mercoledì 25 gennaio 2012

FORTE CANDIDA IN GRAVIDANZA

LETTERA

AVREI MOLTE COSE POSITIVE DA RACCONTARE

Buongiorno dr Vaccaro, mi chiamo Umberto e la seguo da molto tempo. Sono vegano da circa due anni. Ho scoperto il suo blog navigando sulla rete. Ho comprato il suo libro "Alimentazione Naturale"che consiglio spesso a chiunque voglia intraprendere il viaggio verso la salute.
In questo momento sono tentato da un irresistibile desiderio di raccontarle la mia esperienza alimentare, che mi ha condotto verso una sana e corretta alimentazione, ma non vorrei sottrarle del tempo prezioso da dedicare a chi ne ha bisogno.

IMPROVVISA ESPLOSIONE DI CANDIDA E DI PARASSITOSI

La presente è piuttosto per ricevere un suo prezioso consiglio riguardo ad un problema di "forte candida", riscontrato a mia moglie stamattina dopo il responso dell'urinocoltura con antibiogramma che riportava 40.000 unità di germi. Mia moglie è al quarto mese di gravidanza. Abbiamo un bambino di sei anni e ci apprestiamo a regalargli un fratellino o una sorellina.

GRAVIDANZA AL QUARTO MESE

Come lei consiglia ho già letto alcune delle tesine sull'argomento. Data comunque la condizione gravida di mia moglie non ho esitato a scriverle per ricevere se possibile un suo parere. La ringrazio di cuore per l'impegno profuso affinché chiunque possa accedere alla Cultura Igienista. Saluti.
Umberto.

*****

RISPOSTA

GUAI SOVVERTIRE LA FLORA BATTERICA SAPROFITA

Ciao Umberto, l'effetto più grave di una alimentazione alto-proteica (linguaggio pitagorico) o iper-proteica è la disbiosi intestinale, cioè il sovvertimento della flora batterica saprofita, responsabile dei fondamentali processi assimilativi di vitamine e minerali da frutta e verdure.

PROTEINE AL COMPLETO, BIDODICI E ZUCCHERI FANNO UN TRIO MICIDIALE

L'eccesso proteico in particolare, ovvero la presenza contemporanea di tutto lo spettro dei 9 aminoacidi essenziali, ben lungi dall'essere una condizione ideale come idealizzato per decenni dalla medicina, è una iattura per il corpo umano. Doppia iattura poi se c'è pure abbondanza di vitamina B12 e di zuccheri. Tutto questo rappresenta un autentico pacchetto esplosivo di tipo putrefattivo.

LA BIDODICI NON E’ PER NIENTE INNOCENTE

Siccome si parla spesso in questi giorni di B12, e in data odierna ho pubblicato una tesina in proposito, c'è in giro della gente che le spara davvero grosse. Non solo suggerisce la B12 a destra e a manca come si trattasse di caramelle e di panacea multiuso, ma assicura pure che tale vitamina non ha effetti collaterali. Essendo la B12 antagonista della vitamina-C e anche fattore di addensamento del sangue, possiamo solo immaginarci i danni che produce.

CAUSARE PUTREFAZIONE NON E’ COSA GRAVE MA GRAVISSIMA

Limitiamoci qui a rilevare che è strumento proliferativo di putrefazione intestinale, cosa non grave ma gravissima, se vogliamo dire pane al pane e vino al vino. Lo dice con chiarezza pure il dr Giuseppe Nacci, che purtroppo è medico, ma di cui c'è ugualmente di che fidarsi.

INQUADRIAMO MEGLIO L’AREA PIU’ PERICOLOSA DEL CORPO UMANO

L'intestino umano ha un volume di circa 6 litri e una enorme superficie di 400-600 metri quadri, ovvero 2 campi da tennis. Dalla gola fino all'ano sono disseminate 150 stazioni linfonodali, che sono basilari presidi di linfociti (globuli bianchi) pronti a mantenere le difese immunitarie a ridosso del lume intestinale, e in particolare di questa zona assimilativa intestinale che può essere considerata l'area più critica e pericolosa di tutto il corpo.

SERVE QUALITA’ NON SOLO NEL SANGUE MA ANCHE NELLA MASSA FECALE

E' proprio su questa superficie, coi suoi 4,5 milioni di villi, che si giocano più volte al giorno le partite decisive tra una squadra chiamata salute e una chiamata malattia. La massa fecale non è sempre uguale, può essere favolosa, ottima, mediocre, pessima e disastrante. Non basta quindi nemmeno svuotarsi regolarmente, anche se questo è già apprezzabile. Occorre insomma poter disporre di una massa fecale di alta qualità, carica di fibre ossigenanti e di acqua biologica, e priva di putridume da proteine animali.

GERMI SAPROFITI E AEROBI PER VEGETARIANI E VEGANI

La massa fecale dei vegetariani è discreta, essendo costituita al 20-40% da germi buoni, da entero-batteri simbiotici o saprofiti, batteri di tipo aerobico, presenti lungo tutto l'intestino e appartenenti a oltre 400 specie che vanno dal Bifidobacterium bifidum, al Lactobacillus acidophilus, al Lactobacillus bulgaricus, al Citrobacter, all'Escherichia coli, all'Enterobacter, al Klebsiella, ai Pseudomonas, ecc.

GERMI ARTEFICI DELLA SIMBIOSI TRA BATTERI E CORPO UMANO

Batteri aerobi che hanno bisogno di ossigeno per vivere. Essi sono, come dice Nacci, "gli artefici di quella simbiosi tra corpo umano e germi, che consente un buon equilibrio nutrizionale con ottima assimilazione delle vitamine in cambio di un habitat ideale alla proliferazione dei germi medesimi”.

L’ALIMENTAZIONE VEGANO-CRUDISTA E’ GRADITA AI BATTERI SAPROFITI

Questi batteri non sono danneggiati dall'alimentazione vegetariana, pur essendo frutta e verdure carichi di materie germicide, fungicide e parassicide, come ad esempio l'allicina di aglio, aglio ursino, erba cipollina, cipolle, porri, rafani e ravanelli.

I GERMI ANAEROBI DELLA PUTREFAZIONE

La parte negativa della faccenda è rappresentata dalle colonie di germi anaerobi, di germi assai diversi da quelli appena descritti. Parliamo dei germi della putrefazione, capaci di sopravvivere anche in assenza di ossigeno, e quindi ad altissimo grado di proliferazione, tipo i Bacteroides, i Peptostrptococchi, l'Helicobacter pylori.

LA CASEINA SOTTRAE OSSIGENO ALL’INTESTINO

La proliferazione di questi germi non è imputabile alla loro cattiveria, ma alle nostre scelte alimentari, alla nostra nutrizione iper-proteica e ricca di dolciumi. La caseina del latte aiuta enormemente a sottrarre ossigeno nel tubo intestinale, grazie alla sua capacità di incollare sia le pareti intestinali tra loro, che le stesse micropaginette assimilative dei villi, riducendo enormemente l'assorbimento vitaminico e minerale, e incrementando i fenomeni putrefattivi.

LA PUTREFAZIONE APRE LA STRADA ALLA CANDIDA, E LA CANDIDA AI PARASSITI

Ed è proprio la presenza di germi della putrefazione ad aprire la strada ai funghi (candide) le quali a loro volta aprono la strada ai parassiti e ai vermi intestinali. La presenza dei vermi intestinali è un fenomeno diffusissimo nella popolazione italiana di oggi, grazie ai dolcetti, alle nutelle, ai succhi pastorizzati (privi di germicidi), alle integrazioni, ai fast-food e ai cibi cotti.

OCCHIO AGLI EOSINOFILI (MA SE MANGIATE CRUDO NON SERVONO ESAMI)

Un valore ematico affidabile per capire in quali condizioni siamo, è quello della percentuale di eosinofili presenti nell'ematocrito, dove non si dovrebbe superare il limite del 2%. Nelle allergie sono invece presenti le immunoglobuline IgE.

TESINE ALLEGATE

Allego alla presente le seguenti tesine:

- La candida, il bicarbonato e la scienza igienistica, del 19/11/08
- Candidosi e acidità di stomaco, del 23/8/09
- Il rebus dell’acidità, dell’allergia e della candidosi, del 28/8/09
- La candida e il pressapochismo salutistico, del 29/8/09
- Candidosi, zuccheri e trapianti d’organo, del 7/9/10
- Esperienze esaltanti in mezzo a un mondo di bugie, dell’1/12/10
- Candida, parassiti, malattie allergiche ed autoimmuni, del 31/12/10
- Stress sentimentale e candida albicans, del 21/11/11

LA DIGESTIONE E’ IN REALTA’ UNA FERMENTAZIONE

La digestione umana si potrebbe anche chiamare fermentazione. Infatti tutta la materia organica si disgrega per fermentazione, mentre i metalli si disgregano per ossidazione. Sia per la fermentazione che per l'ossidazione è necessaria la presenza di aria e di enzimi, ovvero di catalizzatori. Nessuna fermentazione e nessuna digestione può avere luogo senza la presenza di aria, di batteri e di catalizzatori.

SE CREIAMO UN TERRENO NEGATIVO FAVORIAMO LA PUTREDINE, PAROLA DI BECHAMP

Secondo il grande biologo francese Pierre Jacques Antoine Béchamp, ogni microrganismo varia il suo potenziale fermentativo e persino le sue caratteristiche in conformità col terreno di coltura. E' chiaro che se uno consuma cibi che non sono in armonia con la sua struttura digestiva, scatena una fermentazione di tipo patologico, o meglio di tipo putrefattivo.

VIETATO CONTRASTARE I FLUSSI E LE PERDITE BIANCHE

La candidosi ha diversi nomi in gergo. Si parla infatti di catarro vaginale, di flusso, di micotossine e di perdite bianche. Meglio non avere le perdite? Certo che è così. Ma attenzione, queste perdite sono quanto di più benefico possa esistere per l'organismo, in quel determinato momento, perché con esse vengono espulse le sostanze corrotte. Non si va contro il sintomo ma contro la malattia vera che è la scelta alimentare bislacca.

LA RITENZIONE DEI VELENI E’ CAUSA DI CISTI E TUMORI

E’ uno dei più grandi errori quindi volerle sopprimere con lavaggi astringenti o con altri procedimenti farmacologici usati dalla medicina, poiché con tali sistemi si obbliga la loro ritenzione nel corpo, dando origine ad una maggiore infiammazione e ad una maggiore congestione interna, che a sua volta è causa di cisti, di endometriosi, di fibromi e di tumori.

PAZIENTARE PER QUALCHE GIORNO E DIETA CRUDISTA

Che fare dunque in caso di candida e di parassitosi, quando si è in gravidanza e non si possono fare dei digiuni? Il tutto si risolve con qualche giorno di alimentazione rigorosamente crudista, con centrifugati di carote, sedano, ananas, zenzero, assenzio, genziana, menta, ruta, timo e ravanelli, con insalate di cavoli, cipolla, rafano (rapa piccante scorzonera) e rucola. I semi di zucca tritati e masticati per bene, più l’avocado e i germogli, più la crema di avena e il germe di grano, più le zucche e le patate, completeranno il quadro. Con le scorze di melograno, un pugno in un mezzo litro di acqua bollente, si fa un decotto antielmintico da bersi in 3 occasioni durante il giorno.

Valdo Vaccaro

Fonte: http://valdovaccaro.blogspot.com/2012/01/forte-candida-in-gravidanza.html

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere INFORMARMY.com manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
INFORMARMY.com modera i commenti non entrando nel merito del contenuto ma solo per evitare la pubblicazione di messaggi volgari, blasfemi, violenti, razzisti, spam, etc.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...