO DA ACCELERAZIONE CELLULARE ED IPERTIROIDISMO

Le malattie dell'orbita includono anche i casi di esoftalmo, con protuberanza degli occhi (casi estremi tipo morbo di Basedow), dovuta a congestione orbitale e a superlavoro tiroideo con eccesso di tiroidina e situazione di ipertiroidismo che fa da acceleratore per ogni cellula del corpo, causando sudore, perdita di peso, diarree, malassorbimento cibi, nervosismo, surriscaldamento, intolleranze, tachicardia, surriscaldamento derma, tremori, occhi prominenti e occhiaie.
Stesso effetto proviene da eccessiva produzione di steroidi nel corpo (sindrome di Cushing) o per uso di cortisone, con ipertensione maligna e grumi di sangue nelle vene sotto-orbitali (sindrome di Hand-Schueller-Christian, sindrome di Apert e sindrome di Sturge-Weber).

ENDOFTALMO DA RALLENTAMENTO CELLULARE ED IPOTIROIDISMO

Nella situazione opposta, chiamata endoftalmo, si hanno gli occhi incavati, fenomeno dovuto a stanchezza o a diversi tipi di patologie prolungate. La deidratazione per insufficiente apporto di liquidi, o per eccessiva dispersione di liquidi (diarrea, essudazioni patologiche), porta a perdita di tono tessutale e causa un leggero affondamento degli occhi verso l'interno. Anche la malnutrizione, e in particolare l'anoressia nervosa, depaupera i cuscinetti di grasso che stanno normalmente dietro ciascun occhio. L'endoftalmo può anche derivare da forti perdite di peso per gravi malattie come il cancro e le cardiopatie, ed anche nel caso di ipotiroidismo cronico, con scarsità di tiroidina e rallentamento delle funzioni corporali, con stitichezza, debolezza, depressione, voce rauca, mestruazioni pesanti e difficili, pelle secca, perdita capelli, cuore rallentato e stati anemici.

IL GRASSO EREDITARIAMENTE ESORBITANTE CHE VA A FORMARE LE BORSE CADENTI

Occorre dire che il tessuto organico che ricolma il vuoto tra occhiaia ed occhio, è un tessuto a maglie larghe colme di molle grasso, particolarmente soffice al tatto (verificare con le proprie dita per credere). Trattasi di un tessuto irrigato da vasi linfatici e sanguigni, un tessuto che si presta più di ogni altro ad essere infiltrato da acquosi umori. Questa particolare parte dell'occhio è particolarmente soggetta ad ereditarietà e viene tramandata da generazione a generazione, al punto di parlare di "grasso ereditariamente esorbitante" che va a colmare il molle e delicato tessuto delle occhiaie, formando le famose borse cadenti della nonna.

IL GRANDE SEGRETO DELLA NORMALIZZAZIONE DIGESTIVA

Come dice Lezaeta, sia gli occhi, che le zone circostanti, soffrono e si ammalano per le impurità del sangue viziato e alterato da digestioni imperfette. Soltanto ristabilendo la normalità digestiva si riesce a venirne a capo. Il suggerimento è quello solito della buona respirazione, del moto, del cibo crudo, dei cataplasmi notturni di fango per togliere surriscaldamento all'intestino. Importante il riposo. Evitare il più possibile la luce artificiale, è il suo consiglio.
Per togliere infiammazione e per riassorbire congestioni della zona sott'occhio si può anche ricorrere a piccole maschere notturne di fango.

MICROINNESTI E MICROSIRINGHE MEDICHE

La medicina moderna, quella della scarsa pazienza e dell'interventismo ad ogni costo, propone dei microinnesti adiposi (da grasso autologo prelevato a livello di fianchi, addome o cosce). Tale grasso viene poi trattato e reintegrato con micro-siringhe. Trattasi di interventi in anestesia locale con sedazione e si realizzano nell'arco della giornata in ospedale. Eventuali ecchimosi scompaiono nel giro di pochi giorni e si coprono con degli occhiali scuri.
Citiamo questo solo per la cronaca.

QUALI DUNQUE I RIMEDI AL PROBLEMA DELLE OCCHIAIE?

1) Migliorare le condizioni generali del corpo, col respiro, il movimento, l'alimentazione vegano-crudista, il riposo, e il relax. E in questo discorso si include la necessità di mantenere in perfetta efficienza gli organi base che sono il fegato e l'apparato renale, oltre che polmoni e intestino.
2) Accelerare la circolazione del sangue mediante esercizi aerobici, idroterapia, bagni caldi e freddi in zona ventrale, ricorso alla fangoterapia notturna in zona ventrale e in zona oculare.
3) Accelerare la circolazione di sangue e linfa nei tessuti congestionati, con la tecnica dell'esercizio e del movimento facciale (boccacce, smorfie, ecc).
4) Velocizzare il proprio ritmo metabolico facendo più esercizio fisico, visto che il sistema linfatico impigrito non riceve sufficiente supporto dalla pompa cardiaca (come succede per il sangue), è dunque ha vitale necessità di intensificazioni ed accelerazioni motorie all'aria aperta.
5) Evitare strapazzi inutili e situazioni di stress. Evitare il superlavoro per gli occhi.
6) Esercitare gli occhi con ginnastiche specifiche a guardare alternativamente vicino-lontano, alto-basso, destra-sinistra, seguendo possibilmente i consigli classici e sempre validi del dr Bates.
7) Lievissimi massaggi sulle palpebre con un dito unto di olio astringente (esempio 10 grammi di tannino in 50 grammi di olio di vaselina). Infuso di fiori di camomilla e batuffolo di cotone o fazzoletto imbevuto di camomilla fredda, da applicarsi sugli occhi chiusi per qualche minuto.
8) Dormire preferibilmente col busto lievemente sollevato.

Valdo Vaccaro

Fonte: http://valdovaccaro.blogspot.com/2012/01/occhiaie-occhi-cerchiati-e-fragilita.html

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere INFORMARMY.com manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
INFORMARMY.com modera i commenti non entrando nel merito del contenuto ma solo per evitare la pubblicazione di messaggi volgari, blasfemi, violenti, razzisti, spam, etc.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...