mercoledì 18 gennaio 2012

LE SANTE BENEDIZIONI DELLA CHIESA CATTOLICA

LETTERA

LA MAILING LIST CHE NON FUNZIONA

Caro Valdo, come stai? Sicuramente bene, dato il tuo stile di vita che ti mette al riparo da ogni malanno! Scherzi a parte, mi mancano le tue tesine: mi sono iscritto subito alla tua mailing list seguendo le istruzioni, ma sono mesi che non mi arriva più nulla direttamente.

CREDONO PIU’ IN DIO GLI ATEI O I RELIGIOSI?

Ti scrivo per segnalarti una ributtante sconcezza:
(v. http://www.tg1.rai.it/dl/tg1/2010/articoli/ContentItem-b09a6552-f382-4442-8196-b4379628ef97.html?refresh_ce) che grida vendetta al cielo, anche perché vi è coinvolto in prima persona colui che si spaccia per il Vicario in terra del Figlio di Dio, ossia di Dio stesso. Io, da non credente, per una volta sono tentato di credere che Dio esista davvero e, come padre e creatore di tutti i viventi, si indigni al pari di me per questa orripilante pagliacciata, perpetrata in Suo nome.

LA BENEDIZIONE NON DEGLI ANIMALI MA DEI LORO AGUZZINI

Ma come, il Santo (?) Padre benedice, in nome di Sant’Antonio, “patrono di tutti gli animali”, proprio chi questi poveri animali li maltratta e sfrutta in tutti i modi, senza un briciolo di compassione, per poi ucciderli con una crudeltà senza eguali? Quest’uomo è dunque del tutto privo, oltre che di ogni barlume di coscienza, anche del senso del ridicolo?

ROBA DA FAR RIVOLTARE LE TOMBE VIRTUALI DI TUTTI GLI ESSERI SEVIZIATI
DALL'UMANITA'

Vorrei tanto che tu commentassi, come solo tu sai fare, questa mostruosità che mi ha dato il voltastomaco. Ti abbraccio.
Antonio da Venezia

*****

RISPOSTA

UNA PIOGGIA DI PROTESTE SUL NON ARRIVO DELLE TESINE

Ciao Antonio, mando in copia la tua giusta lamentela al mio webmaster (blogwebmaster@adiva.eu) sperando che possa porre urgentemente rimedio. C'è evidentemente qualcosa che non va. Ricevo tutti i giorni lamentele di questo tipo e non ho modo di rimediare. Tra inizio novembre e oggi c'è una marea di oltre 200 tesine pubblicate, molte di esse fondamentali. Anche volendo non sarei in grado di fare il postino per una massa di lavoro di quel genere. Chiedo a te e a tutti i lettori nella medesima situazione di andare sul blog e scaricare pazientemente le tesine mancanti, col facile sistema del copia-incolla. Per le tesine future ti allego le istruzioni sul cosa fare (vedi allegato "Messaggio importante a tutti i lettori", del 22/11/11).

CLAMOROSA BEFFA PONTIFICIA

Per quanto concerne la tua sacrosanta osservazione sul Santo Padre, e su questa incredibile beffa di cui è stato assai poco santamente protagonista, sai che non possiamo esagerare, visto che si tratta di un capo di stato estero, oltre che il massimo prelato della Terra.

TUTTO TROVA SPIEGAZIONI LOGICHE

Non mettiamola nemmeno sul piano personale. Non serve farlo. Quando diciamo che i più grandi estimatori di pollo arrosto, di cappone alla diavola, di anatra in salmì e di tonni e delfini massacrati nelle tonnare, sono i preti, nel termine preti sono incluse tutte le categorie, dall'ultimo Don Abbondio al più alto Ministro di Dio. E questo spiega alla perfezione le benedizioni a favore delle stalle, dei macelli, e dei benemeriti commercianti di bestiame.

RESTIAMO RIGOROSAMENTE AI FATTI

Nessun cristiano e nessun cattolico se la prenda. Rispettiamo tutte le fedi e tutte le ideologie fin quando non risultano davvero indigeste. Accontentiamoci pertanto di rilevare alcuni fatti basilari. Ho detto fatti concreti e non commenti di fantasia.

LA CACCIA ALL'EVASORE E LA CACCIA ALLE STREGHE

Accontentiamoci di dire che, in tempi di penuria, lo stato italiano sta tentando di massacrare i suoi cittadini e di metterli pure uno contro l'altro, demonizzandoli oltremisura, rivoltandogli le tasche e imponendo loro di pagar le tasse fino all'ultimo centesimo. Mentre scrivo, il premier Monti è al numero di 10 di Downing Street, e sta assicurando David Cameron, la controparte britannica, che l'Italia sta "scovando tutti gli evasori", quasi che i problemi dell'Italia dipendessero in larga misura dall'evasione fiscale.

IL COLPEVOLI SILENZI DEL PREMIER

La Guardia di Finanza deve fare il suo dovere, seguendo le disposizioni che le vengono date. Ma i silenzi colpevoli e dolosi di Mister Monti, dove li mettiamo? I silenzi circa i giochi speculativi del suo caro amico Soros, circa gli sprechi americani scaricati sull'Europa, circa le montagne di dollari stampati per le guerre in Iran, in Afghanistan e in Libia, circa il marciume finanziario e bancario dell'America risanato scaricando i suoi deficit sulle colonie europee mediante i giochi di prestigio del suo caro amico Geithner e della Federal Reserve, nonché del suo caro comandante Rockefeller, sono forse cose da niente?

ITALIA A FERRO E FUOCO

Lo stato sta sviscerando località di villeggiatura, sta inserendo pubblicità tambureggianti, aizzanti la caccia all'evasore, al vicino di casa che ti ruba perché non paga come dovrebbe e così via. Lo stato italiano sta dunque giocando la carta del terrorismo fiscale. C'è qualcosa di buono in tutto questo?

IPERBOLICHE TASSE SUI RIFIUTI URBANI E SULLE ABITAZIONI

Molto poco di buono direi, visto che le famiglie italiane erano già incredibilmente tartassate dai rispettivi comuni mediante iperboliche tasse sui rifiuti e sulle abitazioni. Uno stato privo di etica, di coerenza e di trasparenza, in linea generale, non ha alcun diritto di predicare etica, in modo credibile, ai suoi cittadini.

9000 MILIONI DI EURO/ANNO COME TREDICESINMA NATALIZA AL VATICANO

Tutto questo avviene mentre lo Stato Vaticano, in forza dei Patti Lateranensi firmati ancora da Benito Mussolini e via via aggiornati e rivalutati, sta continuando a versare la bazzecola di 9000 milioni di €/anno, in contanti e senza tasse, sul conto IOR (Banca del Vaticano) con sede nelle isole britanniche.

MEZZA ITALIA E' NELLE MANI DEL VATICANO, ESENTE DA ICI

E questo avviene mentre il 30% dell'intero patrimonio immobiliare italiano è nelle capienti e sante mani della Chiesa, e sempre senza il pagamento dell'ICI.
Il premier Monti, nei giorni scorsi, aveva fatto visita al Papa. Non sappiamo bene se per sollecitare le sue benedizioni al pari dei macellai, o se per parlare anche di cose più serie. Da quanto si è letto sui media dello schermo e della carta stampata, di tutto si è parlato fuorché di ritoccare gli squilibrati rapporti tra Repubblica Italiana e Vaticano. Due pesi e due misure.

TRECENTO PAPI E CENTOCINQUANTA SANTI

Se andiamo a scorrere con gli occhi qualsiasi dizionario enciclopedico alla voce papa, ci ritroviamo con una sequenza di 300 nomi che si ripetono più volte, molti di loro con la "S" davanti a significarne l'avvenuta beatificazione, con Marcello, Paolo, Giovanni, Onorio, Stefano, Alessandro, Gregorio, Leone e Sisto in evidenza, ma soprattutto, Pio, Bonifacio, Innocenzo, Benedetto e Clemente.

IPPOLITO ALDOBRANDINI, BIECO ASSASSINO DI GIORDANO BRUNO

Clemente davvero, come ad esempio il fiorentino Ippolito Aldobrandini, o Clemente VIII, papa dal 1952 al 1605, colui che firmò l'assassinio del grande Giordano Bruno, arso vivo a Campo de' Fiori in Roma, nel febbraio del 1600.

RODRIGO DE BRJA, BIECO ASSASSINO DI GEROLAMO SAVONAROLA

Davvero illuminati e ispirati da amore divino questi papi, come Rodrigo de Borja, di Jativa-Valencia, o papa Alessandro VI, papa dal 1492 al 1503 che, cento anni prima, aveva firmato la condanna a doppia morte del domenicano Fra' Gerolamo Savonarola (1452-1498), impiccato ed arso contemporaneamente vivo il 23 maggio 1498 in piazza della Signoria a Firenze.

CITIAMO 3 CASI PER NON VOLER RIVANGARE SUGLI ALTRI MILIONI DI CRIMINI DELL'INQUISIZIONE

Non solo Clementi, Pii e Benedetti, ma anche infallibili. Bastava mettere in dubbio l'infallibilità del Papa, per finire sul rogo. Sia coi papi della famigerata famiglia Borgia che con gli altri. Se poi uno sventurato mugnaio trevigiano di nome Mastrocchio, veniva trovato tra una infarinata e l'altra leggersi un libro di novelle piccanti, in pieno 18° secolo, la goduria di veder arrostire il "gran peccatore", era tale che la firma papale arrivava per direttissima, nel giro di una settimana.

PEDOFILIA, SALVATAGGI E LACRIME DI COCCODRILLO

I prelati vaticani ed extravaticani, scoperti in questi anni a commettere orribili crimini di continua e sistematica pedofilia, non sono stati pochi. Niente più roghi ovviamente. Ma tanti insabbiamenti e tante lacrime di coccodrillo, questo sì. Inquisizione a senso unico e solita infallibilità pontificia a coprire le miserie della religione.
Capisci, caro Antonio, perché l'acqua santa a favore dei boia non deve sbalordirti più di tanto?

NON MANGIAMO CARNE DI NESSUN TIPO, TANTOMENO CARNE DI PRELATO

E nessuno venga ad accusarci di essere dei mangiapreti.
Primo perché non mangiamo carne, tantomeno se è di tipo avvelenato.
Secondo perché non c'è alcun bisogno di mangiarli. visto che già si auto-mangiano da soli.
Terzo perché le persone brave e virtuose stanno sia fuori che dentro le chiese, e godono del nostro incondizionato rispetto.

Valdo Vaccaro

Fonte: http://valdovaccaro.blogspot.com/2012/01/le-sante-benedizioni-della-chiesa.html

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere INFORMARMY.com manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
INFORMARMY.com modera i commenti non entrando nel merito del contenuto ma solo per evitare la pubblicazione di messaggi volgari, blasfemi, violenti, razzisti, spam, etc.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...