giovedì 5 gennaio 2012

Oggi Parliamo di: Zucca, povera ma bella


E' davvero magica la zucca, capace di sorprendere e trasformarsi, proprio come nelle fiabe.

Specialmente quando si usa in cucina, nelle ricette più disparate. A prova di linea

Rotonda o allungata, liscia o bitorzoluta, gialla o verde...

Di zucche ce ne sono centinaia di varietà: dalla lunga Napoletana, con scorza dura, verde e polpa arancione filamentosa, alla Berettina di Piacenza, con buccia elastica e interno giallo e succoso; dalla Blu d'Ungheria, schiacciata, colore grigio azzurro e polpa giallo arancio dolce e saporita, all'americana Butternut (letteralmente: noce di burro), a forma di piccolo violino, con scorza sottile, liscia, color ocra e pasta finissima.

Senza dimenticare la zuccherina Delica, dall'aspetto rotondeggiante e verde scuro, e la Moscata di Provenza, con buccia costoluta color crema e polpa soda.

Insomma, una scelta pressochè interminabile, cui attingere per un pieno di vitamina A e sali minerali, in base al sapore e alla resa in cucina.

Delicata e poco calorica, la zucca si accosta facilmente a tanti ingredienti ed è adatta per numerosissime preparazioni: zuppe, ravioli, torte salate, creme, sautè, budini, dessert, pane e conserve.

Si può arrostire, grigliare, lessare, friggere, cuocere al vapore.

Gli esemplari più fibrosi sono indicati per minestre e salse, quelli più compatti per ripieni, gnocchi e fritelle.

Il gusto discreto è esaltato da condimenti robusti e piccanti come formaggi erborinati, curry o erbe aromatiche; abbinata a frutta o miele si trasforma in un dolce delizioso.

Buoni anche i fiori fritti, i semi tostati e la buccia marinata.

Per impiegarla al meglio in cucina, la zucca dev'essere molto matura.

All'acquisto si "bussa" quindi sull'ortaggio, che deve produrre un suono sordo.

Il picciolo dev'essere tenero e ben saldo, l'esterno pulito, sodo e privo di ammaccature.

Considerate le dimensioni di certi esemplari, è spesso preferibile acquistare singole fette, da conservare in frigo per pochi giorni.


Articolo di Rita Spangaro, tratto da Speciale News, ottobre 2011

Fonte

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere INFORMARMY.com manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
INFORMARMY.com modera i commenti non entrando nel merito del contenuto ma solo per evitare la pubblicazione di messaggi volgari, blasfemi, violenti, razzisti, spam, etc.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...