sabato 12 marzo 2011


IL NUOVO DECENNIO PERDUTO!




Questa volta è diverso si sente spesso ripetere, non commetteremo gli stessi errori abbiamo imparato la lezione del passato. Eppure questa crisi dimostra inequivocabilmente che molte lezioni del passato sono state completamente ignorate, sottovalutando l'effetto dell'esplosione del debito e il conseguente deleveraging, ovvero rientro generalizzato e forzato, dagli eccessi del debito e il voler continuare a nascondere e diluire la realtà, come è accaduto in Giappone.

Richard Koo, probabilmente il massimo esperto e studioso della crisi giapponese, nel suo splendiso " The Holy Garil of Economics " uno dei libri in testa alle vendite negli Stati Uniti, il Sacro Graal dell'Economia, ci racconta come questa è una recessione di bilancio, una debt deflation come Icebergfinanza racconta da sempre e inoltre sottolinea come è molto probabile che il cosidetto QE2 l'allentamento quantitativo in opera da parte della Fed probabilmente sarà un insuccesso, come è accaduto più volte in Giappone.







Pubblicato da icebergfinanza | Commenti
Tag: lezioni dal decennio perduto

Cita il post nel tuo blog Segnala il post Aggiungi su del.icio.us Aggiungi su digg.com Aggiungi su Google Aggiungi su Yahoo Aggiungi su Technorati Aggiungi su Badzu Aggiungi su Facebook Aggiungi su OKNOtizie Aggiungi su Twitter Aggiungi su Windows Live Aggiungi su MySpace Aggiungi su FriendFeed
Fonte


Il fumo , anche passivo, aumenta rischio di diabete

Secondo quanto emerge da uno studio USA il fumo, anche quello passivo, aumenta le probabilita' di sviluppare diabete di tipo 2 : La ricerca ,  pubblicata su Diabetes Care, è stata condotta  da un gruppo di studiosi del Brigham and Women's Hospital di Boston guidati da John P. Forman. I ricercatori hanno esaminato le risposte a 100 mila questionari somministrati nel 1982 ad altrettante infermiere sulle loro abitudini al fumo e la loro esposizione al fumo passivo. Dopo 24 anni, nel 2006, a circa 1 delle partecipanti allo studio su 18 e' stato diagnosticato il diabete. Il team di Forman ha rilevato che per coloro che fumavano piu' di due pacchetti al giorno si registravano, ogni anno, 30 nuovi casi di diabete di tipo 2 ogni 10 mila partecipanti, mentre per coloro che non erano mai state esposte al fumo ''di seconda mano'' si parla di 25 nuovi casi ogni 10 mila donne. Il dato piu' alto e' stato registrato tra le ex fumatrici e le donne esposte al fumo passivo, che hanno fatto registrare rispettivamente 39 nuovi casi ogni 10 mila donne (anche se, dopo aver aggiustato i dati per altri fattori di rischio, le fumatrici ''pentite'' hanno fatto rilevare un incremento del rischio del 12% rispetto alle donne esposte al fumo passivo).
Gli autori ritengono che il risultato possa essere applicato anche al sesso maschile : "Non c'è alcuna ragione a priori di pensare che questo non si possa applicare agli uomini », concludono .



Fonte


Cosa Succede in Giappone?

Per quanto riguarda il Terremoto che ha colpito il Giappone non abbiamo ancora nessun dato certo se sia un evento fabbricato o sia naturale, per ora portiamo solo alcune considerazioni tratte dalla cronaca e un'analisi parziale:

Forte Esplosione nella Centrale Nucleare Giapponese di Fukushima dopo il Terremoto



TOKYO (Nikkei). L'Agenzia di Sicurezza Industriale e Nucleare sabato ha detto che l'impianto nucleare numero 1 di Fukushima della Electric Power Co. di Tokyo nella prefettura di Fukushima potrebbe stare sperimentando una fusione a seguito del massiccio Terremoto di Venerdì. L'agenzia ha detto che il Cesio, un materiale radioattivo prodotto dalla fissione nucleare, è stato individuato vicino alla struttura. Un osservatore ha detto che le barre di combustibile sono state esposte all'aria mentre il livello dell'acqua nel reattore si è abbattuto. L'agenzia nucleare è al servizio del Ministero dell'Economia, del Commercio e dell'Industria.

link articolo originale: http://e.nikkei.com/e/fr/tnks/Nni20110312D12JF423.htm



Lo Tsunami di Sendai dopo il Terremoto


Lo tsunami si abbatte su Sendai (Giappone) di afrobacon


I 10 TERREMOTI PIU' POTENTI
1) 1960, 22 maggio: Cile, magnitudo 9.5
2) 1964, 28 marzo: stretto di Prince William (Alaska), magnitudo 9.2
3) 2004, 26 dicembre: Sumatra-Isole Andamane, magnitudo 9.1
4) 1952, 4 novembre: Kamchatka, magnitudo 9.0
5) 1868, 13 agosto: Arica, Peru (ora in Cile), magnitudo 9.0
6) 1700, 26 gennaio: zona di subduzione della Cascadia (costa ovest Stati Uniti, magnitudo 9.0)
7) 2011, 11 marzo: costa orientale dell'isola di Honshu (Giappone), magnitudo 8.98) 2010, 27 febbraio: Bio-Bio (Cile), magnitudo 8.8
9) 1906, 31 gennaio: coast Esmeralda (Ecuador), magnitudo 8.8
10) 1965, 4 febbraio: Rat Islands (Alaska), magnitudo 8.7

I 10 TERREMOTI PIU' DISTRUTTIVI

1) 1556, 23 gennaio: Shaanxi (Shensi, Cina), magnitudo 8 - 870.000 morti
2 1976, 27 luglio: Tangshan (Cina), magnitudo 7.5 - 255.000 morti.
3) 1138, 9 agosto: Aleppo (Siria), magnitudo sconosciuta - 230.000 morti.
4) 2004, 26 gennaio: Sumatra, magnitudo 9.1 - 228.000 morti.
5) 2010, 1 dicembre: Haiti, magnitudo 7.0 - 222.570 morti.
6) 856, 22 dicembre: Iran, magnitudo sconosciuta - 200.000 morti.
7) 1920, 16 dicembre: Haiyuan, Ningxia (Ning-hsia, Cina), magnitudo 7.8 - 200.000 morti.
8) 893, 23 marzo: Iran, magnitudo sconosciuta - 150.000 morti.
9) 1923, 1 settembre: Kanto (Giappone), magnitudo 7.9 - 142.800 morti.
10) 1948, 5 ottobre: Turkmenistan, magnitudo 7.3 - 110.000 morti.

fonte: http://www.tg1.rai.it/dl/tg1/2010/articoli/ContentItem-26244ee5-faca-47a4-b3cc-39c31daef8bf.html

Leggete anche: Il più forte terremoto nella storia del Giappone

E' possibile che tramite i film catastrofisti di Hollywood ci stiano abituando a questo tipo di eventi? Stanno adottando una sorta di programmazione predittiva?

Sulle previsioni catastrofiste abbiamo anche un sospetto rapporto della fondazione Rockefeller visionabile a questo link: Rockefeller Foundation: scenari per il futuro della tecnologia e dello sviluppo internazionale. Adesso riportiamo un estratto dell'articolo Japan Tsunami Caused by HAARP? che riporta i grafici dell'attività HAARP:

La mia prima reazione è stata quella di controllare il magnetometro ad induzione di HAARP all'Università d Tokyo per vedere se HAARP fu sparata intorno al momento della scossa. Certo, dopo una settimana di silenzio elettromagnetico HAARP è stata accesa a circa le 0:00 del 9 marzo 2011 UTC e da allora sta andando molto forte. Ecco i dati delle ultime 36 ore:

Nell'ultima settimana prima del terremoto HAARP era stata spenta, con il magnetometro a induzione che visualizzava qualcosa di simile a questo tutti i giorni:


Nel link sopra trovate altri video interressanti che collegano HAARP al Giappone.

Adesso metto alcune considerazioni di @lice (oltre lo specchio) in un suo post in mailing list come introduzione ad un articolo del corriere dal titolo La maledizione del numero 11:

L'11 è un numero esotericamente pregno di significati per "I Burattinai", difatti la data 11 del mese contraddistingue molto avvenimenti:
11 settembre 44: inaugurazione del Pentagono,
11 settembre 74 (non sono sicurissima dell'anno): attacco della CIA al Cile con instaurazione della feroce dittatura militare di Pinochet (preparato nella "scuola delle americhe", creata dall'intelligence USA x sfornare dittatori militari sudamericani e squadroni della morte..
11 settembre 2001: autoattentato a Torri Gemelle e Pentagono.
ecc...
e ora il + potente terremoto+tzunami MAI REGISTRATO da un sismografo nella storia (9 della scala Richter) si abbatte l'11 03 2011 in Giappone, provocando oltre allo Tzunami, anche danni seri con perdite radioattive a varie centrali nucleari (che potrebbero degenerare in vere esplosioni: il Giappone ha dichiarato difatti l'emergenza nucleare e pare che soldati USA stiano aiutando i giapponesi a mantenere in funzione il raffreddamento di una delle centrali danneggiate). In + tale terremoto ha SPOSTATO L'ASSE DI ROTAZIONE DELLE TERRA di circa 10 cm, ovvero di UN GRADO (cosa mai accaduta a memoria umana), e contando che l'asse terrestre nelle corso delle ERE geologiche ha avuto inclinazione variabile fra i 15 e i 23° (e che il grado di inclinazione è probabilmente connesso con i cicli glaciali e interglaciali subiti dalla terra nel corso delle ere), il fatto che "gli esperti" rassicurino dicendo che tale spostamento non influenzerà in alcun modo clima, venti, maree, magnetismo, mi sembra quanto meno "azzardato" da dire con certezza (anche perchè non abbiamo un metro di paragone con eventi precedenti della stessa entità)... inoltre chi ci assicura che tale spostamento dell'asse e/o tale super terremoto non possa ad es. facilitare una destabilizzazione di altre zone sismiche provocando o "facilitando" altri eventi sismici? O che possa avere qualche altro effetto inaspettato? Non avendo metro di paragone su eventi simili del passato di certezze ne abbiamo poche.
Tornando alle date, tale data (11 03 2011) appare quantomeno un pizzico sospetta, e si adatta all'ipotesi che HAARP abbia "contribuito" a questo terremoto innescandolo in una data precisa e probabilmente "amplificandolo" al massimo...
Si tratta di un terremoto 30mila volte + potente di quello dell'Acquila (o almeno così è stato detto nei giornali): una cosa enorme!
e di questi tenpi, con le tecnologie disponibili, purtroppo distinguere fra "naturale" e artificiale è sempre + difficile (ripeto: HAARP può innescare terremoti SOLO dove è già presente una faglia sismica in tensione). Speriamo solo che i Folli Burattinai non abbiano intenzione di provocare una serie di eventi sismici di questo tipoi nelle zone + a rischio del mondo (ad es. in USA aspettano da oltre un secolo il Big One, cioè un terremoto assolutamente devastante nel sud overs degli USA, a San Francisco mi sembra: innescarlo x HAARP sarebbe un giochetto visto che la faglia è pronta e accumula energia potenziale da oltre un secolo).
Poi una serie di terremoti catastrofici darebbe la possibilità ai New Agers di dire che siamo alle porte della Nuova Era e magari che la "profezia Maya sul 2012" è giusta (ogni profezia è giusta se ci si impegna a FARLA AVVENIRE appositamente con mezzi artificiali!! ad es io posso "prevedere che ammazzeranno pico Pallino, e poi pago un sicario che lo uccida e dico che "la profezia era coretta: Pinco Pallino è morto!"), mentre gli PseudoAmbientaloisti potranno sostenere che Gaia si sta ribellando al Virus Umano debellandoci con "i Brividi della madre Terra: terremoti devastanti"..e intanto i Malthusiani plauderanno alle morti (ogni morto è una persona in meno sulla terra "sovrappopolata") e c'è chi sarà ben felice della distruzione di infrastrutture: ottima x ricostruire da zero all' Alba della Gloriosa Nuova Era. A come spero ormai sappiate, questi gruppi sono tutti portati avanti dai Burattinai x arrivare al NWO...
Questo x far capire come l'ipotesi di un terremoto artificiale non sia un "idea folle" x chi vuole il NWO: x loro è un piano assolutamente logico....
(e comunque se come spero il terremoto si dimostrasse isolato, beh, bisognava pur testare la riuscita di un evento simile x sapere se può essere praticabile l'uso di HAARP x innescare terremoti di tale entità a catena...)...
Spero chiaramente che si tratti di un evento naturale, e che la cosa si risolva al + presto senza centrali esplose e senza inneschi di reazioni imprevedibili dovute all'entità straordinaria del sisma...
Leggete anche il mio articolo Dittatura Scientifica e Superstizioni Magiche da cui estraggo l'introduzione:
"L'élite globale ha ormai raggiunto livelli di sofisticazione tecnologica così alti che qualsiasi genocidio o catastrofe da essa fabbricata potrà essere fatta passare come il frutto di un disastro naturale. I nazisti e tutte le altre dittature del passato potevano al massimo nascondere i genocidi molto grossolanamente; inoltre non avevano certo i mezzi (nella storia conosciuta) per fabbricare catastrofi a livello globale. Leggendo l'articolo Le 10 principali teorie per uccelli e pesci morti, pubblicato dall'ottimo blog I Lupi di Einstein, ci rendiamo conto invece della complessità dell'attuale scenario globale e dei mezzi tecnologici attualmente in possesso dell'élite. La Dittatura Scientifica Globale è molto più sofisticata, ed è anche molto più "magica". Infatti, l'élite dominante, attraverso l'opportuna divulgazione di un pensiero magico ingegnerizzato e adattato alla realtà globale, sarà poi capace di sviare i popoli dalla comprensione della reale natura dei genocidi e delle catastrofi fabbricate: essa potrà quindi benissimo attuare segretamente programmi di depopolazione globale divulgando nel contempo il mito che Gaia, la Madre Terra, si è rivoltata contro le anime impure, inquinatrici e aggrappate ai vecchi dogmi"
Ribadiamo: reputiamoo ancora prematuro dire che il Terremoto più Tsunami Giapponese sia stato fabbricato ma è doveroso continuare a indagare per scoprire cosa sta accadendo in realtà


Fonte


REPLICA A GENTILE RICHIESTA

A grande richiesta stiamo organizzando una seconda edizione della conferenza umoristica
"150 ma non li di...MOSTRA"
per dare modo alle numerose persone rimaste fuori giovedì scorso - causa dimensioni limitate del locale - di poterla vedere.


Fonte


Alcuni degli errori o dei problemi più comuni che possono verificarsi con Grub 2.

Il menù di Grub 2 è nascosto.

Il menù di avvio di Grub 2 risulta, come impostazione predefinita, nascosto.

Per ripristinarlo, è sufficiente modificare con un editor di testo e con i privilegi di amministrazione il file /etc/default/grub, commentare la voce GRUB_HIDDEN_TIMEOUT e aggiungere un valore per il timeout:

#GRUB_HIDDEN_TIMEOUT=3
GRUB_TIMEOUT=XXX

Sostituire XXX con un valore numerico. Salvare il file e quindi eseguire il comando:

sudo update-grub

Dual boot.

Quella che segue è una procedura fornita dagli utenti per aggirare un possibile problema del dual boot con la versione 9.10.

In un terminale, eseguire i seguenti comandi:

sudo apt-get install --reinstall libdebian-installer4
sudo os-prober
sudo update-grub

Errori.

Segue un elenco degli errori più riscontrati in Grub 2.
Errore "--no-floppy"

Alcuni utenti hanno segnalato, dopo un aggiornamento, un errore del tipo: --no-floppy. Nel caso si verificasse questo errore, da riga di comando digitare:

sudo grub-install

Per maggiori informazioni, è possibile consultare il forum inglese.

Errore "unkown command initrd"

Questo errore potrebbe verificarsi dopo un avanzamento di versione dalla 9.04 alla 9.10.

1.Premere e per modificare la riga di boot
2.Rimuovere la riga search --fs-uuid
3.Premere Ctrl + C per accedere alla riga di comando di Grub
4.Digitare insmod linux e premere Invio
5.Premere Esc e quindi Ctrl + X
6.Una volta avviato il sistema, è necessario reinstallare Grub. Nel caso il device di installazione sia sda, digitare in un terminale:

sudo grub-install /dev/sda

Modificar il comando precedente in base ai propri device.

Error 11

Questo errore si potrebbe verificare dopo un aggiornamento da Grub Legacy.

1. Quando si verifica questo errore, premere un tasto qualsiasi per continuare
2.Evidenziare «Chainload into GRUB 2»
3.Premere il tasto e
4.Evidenziare la riga «root xxxxxxxxxxxxxxxxxxxx»
5.Premere il tasto e
6.Modificare la riga «root xxxxxxxxxxxxxxxx» in «uuid xxxxxxxxxxxxxxxxxx»
7.Premere b per avviare
8.Caricare il kernel e premere Invio



File e cartelle.


I file necessari al funzionamento di Grub continuano a risiedere nella directory /boot/grub, ma il file menu.lst è stato sostituito con grub.cfg, il nuovo file con le istruzioni per Grub 2.
Questo file è generato da diversi script attraverso l'uso dei comandi update-grub o update-grub2. I file responsabili del contenuto di grub.cfg sono /etc/default/grub e gli script individuali situati nella directory /etc/grub.d/.
Molti dei file presenti in /boot/grub non saranno familiari agli utenti di Grub Legacy, in particolar modo i file con estensione .mod.
Grub 2 è modulare e tali file sono necessari al caricamento del programma stesso. Nonostante l'aggiunta di questi file, la grandezza totale del contenuto di /boot/grub è abbastanza vicina a quella della vecchia versione del programma e non dovrebbe essere necessaria una partizione /boot più grande.



Il file grub.cfg (/boot/grub/grub.cfg)

grub.cfg è il nuovo file principale di Grub 2 che sostituisce menu.lst di Grub Legacy.

Questo file, al contrario del file menu.lst, NON va assolutamente modificato.

Il file grub.cfg è generato e aggiornato automaticamente attraverso l'esecuzione dei comandi update-grub o update-grub2, comandi che necessitano dei privilegi di amministrazione per essere eseguiti correttamente.



Gli script usati per generare grub.cfg includono i file contenuti in /etc/grub.d e le informazioni contenute in /etc/default/grub.

Il file è diviso in diverse sezioni, ognuna delineata dalla riga di intestazione:
### BEGIN 

Questa riga indica il file, nella directory /etc/grub.d, usato per recuperare le informazioni.
In modo predefinito, e con ogni esecuzione del comando update-grub2, questo file è impostato a sola lettura. Questo viene fatto in modo che il file non sia modificabile manualmente dall'utente. Se è proprio necessario modificare questo file, istruzioni su come procedere possono essere trovate nelle sezioni successive di questa pagina.
Quello che segue è un semplice esempio di grub.cfg che comprende:
  • due kernel di Ubuntu
  • memtest86+
  • Windows
  • una voce personalizzata («41_srcd») importata da uno script in /etc/grub.d
#
# DO NOT EDIT THIS FILE
#
# It is automatically generated by /usr/sbin/update-grub using templates
# from /etc/grub.d and settings from /etc/default/grub
#

### BEGIN /etc/grub.d/00_header ###
set default=0
set timeout=5
set root=(hd0,5)
search --fs-uuid --set b02e1934-12dd-418a
if font /usr/share/grub/ascii.pff ; then
set gfxmode=640x480
insmod gfxterm
insmod vbe
terminal gfxterm
fi
### END /etc/grub.d/00_header ###

### BEGIN /etc/grub.d/05_debian_theme ###
set menu_color_normal=cyan/blue
set menu_color_highlight=white/blue
### END /etc/grub.d/05_debian_theme ###

### BEGIN /etc/grub.d/10_hurd ###
### END /etc/grub.d/10_hurd ###

### BEGIN /etc/grub.d/10_linux ###
set root=(hd0,5)
search --fs-uuid --set b02e1934-12dd-418a-be3a-9ff7d3e7e7ea
menuentry "Ubuntu, linux 2.6.28-13-generic" {
linux /boot/vmlinuz-2.6.28-13-generic root=UUID=b02e1934-12dd-418a ro quiet splash vga800
initrd /boot/initrd.img-2.6.28-13-generic
}
menuentry "Ubuntu, linux 2.6.28-13-generic (single-user mode)" {
linux /boot/vmlinuz-2.6.28-13-generic root=UUID=b02e1934-12dd-418a ro single
initrd /boot/initrd.img-2.6.28-13-generic
}
menuentry "Ubuntu, linux 2.6.28-11-generic" {
linux /boot/vmlinuz-2.6.28-11-generic root=UUID=b02e1934-12dd-418a ro quiet splash vga800
initrd /boot/initrd.img-2.6.28-11-generic
}
menuentry "Ubuntu, linux 2.6.28-11-generic (single-user mode)" {
linux /boot/vmlinuz-2.6.28-11-generic root=UUID=b02e1934-12dd-418a ro single
initrd /boot/initrd.img-2.6.28-11-generic
}
### END /etc/grub.d/10_linux ###

### BEGIN /etc/grub.d/20_memtest86+ ###
menuentry "Memory test (memtest86+)" {
linux /boot/memtest86+.bin
}
menuentry "Memory test (memtest86+, serial console 115200)" {
linux /boot/memtest86+.bin console=ttyS0,115200n8
}
### END /etc/grub.d/20_memtest86+ ###

### BEGIN /etc/grub.d/30_os-prober ###
menuentry "Microsoft Windows XP Home Edition (on /dev/sda1)" {
set root=(hd0,1)
chainloader +1
}
### END /etc/grub.d/30_os-prober ###

### BEGIN /etc/grub.d/40_custom ###
# This file is an example on how to add custom entries

### END /etc/grub.d/40_custom ###

### BEGIN /etc/grub.d/41_srcd ###
menuentry "SystemRescue CD on hard drive" {
set root=(hd0,10)
linux /sysrcd/rescuecd subdir=sysrcd setkmap=us
initrd /sysrcd/initram.igz
}
### END /etc/grub.d/41_srcd ###



Il file grub (/etc/default/grub) 



Questo file contiene informazioni simili a quelle che si trovavano nella sezione più alta del vecchio file menu.lst. Contiene impostazioni che incidono sull'aspetto del menù del programma.
Questo file può essere modificato con i privilegi di amministrazione per modificare le impostazioni; modifiche che verranno importate nel file grub.cfg quando viene eseguito il comando update-grub2.
# If you change this file, run 'update-grub' afterwards to update
# /boot/grub/grub.cfg.

GRUB_DEFAULT=0
GRUB_HIDDEN_TIMEOUT=3
GRUB_HIDDEN_TIMEOUT_QUIET=true
GRUB_TIMEOUT=10
GRUB_DISTRIBUTOR=`lsb_release -i -s 2> /dev/null || echo Debian`
GRUB_CMDLINE_LINUX_DEFAULT="quiet splash"
GRUB_CMDLINE_LINUX=""

# Uncomment to disable graphical terminal (grub-pc only)
#GRUB_TERMINAL=console

# The resolution used on graphical terminal
# note that you can use only modes which your graphic card supports via VBE
# you can see them in real GRUB with the command `vbeinfo'
#GRUB_GFXMODE=640x480

# Uncomment if you don't want GRUB to pass "root=UUID=xxx" parameter to Linux
#GRUB_DISABLE_LINUX_UUID=true

# Uncomment to disable generation of recovery mode menu entrys
#GRUB_DISABLE_LINUX_RECOVERY="true"




fonte: Wiki Ubuntu





Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:



Fonte


Vieteranno tutti i prodotti erboristici


L'Unione Europea, o meglio, questo organismo a servizio delle lobbies non contenta del regalo di sangue di animali (ovvero la inutile e dannosa VIVISEZIONE) per arricchire ancora di più Big Pharma, si appresta ad ingrassare tale lobby consegnandole anche tutto il comparto erboristico.
Naturalmente lo fa solo ed esclusivamente nell'interesse del cittadino, non ne dubitiamo.
Barbara

Vieteranno tutti i prodotti erboristici


Il 1° Maggio 2011 i cittadini europei subiranno il più micidiale attacco alla loro libertà personale che la storia ricordi: la fine della possibilità di curarsi con prodotti erboristici dall'utilizzo millenario.
Le multinazionali farmaceutiche, i veri padroni del mondo e dell'economia reale, coloro che comandano la Finanza e i nostri politici, che decidono - nel bene e nel male - del nostro futuro, hanno deciso di eliminare la concorrenza, da loro considerata sleale, dei rimedi naturali con i quali l'umanità si è curata e si cura da millenni. Il primo Maggio 2011 entrerà infatti in vigore la Direttiva 2004/24/CE che modifica, per quanto riguarda i medicinali vegetali tradizionali, la direttiva 2001/83/CE, del 6 novembre 2001, che disciplina i “medicinali per uso umano”.
Ma vediamo cosa prevede l'articolo 16 quarter, (paragrafo 1 lettera c):
La documentazione bibliografica o le certificazioni di esperti comprovanti che il medicinale in questione o un prodotto corrispondente ha avuto un impiego medicinale per un periodo di almeno trent'anni anteriormente alla data di presentazione della domanda, di cui almeno 15 anni nella Comunità.
In pratica (e questa è l'assurdità della Direttiva!), se una azienda (dopo il 1° Maggio 2001), vorrà vendere un prodotto erboristico (pianta o parti di pianta) descrivendo sulla confezione le caratteristiche “terapeutiche” e/o “curative”, tale prodotto, anche se viene di fatto utilizzato da migliaia di anni, verrà considerato alla stregua di un “farmaco di sintesi”, e, come tale, dovrà sottostare a tutti gli obblighi, sperimentazioni (prove chimico-fisiche, biologiche, microbiologiche, farmacologiche, tossicologiche e cliniche ) e autorizzazioni previste per i farmaci chimici.
Le stime delle spese di registrazione vanno da 80.000 a ben oltre 150.000 euro per il singolo prodotto!

Secondo voi, una piccola o media azienda erboristica, può sobbarcarsi una spesa del genere?
Tale spesa se la potranno permettere solo le multinazionali farmaceutiche, quelle che hanno imposto la Direttiva ai politici europei (si badi bene che la responsabilità è anche dei parlamentari europei italiani, di tutti gli schieramenti politici!).
Davanti a questo scempio della nostra libertà, tutti i media sono rimasti muti, come se il problema non ci riguardasse, dedicando per mesi (e fino alla nausea) i grandi titoli delle loro prime pagine all'harem di Berlusconi, al Ruby-Gate, alla casa di Montecarlo di Fini e al gossip per casalinghe frustrate.
I consumatori sono stati tenuti all'oscuro su questa Direttiva europea che vieta la maggior parte dei rimedi erboristici di uso comune. I prodotti erboristici non europei saranno i più colpiti, visto che a tutt'oggi non è stato approvato un solo rimedio erboristico tra quelli usati dalle due più importanti tradizioni, quella ayurvedica (India) e quella della medicina tradizionale cinese (MTC).
Saranno vietati anche gli integratori alimentari contenenti qualunque erba medicinale che non sia autorizzata.
La nuova legislazione dice di voler mettere in primo piano la sicurezza dei consumatori rendendo obbligatoria l'indicazione, sulle etichette dei prodotti erboristici approvati, dei possibili effetti collaterali e interazioni con altri farmaci. Ma è probabile che i consumatori attenti alla salute restino sorpresi di trovare nella lista una vasta pletora (oltre 100) di additivi “cattivi”, nella maggior parte dei prodotti registrati (ma non tutti). Tra questi, il detersivo laurilsolfato di sodio, i controversi edulcoranti aspartame e ciclamato di sodio, conservanti artificiali come ad esempio l'E215, l'E217 e l'E219, e vari polimeri, come il copolimero di butil metacrilato (BA), il polivinilpirrolidone e l'alcool polivinilico (PVA). Quest'ultimo è riconosciuto dalle autorità governative per causare il cancro negli animali da laboratorio.
Tra i prodotti che non potranno più essere commercializzati vi è la Graviola, un prodotto naturale ricavato da una pianta amazzonica con il quale è possibile curare il cancro. Conosco questa sostanza perché un mio conoscente, da circa 10 anni, tiene fermo un tumore alla prostata grazie a questa sostanza dal prezzo quasi irrisorio. In uno studio pubblicato sul Journal of Natural Products, è stato dimostrato che la Graviola non è solo confrontabile con l´Adriamicina (un farmaco antitumorale), ma la supera clamorosamente negli studi di laboratorio. Un composto della pianta ha distrutto selettivamente le cellule cancerose del colon con una potenza 10.000 (diecimila!) volte superiore a quella dell'Adriamicina.
Come la Graviola, tantissime altre potenti sostanze naturali come il Noni, l'Astragalo, le echinacee, etc., spariranno e diverranno introvabili. I consumatori potranno solo curarsi con rimedi chimici, quelli che hanno tantissimi effetti collaterali, contribuendo all'arricchimento delle multinazionali farmaceutiche.
In Europa gli unici che si stanno organizzando per opporsi allo scempio sopra descritto, sono gli aderenti all´Alliance for Natural Health International (ANH-Intl). Alliance for Natural Health International è un'organizzazione non governativa che opera per proteggere e promuovere approcci innocui, sicuri e naturali alla cura della salute. L´ANH-Intl agisce in un'ampia varietà di campi, incluso quella della libertà di scelta, e quello dell'uso di micronutrienti e di prodotti erboristici nella cura della salute.
L'organizzazione è stata fondata nel 2002 dal Dr Robert Verkerk, esperto internazionalmente apprezzato in tema di sostenibilità, che continua la sua leadership.
Nel 2003 l'NH ha fatto ricorso contro la direttiva europea sugli integratori alimentari, e questa causa è stata con successo portata alla Corte Europea di Giustizia all'inizio del 2004. La sentenza del 2005 ha significativamente chiarito aree della legge UE che non erano trasparenti riguardo agli integratori alimentari.
Recentemente il Dr. Verkerk ha dichiarato ai media che la sua Organizzazione intende avviare un procedimento di revisione giudiziale della direttiva comunitaria europea, partendo dall'Alta Corte di Londra, con la speranza di ottenere un rinvio pregiudiziale alla Corte di giustizia europea, contestando la norma per il fatto che essa è sproporzionata, non trasparente e discriminatoria, specialmente nei confronti delle tradizioni non-europee. L'Alliance for Natural Health International ha già raccolto circa 60.000 delle 90.000 sterline previste per finanziare le spese legali di questa fase iniziale.
Non posso che augurare a queste persone che stanno portando avanti una lotta per gli interessi di tutti, il successo della loro iniziativa.
Per chi volesse tentare di impedire questa limitazione della libertà personale di scelta terapeutica, è possibile firmare la petizione che trovate a questo LINK. Pochi minuti potrebbero fare la differenza!
Piero Nuciari
Ec Planet

Fonte


JAPAN EARTHQUAKE 2011 MASSIVE HAARP ACTIVITY H.A.A.R.P

Massive HAARP activity recorded in the 48 hour period up to and including the Japanese earthquake. I make no claims HAARP is to cause im merely presenting publicly available data from ONE of MANY facilities, activity recorded here was far higher than recorded prior to HAITI. Make your own mind up and do your own research, think for yourself - Again i make no claims HAARP is to cause..





You can varify on HAARP Official Site.... http://137.229.36.30/cgi-bin/scmag/disp-scmag.cgi


Fonte


Istituto Luce.



















Vuoi vedere che al processo non potrà aprire bocca per il riacutizzarsi della ferita?
Il santuomo soffre per tutti noi e quindi parte la macchina del ministero della cultura popolare che riporta in tutte le case degli italiani la truce storia dell'attentato.

Fonte


Ne stanno succedendo di cotte e di crude


Accidenti!
Ne stanno succedendo veramente di cotte e di crude...
Vi condenso una LISTA delle NEWS (pescate tra ieri ed oggi)
tanto per avere un quadro generale della situazione.

Allo stesso tempo potrete anche farvi un'idea del super-flusso-continuo d'informazioni
che mi devo sniffare senza soste per condensare i miei Blog-Articoli...;-)

CINA
L'inflazione aumenta in Cina più delle attese
L'inflazione è aumentata a febbraio in Cina più delle attese. I prezzi al consumo sono cresciuti lo scorso mese nel Paese asiatico del 4,9%. Gli economisti avevano previsto una crescita del 4,8%...
Cina: +7,2% a/a indice prezzi alla produzione a febbraio
Indice dei prezzi alla produzione in crescita del 7,2 per cento annuo a febbraio in Cina dal +6,6% di gennaio. Il ...
Cina: +11,6% le vendite al dettaglio a febbraio, sotto le attese
Progresso dell'11,6% a livello annuo per le vendite al dettaglio in Cina a febbraio. Il consensus era per un ...
Cina: +14,9% la produzione industriale a febbraio, oltre le attese
Progresso del 14,9% a livello annuo per la produzione industriale cinese a febbraio. Dato oltre l eattese che ...
GIAPPONE: TERREMOTO
L'epicentro a 500 km da Tokyo, molti feriti.
Japan braces for the big one…
Japan was reeling on Friday after the region northeast of Tokyo was hit by the biggest earthquake since the tremblor that devastated the port city of Kobe in 1995....
Apocalisse in Giappone
Un violento terremoto si è abbattuto sul Giappone nella mattinata dell'11 marzo. La prima scossa, di magnitudo 8,9 della scala Richter è avvenuta alle 14.46 ora locale. Una seconda scossa, invece, è stata registrata alle 15.15 locali (le 7,15 in Italia) al largo delle acque della prefettura di Ibaraki, alla profondità di 80 km. Una vittima accertata e otto persone disperse. L'allarme tsunami si è esteso a Taiwan e Indonesia. In fiamme una raffineria a Iichihara, una città non lontana da Tokyo. .............
Sisma Giappone, chiusi tutti i porti

IL RE DEI GUFI
Roubini Media Reports: Double Dip Recession if Oil Hits $140
Bloomberg --
Roubini Sees Double Dip for Advanced States If Oil Hits $140

PIIGS, DEFAULT ED AFFINI
Bond Market Anticipates Greek Default; New Highs in Greek, Irish, Portuguese Bond Yields; Spain Downgraded on $21 Billion Bank Capitalization Concern

Merkel Sets Terms Of Quid Pro Quo: Tells Greece To Sell Assets, Ireland To Hike Corporate Tax Rate To Get Rate Cut Concessions

Spagna: Banca Centrale, 12 Banche Devono Aumentare Capitale Di 15 Mld
(ASCA) - Roma, 10 mar - La Banca di Spagna ha pubblicato lalista delle banche che devono aumentare il capitale. Si tratta di 12 gruppi bancari che complessivamentedovranno raccogliere 15,15 miliardi di ...
Santander: l'amministratore delegato Saenz sospeso per tre mesi
L'amministratore delegato del Banco Santander, Alfredo Saenz, è stato sospeso dall'attività per tre mesi. La ...
ITA(G)LIA
Prod. Industriale: Italia Maglia Nera Europea. Pil Sottotono (Il Punto)
(ASCA) - Roma, 10 mar -
A gennaio la produzione industrialetorna a scendere.

Su base mensile la contrazione e' stata pari a -1,5%, la terza maggiore flessione degli ultimi 18mesi.

Peggio solo nell'agosto ...

OLèèèèèèèè...ALLA GRANDEEEE!
Italia: pil 2010 rivisto al rialzo a +1,2%
Finanzaonline.com - 11.3.11/10:14

L'Italia ha chiuso il 2010 con una crescita del pil pari all'1,2% dopo il calo di 5,2 punti percentuali nel 2009.
Il dato è stato rivisto al rialzo dello 0,1% rispetto a quanto comunicato precedentemente.


IL LOTTO DELLE BORSE, POLARIZZAZIONE RICCHI&POVERI...
Lottomatica sbanca in Borsa grazie a un inizio 2011 promettente
Più che ai conti 2010 gli analisti guardano alle indicazioni rassicuranti arrivate ieri dal management della società che ha detto che il 2011 è [...]
BMW annuncia risultati record, il dividendo sale a 1,30 euro
Il gruppo tedesco si attende per il 2011 un ulteriore aumento delle sue vendite.
Bmw: Utili 2010 Salgono Di 15 Volte a 3,23 Miliardi
...cda di Bmw. "Abbiamo fissato nuovi record per ilfatturato ...

SORELLE ZOCCOLE DEL RATING
Libia: Sp Abbassa Rating Di 4 Gradi a 'Bb' Poi Lo Sospende
(AGI) Parigi - Standard and Poor's ha abbassato il rating dellaLibia di quattro gradi portandolo a 'BB' per poi sospenderlo.Tale provvedimento, spiega l'agenzia, e' legato alle sanzioniinternazionali ...

LIBIA, ARABIA SAUDITA & PETROLIO

Futures Movers: Oil edges lower as traders eye Libya, Saudi ArabiaCrude futures drop, extending recent losses, as traders brace for a day of protests in oil-rich Saudi Arabia and keep an eye on the conflict in Libya.

FIDUCIA CONSUMATORI USA NON CALCOLATA DALL'HAPPY-MICHIGAN....

Consumer Comfort Index: attenzione alla discesa
Attenzione al vero indice di fiducia dei consumatori. Il Bloomberg Consumer Comfort Index è sceso di brutto, la fiducia dei consumatori USA è scemata, complice l’inasprimento del prezzo della benzina e la percezione di una situazione macro in peggioramento. March … Continua a leggere

BORSE EMERGENTI OD EMERSE?
Borse dell'Europa dell'Est: Chiusura negativa, Mosca -3,1%
Tutte le principali borse dell'Europa dell'Est hanno chiuso oggi in ribasso. L'indice RTS ha perso a Mosca il 3,1% a 1.949,35 punti. I volumi di scambio sono aumentati rispetto a ieri e...
Le borse di San Paolo e Città del Messico chiudono in forte ribasso
Quasi tutte le borse dell'America Latina hanno chiuso ieri in ribasso. Il Bovespa a San Paolo ha perso l'1,8% a 66.040,70 punti. La bilancia commerciale della Cina, il principale partner...
MIX DAL MITICO BLOG CALCULATED RISK
Misc: Libya, Europe and Summary

The Libya situation is grim.

From the NY Times: U.S. Escalates Pressure on Libya Amid Mixed Signals

From the WSJ: Gadhafi Forces Escalate Attacks

• Friday is the so-called "Day of Rage" in Saudi Arabia
From Reuters: Shooting and injuries before Saudi day of protest
Saudi police fired in the air to disperse protesting Shi'ites and three people were injured on the eve of a day of protests called for Friday by activists using the Internet.
Protests were planned in other Gulf countries such as Yemen, Kuwait and Bahrain.

U.S. WTI oil prices fell slightly to $102.75 today.

• European Financial Crisis

From Bloomberg: Spain's Rating Downgraded to Aa2 by Moody's Over Bank Cost Concerns

From the Financial Times: Eurozone leaders to meet on stabilisation pact. Not much is expected at this meeting - this was a prelude to the meeting of all 27 EU leaders in Brussels on March 24th and 25th.

House Prices declined 2.5% in January, Prices at New Post-bubble low, see Graph here

Trade Deficit increased in January to $46.3 billion, see Graph here

Weekly Initial Unemployment Claims increase to 397,000, see Graph here.

Q4 Flow of Funds: Household Real Estate assets off $6.3 trillion from peak

e per finire, FUTURES Borsa USA
(S&P 500) alle ore 10.40 dell'11 Marzo 2011

clicca sull'immagine per ingrandirla


Fonte


Wild Ones - Sparatutto clone del mitico Worms su Facebook!

Wild Ones

Chi di noi si ricorda del mitico gioco Worms? Per chi non lo conosce Worms è un semplice gioco dove il nostro simpatico vermicello, armato di cannone sfidava il computer, o il vermicello del nostro amichetto, cercando di colpire il più potentemente possibile?
Il team Playdom ha realizzato Wild Ones un game che possiamo indicare come rifacimento di Worms, (che in questi mesi sta avendo un enorme successo in Facebook) di cui dovremo creare il nostro animaletto e farlo combattere con i nostri amici di Facebook.  Graficamente molto bello, Wild Ones offre un gameplay semplice da padroneggiare, che tuttavia rende impossibile staccarsi dal video se non dopo aver sonoramente massacrato il nostro avversario.
Leggi il resto dell' articolo...

Fonte


Icahn restituisce i soldi ai suoi sottoscrittori!


Molto conosciuto come uno spietato raider che entra nelle grandi corporation statunitensi per poi monetizzare la sua uscita, Carl Icahn ha colpito l’immaginazione degli investitori decidendo di restituire 1,75 miliardi di dollari ai partecipanti al suo hedge fund che d’ora in poi farà capo a lui soltanto.

Ma quello che più colpisce è la motivazione di questa scelta dello ‘squalo’ che è racchiusa in queste parole “non voglio essere responsabile nei loro confronti per le conseguenze di un’altra possibile crisi dei mercati”, crisi che il raider vede possibile alla luce del quasi raddoppio del livello dei listini azionari statunitensi rispetto ai livelli toccati nel giorno più terribile della tempesta perfetta, il 9 marzo del 2009.

Icahn aggiunge poi di essere molto preoccupato per quanto sta accadendo in Nord Africa e Medio Oriente, avvenimenti che potrebbero innescare una rapida retromarcia dei mercati, soprattutto se, come nel caso della Libia, non si giungesse presto ad una soluzione.

Come scrivevo nella puntata di martedì scorso del Diario della crisi finanziaria, è da due anni che definisco il forte recupero iniziato nel marzo del 2009 la corsa dell’orso e credo che dichiarazioni come quelle di Icahn siano in linea con questa definizione!

Fonte


Le scie chimiche sono uno strumento per il controllo mentale (articolo di Alfred Lambremont Webre)

Alfred Lambremont Webre, in una sua corposa ricerca, di cui riportiamo un significativo estratto, focalizza l’attenzione su uno degli scopi delle scie chimiche, il controllo mentale. Per la precisione l’autore, nel suo coraggioso e documentato articolo, evidenzia le perniciose conseguenze delle chemtrails e delle irradiazioni elettromagnetiche sulla salute psico-fisica e sull’umore: l’aggressione alla salute ed all’equilibrio psicologico è perpetrata con tonnellate di veleni dispersi ogni giorno in tutto il mondo. Che cosa serve ancora per scuotere la popolazione dalla sua inerzia, per indurla a reagire? Non sono sufficienti la devastazione degli ecosistemi, la diffusione di malattie invalidanti e mortali, l’abbrutimento degli individui per scrollarci di dosso questa grigia indifferenza?

Ci sono elementi di prova che il sistema H.A.A.R.P. e le scie chimiche attuano il controllo della mente contro la popolazione umana a livello globale, oltre che su scala nazionale, regionale ed individuale. Queste operazioni di controllo mentale comprendono le seguenti attività: operazioni biologiche, compreso l'uso di agenti per la guerra biologica; operazioni elettromagnetiche, incluso il sistema H.A.A.R.P. Questi interventi costituiscono crimini di guerra, crimini contro l'umanità e genocidio ai sensi dello Statuto di Roma della Corte penale internazionale ed ai sensi della Convenzioni di Ginevra.

L’espressione “mind control” è stata applicata a qualsiasi tattica, psicologica o meno, che può essere usata per sovvertire e disintegrare l’identità di un individuo, il controllo sul proprio pensiero, il comportamento, le emozioni ed il processo decisionale. Un potente e globale programma di controllo mentale è in corso contro la popolazione, attraverso le attività chimico-biologiche.

In particolare, l'aerosol diffuso contiene i seguenti valori di elementi chimici tossici, il cui effetto sui processi mentali, psicologici ed emotivi, è devastante. Le cifre di seguito riportate indicano di quante volte il limite "consentito" per legge è superato:

Alluminio: 15,8

Antimonio: 63.3 (Questo non è un errore di battitura)

Arsenico: 418 (Questo non è un errore di battitura)

Bario: 5.3

Cadmio: 6

Cromo: 6.4

Rame: 9

Ferro: 43.5 (Questo non è un errore di battitura)

Piombo: 15.7

Manganese: 513,8 (Questo non è un errore di battitura)

Nickel: 10.7

Zinco: 7.5

Le scie chimiche hanno trasformato l’atmosfera in qualcosa di simile al plasma. Respirare questo plasma con le concentrazioni sopra indicate, è stato dimostrato che causa anomalie comportamentali. Dunque le chemtrails possono essere considerate un programma di controllo mentale.

Le seguenti sono le risultanze illustrate in una relazione della Dottoressa Ilya Sandra Perlingieri. La relazione è stata letta durante una conferenza tenutasi il 3 febbraio 2011.

1. Allucinazioni, amnesia, schizofrenia, senso di obnubilamento, mal di testa ed insonnia; languore, sonnolenza, debolezza, turbe emotive.

2. Le persone che hanno improvvise 'esplosioni comportamentali' sono in realtà affette da lesioni cerebrali derivanti dall’avvelenamento della biosfera, piena di metalli pesanti e di altre sostanze chimiche tossiche, ma costoro vengono trattati come fossero criminali.

3. E' bene sapere che l'alluminio provoca deficit cognitivi e danni cerebrali. Ci vogliono anni affinché questi danni si conclamino, tuttavia, un po’ alla volta, l’alluminio determina una distruzione lenta ma insidiosa del cervello. [...]

4. Perché tra i nostri figli si è diffusa un’epidemia di autismo? Perché sono così tanti i nostri bambini cui sono prescritti psico-farmaci per problemi comportamentali e cui vengono diagnosticati disturbi cognitivi? Perché sono milioni gli adulti che assumono farmaci anti-depressivi? " [...]

Quattro aspetti sono molto evidenti:

1. La capacità di attenzione e di concentrazione è diminuita drasticamente.

2. Le persone hanno spesso amnesie.

3. La memoria a breve termine risulta compromessa.

4. Troppe persone sono insofferenti e nervose.

Per molte persone, i processi di pensiero ed il pensiero stesso sono temi molto difficili da comprendere o anche argomenti ostici su cui discutere. Nessuno vuole sentirsi dire che la sua mente non è lucida. E’ più facile attaccare il messaggero che comprendere l'enormità delle azioni compiute dai militari e dai governi, soprattutto dal momento che nulla è riportato dai media ufficiali controllati dal sistema. E 'più facile rifiutare informazioni valide o stare sulla difensiva, piuttosto che assumersi la responsabilità personale per le questioni critiche che hanno un impatto negativo sulle nostre vite.


Fonte: ufodigest





Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Chi è Wasp? CLICCA QUI


CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti


Fonte


Giappone ora si parla di prevenire il meltdown

Ad Agorà di Vianello su Raitre verso le 22.30/23.00 un signore in studio, non sò con quale qualifica ma un addetto all'Associazione Italiana Nucleare ha accolto la notizia giunta al momento in redazione dell'aumento di 10milavolte di più con un "no impossibile" o qualcosa del genere.
Lui è qua, seduto comodo in televisione, ma lo stabilisce con certezza che non c'è niente di allarmante a kilometri di distanza.Questi sono gli addetti al nucleare italiani.
Tornando al Giappone, dopo la rottura di una diga, la scomparsa di 5 treni, l'incendio della centrale nucleare di Onagawa (in foto), l'esplosione di un petrolchimico, una nave risucchiata annunciamo per gli amanti della tecnologia che domina tutto (mentre l'ambasciatore italiano in Giappone conferma alla Maggioni su Rai Uno che tutto è tornato normale, i pendolari puntuali e precisi sono andati al lavoro...l'importante è non perdere produttività)

Giappone ora si parla di prevenire il meltdown

"Il Giappone cerca di prevenire il meltdown nella centrale nucleare di Fukushima", titola un articolo del LA Times di mezz'ora fa.
Il governo ha mandato 8000 soldati a presidiare militarmente la zona.
E' decisamente una brutta giornata per il nucleare giapponese, anche perchè l'impianto di Fukushima è un vecchio rottame di 40 anni con una tecnologia da anni '60, con un solo circuito di raffreddamento, senza una cupola di contenimento, e con livelli di sicurezza tra i più bassi del pianeta (non lo dice Greenpeace, ma il LA Times).
Secondo la Reuters, la pressione all'interno dell'edificio di contenimento ha già superato il doppio del massimo previsto dalla progettazione. Il livello di radiazione all'interno della centrale sembra ora tre ordini di grandezza sopra la norma.
Per raffreddare il nocciolo occorre pompare acqua e per questo serve energia elettrica, ma le linee elettriche sono state danneggiate dal terremoto, i generatori diesel di emergenza sono pure stati danneggiati, per cui ora i giapponesi stanno andando a pile.
Le batterie potrebbero durare al massimo otto ore. I giapponesi stanno dandosi da fare per portare ogni mezzo possibile per produrre energia, sperando che facciano in tempo e che Fukushima non entri negli annali dei molti orrori dell'industria nucleare.
Ore 23 : sembrano due ora i reattori ad avere problemi di raffreddamento.
Ore 1: I reattori con temperatura fuori controllo sembrano essere ben tre.
La stessa Tepco giapponese inizia a non nascondere più i problemi:
«Evacuation has been instructed by the national government to the local
residents within 3 km radius of Fukushima Daiichi Nuclear Power Station
Measurement of radioactive material (Iodine, etc.) by monitoring car
indicates increasing value compared to normal level. One of the monitoring
posts is also indicating higher than normal level. We will continue
monitoring discharge of radioactive material from exhaust stack and
discharge canal, etc.
We have decided to implement measures to reduce the pressure of the reactor
containment vessel for those units that cannot confirm certain level of
water injection by the Reactor Core Isolation Cooling System, in order to
fully secure safety.»
[L'immagine all'inizio del post è una foto del'incendio in una raffineria; è stata messa per dare un'idea della gravità generale della situazione e delle molte crisi simultanee che devono essere affrontate in Giappone in questo momento. Tale incendio non ha naturalmente nulla a che fare con la centrale nucleare]

Eco Alfabeta

Fonte


Giappone ora si parla di prevenire il meltdown ed aggiornamenti

AGGIORNAMENTI DEL 12/3/2011 ORE 16
Diretta news ed info da Tv giapponese

Giappone, possibile meltdown. Esplosione (foto) e feriti. Due centrali nucleari in avaria - Blogeko

 Esplosione nucleare in Giappone, ma è tutto sotto controllo…di Italo Romano

L'abbraccio nucleare è un abbraccio di morte di Marco Cedolin

fine agg per ora

Giappone ora si parla di prevenire il meltdown

Ad Agorà di Vianello su Raitre verso le 22.30/23.00 un signore in studio, non sò con quale qualifica ma un addetto all'Associazione Italiana Nucleare ha accolto la notizia giunta al momento in redazione dell'aumento di 10milavolte di più con un "no impossibile" o qualcosa del genere.
Lui è qua, seduto comodo in televisione, ma lo stabilisce con certezza che non c'è niente di allarmante a kilometri di distanza.Questi sono gli addetti al nucleare italiani.
Tornando al Giappone, dopo la rottura di una diga, la scomparsa di 5 treni, l'incendio della centrale nucleare di Onagawa (in foto), l'esplosione di un petrolchimico, una nave risucchiata annunciamo per gli amanti della tecnologia che domina tutto (mentre l'ambasciatore italiano in Giappone conferma alla Maggioni su Rai Uno che tutto è tornato normale, i pendolari puntuali e precisi sono andati al lavoro...l'importante è non perdere produttività)

Giappone ora si parla di prevenire il meltdown

"Il Giappone cerca di prevenire il meltdown nella centrale nucleare di Fukushima", titola un articolo del LA Times di mezz'ora fa.
Il governo ha mandato 8000 soldati a presidiare militarmente la zona.
E' decisamente una brutta giornata per il nucleare giapponese, anche perchè l'impianto di Fukushima è un vecchio rottame di 40 anni con una tecnologia da anni '60, con un solo circuito di raffreddamento, senza una cupola di contenimento, e con livelli di sicurezza tra i più bassi del pianeta (non lo dice Greenpeace, ma il LA Times).
Secondo la Reuters, la pressione all'interno dell'edificio di contenimento ha già superato il doppio del massimo previsto dalla progettazione. Il livello di radiazione all'interno della centrale sembra ora tre ordini di grandezza sopra la norma.
Per raffreddare il nocciolo occorre pompare acqua e per questo serve energia elettrica, ma le linee elettriche sono state danneggiate dal terremoto, i generatori diesel di emergenza sono pure stati danneggiati, per cui ora i giapponesi stanno andando a pile.
Le batterie potrebbero durare al massimo otto ore. I giapponesi stanno dandosi da fare per portare ogni mezzo possibile per produrre energia, sperando che facciano in tempo e che Fukushima non entri negli annali dei molti orrori dell'industria nucleare.
Ore 23 : sembrano due ora i reattori ad avere problemi di raffreddamento.
Ore 1: I reattori con temperatura fuori controllo sembrano essere ben tre.
La stessa Tepco giapponese inizia a non nascondere più i problemi:
«Evacuation has been instructed by the national government to the local
residents within 3 km radius of Fukushima Daiichi Nuclear Power Station
Measurement of radioactive material (Iodine, etc.) by monitoring car
indicates increasing value compared to normal level. One of the monitoring
posts is also indicating higher than normal level. We will continue
monitoring discharge of radioactive material from exhaust stack and
discharge canal, etc.
We have decided to implement measures to reduce the pressure of the reactor
containment vessel for those units that cannot confirm certain level of
water injection by the Reactor Core Isolation Cooling System, in order to
fully secure safety.»
[L'immagine all'inizio del post è una foto del'incendio in una raffineria; è stata messa per dare un'idea della gravità generale della situazione e delle molte crisi simultanee che devono essere affrontate in Giappone in questo momento. Tale incendio non ha naturalmente nulla a che fare con la centrale nucleare]

Eco Alfabeta

Fonte


Arte ed Ufo?


INTRODUZIONE - Viator

In una delle ultime puntate di 'Mistero' si è discusso di clipeologia, disciplina dedita allo studio di antiche opere pittoriche attraverso le quali alcuni artisti medievali e rinascimentali avrebbero inteso testimoniare e tramandare ai posteri una serie di misteriose epifanie ed avvistamenti riconducibili al fenomeno UFO.

Si tratta di immagini suggestive, la cui analisi induce l'osservatore a domandarsi se quei dipinti contengano le prove di una presenza aliena sulla Terra già in epoche remote.

Non nego che - da incompetente in materia - la vista di tali apparenti 'incongruenze' all'interno di opere così antiche mi abbia indotto a considerare come plausibile la tesi ufologica, al punto da postare un lungo articolo al riguardo.

Dopo la pubblicazione dell'articolo, tuttavia, un attento lettore mi ha segnalato un saggio scritto da un esperto d'arte (come Vittorio Sgarbi, ma forse un tantino più esperto) attraverso cui la 'tesi ufologica' in ambito pittorico viene contestata e - a mio avviso - ridimensionata grazie ad una serie di spiegazioni che definirei illuminanti.. 

Sebbene personalmente sia tutt'altro che scettico riguardo la esistenza (ed ingerenza nei fatti umani) da parte di entità aliene (extraterrestri o extra-dimensionali), di converso sono portato a rifiutare qualsiasi posizione 'ideologica' e mistificatoria.

Per cui oggi - a distanza di qualche mese - ho pensato di proporre una sintesi di quel saggio, così che chi legge possa crearsi una opinione più consapevole circa il fenomeno UFO rapportato all'arte pittorica antica.

Si tenga presente che le pur chiare delucidazioni fornite dall'autore restano confinate nell'ambito dell'arte medievale e rinascimentale, escludendo dal discorso gli antichissimi ed 'inspiegabili' reperti denominati 'oopart', cioè 'out of place artifact', precedentemente descritti nei post 'Gli Oopart.' ed Antiche Anomalie ed Alieni.

Quella che segue è una sintesi del saggio scritto da Diego Cuoghi, la cui versione integrale può essere letta seguendo il link segnalato in coda al post.

Ringrazio Jacko per la segnalazione.

--------------------------------

ARTE E UFO?
No, grazie, solo arte per favore ...

di D. Cuoghi

Con la sigla U.F.O. si definisce un "oggetto volante non identificato" (Unidentified Flying Object).

Ovviamente se l'oggetto volante viene identificato non può più essere definito UFO. In queste pagine prenderò in esame una serie di "oggetti volanti" che secondo alcuni si troverebbero raffigurati in opere d'arte antica. 

In molti libri, ma soprattutto nelle sezioni di "paleoastronautica" o "clipeologia" di molti siti web, questi dipinti vengono portati come prove di avvistamenti di UFO nel passato. A un attento esame però queste opere d'arte si rivelano simili a moltissime altre dallo stesso soggetto, quindi non incongrue rispetto alla tradizione. In ultima analisi gli "oggetti volanti" risultano facilmente identificabili all'interno della iconografia cristiana medievale e rinascimentale.

Più o meno le immagini che vengono pubblicate sono sempre quelle; se una nuova figura viene inserita in un sito o in un libro si può stare sicuri che entro breve tempo la si vedrà comparire anche negli altri, spesso con gli stessi identici commenti. 

Il sito più conosciuto e citato è quello di Matthew Hurley, autore che di recente ha pubblicato il libro "Alien Chronicles". Uno dei libri italiani più recenti su questo argomento è invece “Narrano antiche cronache” di Roberto Volterri. L’autore passa in rassegna decine di “casi” invitando più volte e con insistenza i lettori a dare la caccia, in libri, musei e pinacoteche, a «piccoli e grandi elementi, dettagli, spunti che potrebbero suggerire anche interpretazioni... ufologiche.».

Purtroppo il metodo seguito dai “cacciatori di UFO” è proprio questo, e non richiede assolutamente la minima conoscenza in campo storico-artistico. 

Basta prendere un libro con riproduzioni d'arte, meglio se opere precedenti al secolo XVII, e cominciare a ricercare in tutti i quadri i particolari strani, soprattutto a forma lenticolare, ovvero di "disco volante". In questo modo non è difficile trovare elementi che a prima vista appaiono bizzarri e si può dichiarare questo o quell'oggetto incongruo rispetto all'ambiente o all'epoca dell'opera d'arte, e quindi sicuramente "alieno" o "non identificato".

Nessuno di questi autori si preoccupa di documentarsi sul possibile significato simbolico di quegli strani elementi nell'arte di quel periodo, così li prendono per raffigurazioni realistiche di oggetti volanti non identificati visti dal vero. Come se un autore del '400 italiano o un anonimo pittore di icone bizantine avessero davvero potuto inserire in un dipinto a soggetto religioso qualcosa di non "canonico" e codificato. 

Chi sceglieva i soggetti e ne controllava puntigliosamente l'esecuzione era infatti la committenza (in molti di questi casi istituzioni religiose) che mai avrebbe permesso all'autore di rappresentare altro da ciò che era stato in precedenza concordato con precisi contratti, soprattutto nel caso di soggetti sacri che dovevano rispettare regole e dogmi ben definiti.

Chi sostiene le teorie sugli UFO nell'arte rinascimentale probabilmente si immagina quell'epoca come misteriosa e lontana, e vede i dipinti come uniche testimonianze criptiche delle esperienze o dell'immaginario personale degli artisti, liberi di esprimersi come meglio pareva loro. Esistono però archivi storici pieni di documenti ben conosciuti, di pugno di questi pittori o scultori e dei loro committenti: lettere, diari, fatture, inventari, contratti, suppliche, ingiunzioni, resoconti di viaggi, note di spese... e sono questi documenti che testimoniano cosa e come veniva dipinto e per chi. E tra i motivi non c'erano certo i rovelli esistenziali o le esperienze concrete della vita che siamo abituati a immaginare oggi come fonte di ispirazione degli artisti.

In queste pagine elencherò alcune di queste opere d'arte, tratte da molti siti web ufologici italiani ed esteri, e cercherò di spiegare in modo semplice quali sono il soggetto e il significato. Lo scopo è quello di dare una risposta decisa a chi pubblica in maniera superficiale immagini d'arte antica e relativi commenti come si trattasse di figurine che vengono scambiate, riciclandole e copiandole l'uno dall'altro senza fare nessun approfondimento né verifica.

PRIMA PARTE

PAOLO UCCELLO, LA TEBAIDE
(Gallerie Dell'Accademia, Firenze)


L'immagine qui sopra, pubblicata in molti siti web, riproduce malamente un particolare del dipinto intitolato "Scene di vita eremitica", detto anche "La Tebaide", di Paolo Uccello:


Il dipinto rappresenta diverse scene di vita monastica: in basso a sinistra la Vergine appare a San Bernardo; sopra un gruppo di monaci si flagellano davanti al crocifisso; al centro, in una grande grotta, è raffigurato San Gerolamo in preghiera davanti a un altro crocifisso, mentre in alto san Francesco inginocchiato riceve le stimmate. Nella zona in basso a destra forse è raffigurata la predicazione di San Romualdo.

Secondo certe ipotesi ufologiche quell'oggetto rosso nella grotta al centro, a destra della croce, sarebbe un disco volante: «Nell’opera pittorica di Paolo Uccello conosciuta come "La Tebaide", esposta presso l’Accademia di Firenze, si osserva un oggetto di forma discoidale, con tanto di cupola, di color rosso dipinto su un fondo scuro. Chiaramente visibile l’effetto del movimento dato dall’artista con piccole pennellate di colore; si ha proprio l’impressione che l’oggetto compia una repentina virata caratteristica di corpi volanti noti con la sigla di UFO.» (testo di Mauro Paoletti tratto da Edicolaweb)

In un recente articolo di Daniela Giordano, intitolato Do UFOs exists in the History of Arts? troviamo più o meno la stessa descrizione, in cui si afferma che Paolo Uccello «illustrates the motion of the object with some semicircular swirl, as if to indicate a turning – something similar to the manner in which motion is represented in the comics. Moreover, the mordant effect of the color used (red) by the Aretinian artist makes one think that he wished to underline the possible incandescence of the object.»

L'artista quattrocentesco, secondo Daniela Giordano, avrebbe dunque dipinto scie semicircolari per indicare una virata, nello stesso modo in cui il movimento viene rappresentato oggi nei fumetti. Inoltre Paolo Uccello avrebbe usato il colore rosso per descrivere l'incandescenza dell'oggetto volante.

Anche Carlo Sabadin, in una pagina di MOSAC , pur ammettendo che quell'oggetto possa essere quello che sembra, ovvero un copricapo da cardinale, si chiede perché mai l'artista avrebbe dovuto collocare sul Golgota un cappello con una "strana scia". Ma soprattutto conclude l'articolo rivendicando il diritto di interpretare a proprio piacimento le opere d'arte: «Purtroppo cosa intendessero rappresentare effettivamente gli autori di opere pittoriche come Paolo Uccello, o Piero della Francesca, o Filippo Lippi, o Masolino da Panicale, o Ventura Salimbeni e molti altri, non saremo mai dati a saperlo (...). Quindi ognuno di noi può essere libero di interpretare come meglio crede questi particolari "anomali", con buona pace di chi non ci vede nulla di "ufologico".»

A questo punto non ci resta che osservare meglio il "particolare anomalo ". L'ingrandimento pubblicato in tante pagine web mostra un fondo scuro e quasi uniforme, invece se si osserva una riproduzione migliore si vede che il personaggio inginocchiato si trova dentro a una grotta e che lo "strano oggetto" è appoggiato in terra sotto il crocifisso, ed è molto più piccolo dell'animale.



Chiunque conosca un minimo la storia dell'arte riconoscerà in quell'oggetto un cappello da cardinale (si vedono benissimo i cordoni con i fiocchi), infatti il personaggio inginocchiato è San Gerolamo (o Girolamo) che, si racconta, divenne eremita dopo aver rinunciato alla carica ecclesiastica:

«In uno tra i più diffusi moduli iconografici, Gerolamo nel deserto si percuote il petto con una pietra, inginocchiato di fronte a un crocifisso o immerso nella lettura delle Sacre Scritture a scoprire la sequenza della graduale rivelazione divina e del suo compimento in Cristo. 

La deposizione della veste purpurea è simbolo dell'abbandono della vita togata, piena di onori e soddisfazioni intellettuali, ma piena anche di tronfia vanagloria e di farisaica convinzione di superiorità culturale e morale ».
(http://www.cini.it/palazzocini/testi/ferrar/gero.html)

« La sua iconografia diventa molto comune soprattutto tra il XV e il XVII secolo. Egli è raffigurato anziano, con la barba e i capelli bianchi, con accanto il cappello cardinalizio; è accompagnato dal leone al quale secondo il racconto popolare il santo ha estratto una spina dalla zampa. 

Oltre a specifici momenti della sua vita (san Gerolamo nel deserto, fustigato dagli angeli, mentre viene tentato o ha le visioni, le sue avventure con il leone, mentre traduce, l’ultima comunione, i suoi miracoli) la sua figura è riconducibile soprattutto a tre tipologie. Come penitente vestito di pelli o cenci, è inginocchiato davanti a un crocifisso e si batte il petto con un sasso; accanto a lui possono esserci la clessidra e il teschio, simboli del tempo che fugge e conduce alla morte. Come erudito siede nel suo studio, intento a scrivere o leggere, circondato dagli strumenti del sapere. Come dottore della Chiesa è invece raffigurato in piedi, con il vestito rosso da cardinale, titolo che all’epoca in realtà non esisteva ma che gli è attribuito in ricordo del suo lavoro presso il papa ». (http://www.thanatos.it/cultura/personaggi/san_girolamo.htm adattamento dal capitolo su Girolamo del "Dizionario dei soggetti e dei simboli nell'arte" di James Hall)

Ecco la stessa scena nella versione di Pietro Vannucci, detto il Perugino, e in quella di Albrecht Bouts:


La scena rappresentata, con il santo che si percuote il petto con una pietra, non si svolge sul Golgota (la collina dove secondo i vangeli avvenne la crocifissione), ma più semplicemente davanti ad un crocifisso di legno. Il leone vicino al santo ricorda la leggenda secondo la quale Gerolamo avrebbe salvato e addomesticato la belva togliendole una spina da una zampa. Ma il leone è anche il simbolo dell'evangelista San Marco e della Repubblica di Venezia, infatti si raccontava che San Gerolamo fosse nato in Dalmazia. Nonostante ciò diversi siti web a carattere ufologico riportano un articolo di Umberto Telarico pubblicato da "Notiziario UFO" (n. 8, 1996) in cui l'animale è descritto come un "cagnolino".

Ecco una piccola galleria di altri dipinti che raffigurano San Gerolamo. Nella prima immagine lo vediamo in vesti da cardinale, con il cappello rosso in testa. Nella seconda San Gerolamo è raffigurato nelle due vesti: cardinale a sinistra ed eremita, con il cappello gettato a terra, a destra:

       
In molte altre invece San Gerolamo è raffigurato come eremita, in preghiera davanti alla croce, con il cappello rosso in terra.
      

Conclusioni:
Nel dipinto di Paolo Uccello chiamato "La Tebaide" non ci sono UFO. Quell'oggetto rosso vicino all'uomo in preghiera è il cappello da cardinale di San Gerolamo.


CARLO CRIVELLI, Annunciazione
(National Gallery, London)


Gli autori di molti siti ufologici si stupiscono di fronte a questa Annunciazione di Carlo Crivelli, ma non per motivi artistici, per la bellezza dell'opera, la perfezione dei dettagli, lo studio prospettico... Trovano strano che in questa Annunciazione ci sia un raggio che scende dal cielo e va a colpire la Madonna e sostengono che quel raggio parte da un oggetto volante non identificato di forma discoidale che si trova tra le nubi. Tutte le riproduzioni del particolare del cerchio di nubi nel cielo sono orrende, sfocate, indecifrabili. Nessuno sembra aver cercato una riproduzione migliore, quasi sempre si limitano a pubblicare questa:


In una pagina web intitolata Ufo nell'Arte e nel passato si legge che questo dipinto, uno dei più conosciuti di Carlo Crivelli e pubblicato in tutti i libri su questo artista e in quelli sulla National Gallery, sarebbe «un quadro difficilmente individuabile sia nei libri di storia dell'arte sia nelle gallerie. (...) Un'immagine molto suggestiva, enigmatica la cui spiegazione risiede nel profondo della coscienza del pittore che probabilmente la vide e la scambiò per un segno divino, decidendo di immortalarla in uno dei suoi quadri, proprio a sfondo religioso».

In un altro commento, tratto da un diverso sito web intitolato Gli UFO del Crivelli, si afferma che l'oggetto nel cielo assomiglierebbe a un UFO avvistato in Veneto nel 1999: «Ad attrarre la nostra curiosità è però la particolarità del corpo nuvoloso: questo appare quasi solido, con una struttura circolare e decisamente diverso dalle nubi circostanti. Potrebbe trattarsi solamente del cerchio solare (emanazione diretta dell’energia divina) oppure di un oggetto visto realmente dal Crivelli e da lui qui rappresentato. A riprova di questa seconda ipotesi colpisce proprio la ‘solidità’ dell’oggetto, che non è un’entità astratta; inoltre non si può non riconoscere la somiglianza della ‘nube’ con un UFO recentemente avvistato nel gennaio 1999 in Veneto. Al lettore giudicare.»

Non diverso il commento di Roberto Volterri in Narrano Antiche Cronache: «L'oggetto volante (perché di questo si tratta e non di una entità astratta, che non siamo in grado di identificare) potrebbe essere stato direttamente avvistato dal Crivelli, oppure potrebbe averne letto in 'antiche cronache' o potrebbe averne sentito parlare da conoscenti, riportando un fatto realmente accaduto con il mezzo a lui più familiare: la pittura!».

Possibile che chi pubblica queste cose non sia mai entrato in un museo? Se lo avesse fatto avrebbe visto una quantità di Annunciazioni in cui un raggio scende dal cielo a colpire la Madonna, perchè questo è il modo in cui, non solo nel dipinto di Crivelli, veniva rappresentata questa scena tratta dal vangelo di Luca. In molti dipinti il raggio passa attraverso una finestra chiusa, o un muro, a simboleggiare la verginità della Madonna. Lo stesso significato ha il giardino cinto da un muro (hortus conclusus), simbolo di castità, che spesso si vede sullo sfondo. Osservando poi con attenzione L'Annunciazione di Crivelli si vede che l'oggetto nel cielo, da cui partono i raggi, è formato da un cerchio di nubi al cui interno stanno due cerchi di piccoli angeli.


Si tratta di una rappresentazione della divinità molto diffusa, visibile in moltissime opere d'arte sacra. Ecco lo stesso particolare in una Annunciazione di Luca Signorelli:

  
Qui vediamo la cupola del Duomo di Parma affrescata dal Correggio, e una Madonna con Bambino di Lorenzo Lotto:


Anche Gustave Doré, alla metà dell' 800, riprende il tema del vortice di angeli tra le nubi, in questa illustrazione per il canto XXXI del Paradiso di Dante:

ma guarda i cerchi infino al più remoto, 
tanto che veggi seder la regina 
cui questo regno è suddito e devoto». 
Io levai li occhi; e come da mattina 
la parte oriental de l'orizzonte 
soverchia quella dove 'l sol declina, 

così, quasi di valle andando a monte 
con li occhi, vidi parte ne lo stremo 
vincer di lume tutta l'altra fronte.

E come quivi ove s'aspetta il temo 
che mal guidò Fetonte, più s'infiamma, 
e quinci e quindi il lume si fa scemo,

così quella pacifica oriafiamma 
nel mezzo s'avvivava, e d'ogne parte 
per igual modo allentava la fiamma;

e a quel mezzo, con le penne sparte, 
vid'io più di mille angeli festanti, 
ciascun distinto di fulgore e d'arte. 

Alcune annunciazioni con disco di nubi, angeli e raggi:


Una serie di annunciazioni bizantine con i raggi che scendono dal cielo, partendo da una forma astratta che rappresenta la divinità:

        
«La colomba dello Spirito Santo scende solitamente lungo un fascio di luce che termina sul capo o sul seno di Maria. In cielo, fonte di quella luce, può apparire Dio Padre. L'immagine nel suo complesso rappresenta il concepimento di Gesù in seno alla Madonna, ovvero la sua incarnazione attraverso lo Spirito Santo disceso dal cielo. (...) Anche i raggi di luce che penetrano attraverso il vetro della finestra sono un simbolo di verginità. (...) Possono inoltre trovare posto nella composizione un giardino cinto da un muro, il cosiddetto Hortus Conclusus, e/o una torre, entrambi simboli della castità di Maria » (J. Hall in "Dizionario dei soggetti e dei simboli nell'Arte" )

Conclusioni:
Nel dipinto di Carlo Crivelli intitolato "L'Annunciazione" non ci sono UFO. Il raggio che colpisce la Madonna che ascolta le parole dell'Angelo parte da due cerchi di piccoli angeli all'interno di un cerchio di nubi. Questo tipo di raffigurazione della Grazia di Dio compare in moltissime altre opere d'arte medievale e rinascimentale, ma soprattutto nella maggior parte delle Annunciazioni e dei Battesimi di Cristo.


SECONDA PARTE

CROCIFISSIONE
( Monastero di Visoki Decani, Kosovo)
(immagini gentilmente concesse da BLAGO - http://www.srpskoblago.org)


Ci troviamo di fronte a uno dei casi più clamorosi, tra quelli pubblicati in molti siti ufologici, di fraintendimento del significato di un'opera d'arte, perchè solo chi non conosce la simbologia artistica dell'epoca può arrivare a sostenere che vi sono elementi misteriosi e incongrui.

Questa Crocifissione, dipinta nei primi decenni del XIV secolo, si trova nel terzo livello della cupola nel Monastero di Visoki Decani in Kosovo, ed è tra le opere più citate nei siti di clipeologia. Gli UFO sarebbero i due strani oggetti ai lati della croce, che vediamo ingranditi:


In questo caso gli autori di quei siti sostengono che si tratterebbe di due astronavi con equipaggio, come possiamo leggere nelle pagine di Edicolaweb: «Jugoslavia, monastero di Visoki Decani, affresco della prima metà del XIV secolo. Si notano ai due angoli superiori, due capsule spaziali pilotate».

In particolare Mauro Paoletti, nell'articolo intitolato Il fenomeno ufologico nell'arte si spinge fino a dire che "Nel 1335, nella porzione di cielo di un affresco nel monastero dei Decani, Kosovo-Metohija, ex Jugoslavia, furono riprodotti due oggetti aerei, con una persona all'interno, che si inseguono sopra la scena che riproduce una Crocifissione. Gli affreschi sono rimasti sconosciuti fino al 1964, quando vennero fotografati con un teleobiettivo, dato che le immagini sono situate a circa quindici metri da terra. L’autore delle foto, Aleksander Paunovich, analizzandole, scorse due oggetti "aerei". Nel primo, un uomo sembra pilotare l’oggetto, mentre rivolto all’indietro controlla la traiettoria del "velivolo" che segue. Nel secondo, si può osservare un essere che non presenta sembianze umane e tiene un oggetto fra le mani.

Gli angeli, raffigurati a contorno della scena, vigilano il volo degli oggetti e tengono gli occhi chiusi e le mani sulle orecchie nell’atto di tapparle, come non volessero restare abbagliati o sordi. "

La storia, dopo essere stata pubblicata nella rivista jugoslava "Lumière" nel 1964, arrivò in Europa occidentale in un articolo pubblicato nel 1967 da Spoutnik, una rivista di cultura russa stampata in Francia. Nello stesso articolo, firmato da Viatcheslaw Zaitsev, si parlava anche del cosiddetto "astronauta di Fergana" e di altri "visitatori del cosmo" che l'autore credeva di individuare in antiche opere d'arte (anche Gesù, secondo Zaitsev, sarebbe stato un cosmonauta!).

Ma la Crocifissione di Decani non contiene particolari "spaziali", segue invece un modello iconografico tradizionale molto diffuso nel medioevo. In particolare un'opera d'arte che nella composizione ricorda questa Crocifissione è la Deposizione dalla Croce di Benedetto Antelami, che si trova nel Duomo di Parma


Alle estremità della composizione, nella stessa posizione dell'affresco di Decani, sono raffigurati con aspetto umano il Sole e la Luna, testimoni della Crocifissione. In entrambe le opere d'arte i personaggi che rappresentano il Sole e la Luna guardano verso la Croce che si trova al centro della composizione.

Il Sole e la Luna rappresentati come personaggi dalle fattezze umane sono visibili in molte crocifissioni in stle bizantino-ortodosso


Qui vediamo un particolare della rilegatura di un antico Evangelario (Tesoro di San Clemente d'Ochrida, sec XIV) e un particolare della crocifissione dipinta da Teophanes il Cretese in un monastero del Monte Athos:

  
dal "Dizionario dei soggetti e dei simboli nell'arte" di James Hall:

«Il sole e la luna ai due lati della croce sono elemento ricorrente nelle crocifissioni medievali. Essi sopravvissero fino al primo Rinascimento, ma sono rari dopo il XV secolo. La loro origine è antica. Sole e luna erano tradizionalmente presenti nell'iconografia delle divinità solari della Persia e della Grecia, e tale consuetudine si mantenne in epoca romana sulle monete recanti le effigi degli imperatori. Sembra che questa convenzione iconografica sia riuscita a penetrare nell'arte cristiana primitiva tramite la festività del Natale, sovrappostasi a una festa pagana che celebrava la rinascita del sole. Molto tempo prima delle più antiche raffigurazioni della Crocifissione, il sole e la luna comparivano in altri temi cristiani: il Battesimo, il Buon Pastore e la Maestà di Cristo. 

Quando si iniziò a raffigurare il Cristo in croce parve che un appropriato inserimento dei due simboli fosse già ratificato dalle scritture e dai teologi. I vangeli sinottici raccontano che verso mezzogiorno si fece buio su tutta la terra fino alle tre del pomeriggio. L'eclisse poteva essere semplicemente un segno del lutto dei cieli per la morte del Redentore; ma più specificatamente, secondo Agostino, il sole e la luna rivelavano il rapporto di prefigurazione che unisce i due Testamenti: l'Antico (la luna) si poteva comprendere solo alla luce del Nuovo (il sole). Negli esempi medievali, il sole e la luna possono essere rappresentati secondo la tipologia antica: il sole come figura maschile che guida una quadriga, la luna come figura femminile che conduce un carro di buoi, ciascuno all'interno di un disco circolare. Oppure il sole è rappresentato semplicemente da un busto maschile con un alone luminoso, e la luna da un busto femminile con il crescente lunare che contraddistingue Diana. Più tardi si riducono a due semplici dischi (in quello della luna può essere inscritto il crescente lunare) e a volte sono sorretti da angeli. Il sole compare alla destra di Cristo, la luna alla sua sinistra.»

Spesso il Sole e la Luna venivano rappresentati come personaggi dalle fattezze umane alla guida di carri trainati rispettivamente da cavalli e da buoi, come in questo bassorilievo in avorio che fa parte della rilegatura del "Libro delle Pericopi di Enrico II" del XI secolo (Monaco, Bayerische Staatsbibliothek):


Conclusioni:

Nella Crocifissione di Decani non ci sono UFO. I due oggetti ai lati della croce sono il Sole e la Luna, rappresentati in maniera antropomorfa come in moltissime scene che raffigurano la Crocifissione in ambiente bizantino ortodosso.


TERZA PARTE

"BATTESIMO DI CRISTO" di Aert De Gelder
(Fitzwilliam Museum, Cambridge)


Anche nel caso di questo "Battesimo di Cristo" di Aert de Gelder è davvero difficile comprendere cosa possa aver spinto gli autori di certi siti ufologici a sostenere che nel dipinto sarebbe rappresentato un oggetto volante non identificato. Oltretutto nessuno fornisce mai un ingrandimento decente del quadro che viene sempre riprodotto in piccole dimensioni.

Ecco invece un buon ingrandimento del dipinto:


«Da quello che appare come un disco si dipartono ben quattro raggi luminosi che rischiarano il terreno intorno al Battista e al Cristo», così leggo nella pagina di Edicolaweb. Quindi la stranezza non sarebbe solo il disco ma anche il fatto da questo partono dei raggi.

Il quadro rappresenta il "Battesimo di Cristo" perciò possiamo confrontarlo con tanti altri che rappresentano la stessa scena descritta nei Vangeli. In tutte le quattro versioni assistiamo all'intervento di Dio nella scena del Battesimo:

«E, uscendo dall`acqua, vide aprirsi i cieli e lo Spirito discendere su di lui come una colomba. E si sentì una voce dal cielo: "Tu sei il Figlio mio prediletto, in te mi sono compiaciuto" » (Mc, 1,10)

«Appena battezzato Gesù uscì dall'acqua: ed ecco, si aprirono i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio scendere come una colomba e venire su di lui. Ed ecco una voce dal cielo che disse: Questi è il mio figlio prediletto, nel quale mi sono compiaciuto.» (Mt. 3,16)

«Gesù, ricevuto anche lui il battesimo, stava in preghiera, il cielo si aprì e scese su di lui lo Spirito Santo in apparenza corporea, come di colomba, e vi fu un voce dal cielo: Tu sei il mio figlio prediletto, in te mi sono compiaciuto.» (Lc. 3,21)

«Ho visto lo Spirito discendere come una colomba dal cielo e posarsi su di lui.» (Gv. 1,33)

Lo Spirito Santo in forma di colomba è spesso raffigurato all'interno di un cerchio luminoso dal quale partono i raggi che simboleggiano la Grazia divina. Qui vediamo la classica rappresentazione della terza persona della Trinità, tratta da "La Disputa del Sacramento"di Raffaello e dal Battesimo di Cristo del Perugino:

  
Non è difficile immaginare come mai in tante culture, in tante religioni, si rappresenta la divinità all'interno di un disco luminoso. Le prime divinità sono state il Sole e la Luna, che appaiono come dischi luminosi che dominano rispettivamente il giorno e la notte. Un esempio può essere il dio Aton, imposto da Amenofi IV (il faraone "eretico" che assunse il nome di Ekhnaton), che veniva rappresentato nella sua forma di disco solare dal quale uscivano i raggi luminosi

Anche nel dipinto di De Gelder al centro del cerchio di luce si trova una piccola colomba, ovvero lo Spirito Santo:

Nel catalogo del Fitzwilliam Museum, curato da H. Gerson e J.W. Goodison infatti si legge: «In the foreground of a hilly landscape, Christ is baptised by St. John, amid a circle of onlookers. The two figures are brilliantly lit by rays from the Dove high above, against general darkness...» (Sullo sfondo di un paesaggio collinare, Gesù è battezzato da Giovanni, tra un cerchio di spettatori. Le due figure sono illuminate dai raggi provenienti dalla Colomba in alto sopra di loro, in una generale oscurità ...)

Conclusioni:

Nel dipinto di Aert De Gelder intitolato "Battesimo di Cristo" non ci sono UFO. Il disco luminoso nel cielo è simile a tanti altri, che compaiono in moltissimi "Battesimi di Cristo", al cui interno è raffigurata la colomba simbolo della terza persona della Trinità. Nel catalogo del Fitzwilliam Museum infatti il dipinto viene descritto così: "Sullo sfondo di un paesaggio collinare, Gesù è battezzato da Giovanni, tra un cerchio di spettatori. Le due figure sono illuminate dai raggi provenienti dalla Colomba in alto sopra di loro, in una generale oscurità ...".


"ANNALES LAURISSENSES"


Matthew Hurley, autore del sito Ufoartwork.com descrive questo personaggio come un crociato (crusader) e afferma che l'immagine sarebbe tratta dagli Annales Laurissenses, ovvero gli Annales Regni Francorum. Il fatto narrato sarebbe l'avvistamento di un UFO nell'anno 776, durante l'assedio del castello di Sigiburg nel regno dei Franchi (oggi in Germania). La stessa immagine è stata ripresa in moltissimi altri siti di argomento ufologico, e di recente è comparsa anche in un articolo di Daniela Giordano intitolato Do UFOs exists in the History of Arts?

A parte il fatto che è molto difficile che nel 776 potessero esistere dei Crociati, la prima crociata infatti venne indetta nel 1095, questa immagine moderna è stata tratta da un particolare del pannello frontale dell Altare di Mosoll, una tavola in legno dipinta con rilievi in stucco del XIII secolo (esposta al Museo Nacional de Arte de Cataluña di Barcellona) che raffigura di uno dei Re Magi mentre indica la stella della Natività.



QUARTA PARTE

"MADONNA CON BAMBINO E SAN GIOVANNINO"
Attribuita a Sebastiano Mainardi o a Jacopo del Sellaio
(Firenze, Musei di Palazzo Vecchio, Sala di Ercole)


La Madonna con Bambino e San Giovannino, esposta nella Sala di Ercole a Palazzo Vecchio a Firenze, è stata oggetto di diverse attribuzioni. Il cartellino del Museo dice Jacopo del Sellaio, ma nella scheda del catalogo (numero 00292620) si legge che il dipinto è attribuibile piuttosto a Sebastiano Mainardi (1466-1513), pittore della cerchia del Ghirlandaio attivo a Firenze alla fine del '400. Si aggiunge che vi sono evidenti somiglianze con opere di Lorenzo di Credi, soprattutto nella figura della Madonna. Uno studio recente di Alberto Lenza (2007) propone come autore il "Maestro del Tondo Miller", da alcuni identificato nel figlio di Jacopo del Sellaio, Arcangelo.

È questo il dipinto che più ha fatto discutere gli ufologi, che vedono nella scena in alto a destra, dietro le spalle della Madonna, la testimonianza di un "incontro ravvicinato" con un oggetto volante non identificato. Nella scena in questione vediamo un personaggio che, con una mano sulla fronte, guarda verso una apparizione nel cielo. Con lui è un cane e anche l'animale guarda verso lo strano oggetto.

In un articolo di Daniele Bedini, pubblicato in Notiziario UFO - n. 7 (Luglio - Agosto 1996) si legge: «si rileva chiaramente la presenza di un oggetto aereo, color grigio piombo, inclinato sulla sinistra e dotato di una "cupola" o "torretta", apparentemente identificabile come un mezzo volante di forma ovoidale in movimento.»

   
Ma questa non è la sola particolarità del dipinto, in alto a sinistra vediamo infatti la Stella della Natività accompagnata da altre tre piccole stelle o fiammelle.Un particolare molto simile è presente nella Madonna del Libro (1480) di Sandro Botticelli.

  
Questi particolari, "tre stelle" e "nube luminosa" ci fanno capire che questo dipinto si rifà ad un modo austero e rigoroso di intendere non solo i soggetti sacri ma tutta la vita cittadina che era stato predicato da Fra Girolamo Savonarola, proprio nella Firenze della fine del XV secolo. 

Dopo la cacciata dei Medici a Firenze venne instaurata la Repubblica, che Savonarola orientò in modo teocratico, esercitando una ferrea sorveglianza (oggi potremmo fare un paragone riferendoci ai fondamentalisti islamici della Repubblica iraniana di Khomeini) ed arrivando perfino ai pubblici "roghi delle vanità" del 1496-97, quando vennero raccolti e bruciati in piazza carte da gioco, dadi, acconciature, ornamenti, libri considerati osceni, fino ai quadri e agli oggetti preziosi. 

La predicazione di Savonarola influenzò moltissimo le opere d'arte di quel periodo, e diversi artisti, come ad esempio Sandro Botticelli, arrivarono a rinnegare le commistioni cristiano-pagane di tante opere precedenti ispirate ai concetti del neoplatonismo, per dipingere soggetti mistici in uno stile più "puro", ma anche più rigido, arcaico e didascalico.

La simbologia religiosa presente in questa Madonna si rifà quindi a una iconografia più antica, che nella Firenze dell'umanesimo e del neoplatonismo si era perduta. Le tre stelle ad esempio sono visibili in dipinti del secolo precedente, ma soprattutto nelle icone bizantine della Madonna. Si trovano raffigurate spesso nel velo (sulle spalle e sulla fronte); altre volte vengono sostituite da tre raggi, ma in tutti i casi sono un simbolo della triplice verginità della Madonna, prima, durante e dopo il parto. Le tre stelle, col medesimo significato, si ritrovano anche nello stemma dell'ordine degli Oratoriani di San Filippo Neri (Filippini), particolarmente devoti alla Madonna.

Torniamo al particolare precedente, quello interpretato come ufologico. In moltissime altre "Natività" del '400 e del '500 troviamo una scena simile. Si tratta dell'annuncio ai pastori, narrato nel vangelo di Luca:

«C`erano in quella regione alcuni pastori che vegliavano di notte facendo la guardia al loro gregge. Un angelo del Signore si presentò davanti a loro e la gloria del Signore li avvolse di luce. Essi furono presi da grande spavento, ma l`angelo disse loro: Non temete, ecco vi annunzio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi vi è nato nella città di Davide un salvatore, che è il Cristo Signore...»

Ecco la scena dell'annuncio ai pastori come appare sullo sfondo di una Natività di Vincenzo Foppa conservata al Detroit Institute of Arts:


L'angelo esce da una nube scura al cui interno brillano raggi dorati, e, proprio come nel dipinto di Palazzo Vecchio, viene osservato da un pastore che tiene la mano sulla fronte e da un altro seduto vicino al gregge:


Possiamo vedere questa stessa scena, rappresentata in modi molto simili a quello della Madonna con Bambino di Palazzo Vecchio, in molti altri dipinti che hanno come soggetto la Natività o l'Adorazione del Bambino: Pinturicchio, Vincenzo Foppa, Giovanni Di Paolo, Amico Aspertini, Lorenzo Di Credi, Agnolo Bronzino, Antoniazzo Romano, Maestro della predella, Bernardino Luini, Bernardino Fasolo, Domenico Ghirlandaio, Hugo Van Der Goes.

Questi sono solo pochi esempi tratti da decine di dipinti che hanno come soggetto la Natività. In tutti riconosciamo chiaramente l'Angelo e vediamo che quasi sempre uno dei pastori tiene la mano sulla fronte, come a proteggere gli occhi dalla luce della "Gloria di Dio" a cui fa riferimento il passo del vangelo. Spesso compare anche il cane che guarda verso l'apparizione. In molti casi l'Angelo esce da una nube circondata da luce o, nei dipinti più antichi, di raggi dorati.

Anche in questo particolare tratto da un'altra Natività di Domenico Ghirlandaio vediamo sia l'angelo che la nube luminosa (ed è curioso notare come, perfino riferendosi a questo dipinto, ci sia chi individua un UFO in quella figura nel cielo:
http://www.teegeeack.com/alien-ufo-secret-ufo-video-photo.html ):



Nell'immagine seguente, tratta da un Libro di Preghiere degli Sforza datato intorno al 1500, ritroviamo la nube luminosa (al cui interno si riconoscono molti angeli) che sovrasta la scena della Natività:

  
Il dipinto più interessante è però una Natività di Lorenzo Monaco (1409) conservato al Metropolitan Museum di New York. Sopra la Madonna compare una nube circondata da raggi dorati molto simile a quella del tondo di Palazzo Vecchio, mentre l'Angelo, sbucando da un'altra nube luminosa, fa l'annuncio ai pastori:


Frammenti di un rivestimento in foglia d'oro zecchino sono ancora visibili nella nube del tondo di Palazzo Vecchio, ed è possibile che in origine anche questa presentasse una doratura che la copriva interamente.


Possiamo così identificare nella Madonna con Bambino e San Giovannino esposta a Palazzo Vecchio la nube luminosa che è presente anche nel dipinto di Lorenzo Monaco, e la scena dell'annuncio ai pastori descritta nel vangelo di Luca. Ma in quel racconto della natività non si parla di nubi luminose, da dove deriva allora questo particolare?

Nell'arte sacra rinascimentale non venivano rappresentate solo scene tratte dai quattro vangeli canonici. Molto spesso si ricorreva anche a testi devozionali più recenti, pieni di personaggi e vicende di gusto più popolare e narrativo. Le tante scene che raffigurano la Presentazione di Maria al Tempio o lo Sposalizio della Vergine (dipinti da Giotto), l'incontro tra Gesù e San Giovanni Battista durante la fuga in Egitto (dipinto da Leonardo nella Vergine delle Rocce) derivano da racconti estranei ai vangeli di Marco, Matteo, Luca e Giovanni. 

I pittori e i loro committenti, che sceglievano i soggetti, molto spesso mescolavano racconti tratti da testi diversi, come ad esempio la Legenda Aurea di Jacopo da Varazze, la Meditatione Vitae Christi di Giovanni De Cauli, o i molti vangeli apocrifi. La stessa presenza del bue e dell'asino, che pure vediamo in quasi tutte le natività, non è narrata dai vangeli canonici ma dall'apocrifo Pseudo-Matteo, uno dei testi più diffusi e utilizzati come fonte di soggetti dagli artisti di quell'epoca. Quel vangelo però a sua volta derivava dal Protovangelo di Giacomo, conosciuto solo in lingua greca fino alla traduzione latina di Guillaume Postel della metà del sec. XVI. 

Ai racconti contenuti in questi testi Giotto si ispirò per le storie dell'infanzia di Maria della Cappella degli Scrovegni. Proprio nel Protovangelo di Giacomo troviamo una descrizione della natività in cui non compaiono angeli ma una "nube luminosa", come in molti altri brani biblici:

[19, 2] Si fermarono nel luogo dov'era la grotta, ed ecco una nuvola luminosa adombrava la grotta. E la levatrice esclamò: 'Oggi è stata magnificata la mia anima, perché i miei occhi hanno visto un prodigio meraviglioso: che è nata la salvezza per Israele'. E subito la nuvola si dissipò dalla grotta e apparve una grande luce nella grotta, tanto che i nostri occhi non la potevano sopportare... (I Vangeli Apocrifi, a cura di Marcello Craveri, Torino, 1969, p.21)

A differenza del vangelo di Luca in cui leggiamo che «la Gloria del Signore li avvolse di luce», in questo brano il narratore aggiunge che «gli occhi non potevano sopportare» quella gran luce. E in tanti dipinti vediamo che, seguendo alla lettera il testo, l'artista ha dipinto il pastore che si protegge gli occhi con la mano.

Nello stesso Protovangelo troviamo la descrizione della Stella, ma soprattutto, a differenza dei vangeli canonici, si dice che anche il piccolo Giovanni Battista dovette fuggire da Erode:

[22, 1] Accortosi di essere stato giocato dai magi, Erode si adirò e mandò dei sicari, dicendo loro: "Ammazzate i bambini dai due anni in giù". 

[2] Maria, avendo sentito che si massacravano i bambini, prese il bambino, lo fasciò e lo pose in una mangiatoia di buoi. [3] Anche Elisabetta, sentito che si cercava Giovanni, lo prese e salì sulla montagna guardandosi attorno, ove nasconderlo; ma non c'era alcun posto come nascondiglio. Elisabetta, allora, gemendo, disse a gran voce: "Monte di Dio, accogli una madre con il suo figlio". Subito il monte si spaccò e l'accolse. E apparve per loro una luce, perché un angelo del Signore era con loro per custodirli.

Ecco che in questo brano del protovangelo di Giacomo la "luce" viene identificata con un angelo custode, senza che questo appaia come un personaggio vero e proprio. Nel'apocrifo Vangelo dell'infanzia arabo-siriaco invece è la stella dei Magi ad essere identificata con un angelo: « In quello stesso istante apparve loro un angelo, sotto forma di quella stella che era stata la loro guida nel viaggio; ed essi se ne andarono, seguendo l'indicazione della luce».

La raffigurazione della nube senza l'Angelo è rara ma, oltre che nella Natività di Lorenzo Monaco già mostrata, possiamo vederne un esempio in una Adorazione del Bambino dipinta del Maestro Franke. 

Possiamo così ricondurre anche il tondo con la Madonna con Bambino e San Giovannino alla tradizione iconografica dell'epoca, quella della fine del '400 a Firenze. Il particolare arcaico delle tre stelle, simbolo della triplice verginità di Maria, e la raffigurazione non antropomorfa ma simbolica dell'Angelo come "nube luminosa" possono far pensare ad una adesione dell'autore alle tesi di Gerolamo Savonarola, il frate domenicano che predicava un ritorno alla tradizione e ad una maggiore purezza nell'arte e nella vita cittadina.

Nella scheda del Museo di Palazzo Vecchio dedicata al dipinto si dice che vi sono evidenti somiglianze con opere di Lorenzo di Credi. Proprio questo artista era uno dei più devoti seguaci di Savonarola, tanto che arrivò a bruciare tutti i propri disegni di nudo e a diventare frate egli stesso.

Conclusioni:

Nel dipinto intitolato Madonna con Bambino e San Giovannino, attribuito a Sebastiano Mainardi, artista della cerchia del Ghirlandaio, non ci sono UFO. Le tre piccole stelle, che in questo dipinto accompagnano quella più grande della Natività, venivano spesso usate per simboleggiare la triplice verginità di Maria; il pastore che guarda l'apparizione in cielo proteggendosi gli occhi con la mano è simile a moltissimi altri tratti da dipinti dallo stesso soggetto; la nube luminosa deriva dal racconto della Natività nell'apocrifo Protovangelo di Giacomo. Lo stesso Protovangelo, che contiene le storie dell'infanzia della Madonna, è uno dei testi più citati nella definizione del dogma della verginità di Maria.

Nota, gennaio 2011: Nella trasmissione televisiva "Mistero" del 25 gennaio 2011 è stato proposto l'ennesimo servizio sugli "UFO nell'arte". A contrastare le ipotesi ufologiche è stato interpellato Vittorio Sgarbi. Il celebre intrattenitore e opinionista televisivo ha dato la sua interpretazione di quest'opera, affermando che quell'oggetto nel cielo non sarebbe altro che una "macchia preterintenzionale", quindi un errore dell'artista, dimostrando così solo di non avere mai visto, non dico dal vero ma neppure in una buona riproduzione fotografica, il dipinto in questione.

-------------------------------

Terminiamo qui questa sintesi del saggio di Diego Cuoghi, la cui versione integrale è reperibile presso questo indirizzo: http://www.sprezzatura.it/Arte/Arte_UFO.htm


Post correlati: Gli Oopart
Post correlati: Antiche Anomalie ed Alieni
Post correlati: Diluvio Universale
.

Fonte

INFORMARMY.com Template Blogger Green INFORMARMY.com

TOP