giovedì 22 dicembre 2011

LIBERAZIONE DAI FARMACI E DAI BRUTTI PENSIERI

LETTERA

UN MESE DI VITA VEGANA E SITUAZIONE DI GRANDE BENESSERE

Caro Valdo, dopo quasi un mese di dieta vegana devo dirti che non mi sono mai sentita meglio in vita mia.
Se hai la pazienza e la bontà di leggermi, ti racconto quello che vivo quotidianamente.
Innanzitutto ti racconto delle innumerevoli critiche e risatine che devo affrontare ogni giorno, ma che ho già imparato ad ignorare. La settimana scorsa, durante una cena con ex compagni di scuola, quando davanti ad una tavola imbandita con carne, salsicce, pancetta e affettati di ogni genere, io mi sono coccolata tutta la sera con il mio pinzimonio, sono stata oggetto, anche se simpaticamente come solo dei compagni di scuola possono fare, di derisione e provocazioni di ogni tipo. Per un po' ho cercato di "illuminarli", poi, quando hanno iniziato a ribattere dicendo che se ascolti un qualsiasi nutrizionista, ti dice che devi mangiare un po' di tutto e bla-bla-bla, ho rinunciato a perdere fiato. Ho proseguito la cena con delle verze cotte mentre loro si abbuffavano con ogni porcheria presente.
Ecco, questa è la realtà che chi diventa vegano deve affrontare, la gente che ti guarda ammiccando con impliciti sottointesi. Ma sai qual è la cosa più bella? Che ho la bellissima percezione di quanto ogni singola cosa che ingerisco possa essere benefica per il mio corpo.

AMICA CON "TUMORE DEVASTANTE DA OPERARE ALL'ISTANTE" E CHE ORA, DOPO DUE ANNI, STA INVECE BENISSIMO

Ti racconto a tal proposito un fatto che ho vissuto oggi e che, non ti nascondo, mi crea qualche inquietudine. Sei mesi fa ho fatto la solita mammografia di controllo annuale e poiché è stato individuato un piccolo nodulo, mi è stato chiesto di tornare dopo 6 mesi per un controllo, piuttosto che dopo un anno come al solito. Ovviamente oggi durante l'eco ero parecchio agitata, ma alla fine mi sono tranquillizzata, certa che qualunque fosse l'esito, non mi sarei fatta mettere le mani addosso, e che avrei certamente seguito l'esempio della mia amica (che tu hai personalmente conosciuto) e che da due anni convive con un tumore definito dai medici "devastante da asportarsi immediatamente". Lei invece ha deciso di non fare nulla, seguendo varie teorie ed arrivando alla fine a te. Si sente benissimo ed è proprio grazie a lei e all'affetto che mi lega, che mi sono lasciata trascinare in questa esperienza.

IL MIO NODULO SE NE ANDRA', E SENZA CHE NESSUNO MI METTA LE MANI ADDOSSO

Ma torniamo alla mia ecografia odierna. Non è stata riscontrata nessuna variazione nel nodulo e mi è stato rinnovato l'appuntamento tra 6 mesi, per verificare che le dimensioni rimangano inalterate. Sono uscita ovviamente sollevata e il primo pensiero sai qual è stato? Che tanto, tra 6 mesi, seguendo questa alimentazione, certamente di quel nodulo non ci sarà più traccia. Mi sono stupita di questa mia riflessione e simpaticamente te la racconto, perché credo sia importante per te sapere che ci sono persone come me, che leggendo il tuo libro o il tuo blog, acquisiscono ogni giorno una consapevolezza maggiore e ritornano padrone del proprio corpo e maturano una conoscenza e una fiducia che prima non potevano immaginare.

LA MERAVIGLIA DI UN INTESTINO CHE SI LIBERA DA SOLO

Ti dico un'altra cosa, so che ti si rizzeranno i capelli ma non importa, anche questo è un piccolo successo. Per più di vent’anni ho fatto uso di veravis o cotidierbe perché, soffrendo di colite spastica, mi è stato detto anni fa da un medico, che era importante tenere l'intestino libero ogni giorno. Bene, da quando ho iniziato questo mio percorso, ho buttato via tutto e l'intestino si libera da solo. Che meraviglia.
Poi ero quella che prendeva integratori, omega 3 e ogni altra possibile scemenza che mi bevevo alla tv come fosse oro colato. Ho buttato tutto!
Anni fa, in seguito ad un'infezione renale, mi è stata diagnosticata una stenosi bilaterale del giunto, con il rene sinistro che si svuota più lentamente e crea dilatazione del bacinetto. Mi è stato consigliato l'uso di un diuretico che prendo da dieci anni. Ho meditato in questi giorni che butterò anche quello, senza nemmeno chiedere consiglio a quell'urologo.

SONNO RILASSATO E RISVEGLIO PUNTUALE

E poi c'è una cosa buffa che mi capita, io che mi bevevo 2 litri di acqua al giorno (sempre su consiglio di quell'urologo) ora una bottiglia mi dura tre giorni e tutte le notti alle 4 precise, mi sveglio e non necessariamente per andare al bagno. Semplicemente mi sveglio. E mi fa sorridere la puntualità del risveglio. Volevo chiederti se anche questo dipende dal cambio di alimentazione. La cosa più bella è che mentre prima ero sempre affamata (e non mangiavo per non ingrassare) ora sono sempre sazia, al punto che talvolta a pranzo e a cena non avrei quasi appetito.

RESTANO DUE CHILETTI DI TROPPO CHE IN BREVE SMALTIRO'

Avevo, come forse ricorderai, anche un piccolo problema di un paio di chili acquistati senza motivo, probabilmente in relazione del passaggio ormonale che sto vivendo (Ho 51 anni). Pensavo in un mese di vedermi un po' più sgonfia, ma non noto grandi risultati in questo senso.
Insomma, Valdo, perdonami, lo so siamo tanti e tutti abbiamo quella voglia matta di raccontarti le nostre esperienze e i nostri successi. Sei sempre stato gentile a rispondermi ed è per questo che desideravo condividere i miei piccoli positivi passi quotidiani.
Chiudo ringraziandoti della pazienza e di quanto ci metti a disposizione nel blog, che oramai è diventato una tappa obbligata ogni giorno. Auguro a te e famiglia un natale sereno e un nuovo anno pieno di gioia e fortuna.
Carla

*****

RISPOSTA

NIENTE ANSIE PER IL NODULO DISGREGABILE MEDIANTE DIGIUNO

Ciao Carla, per il nodulo basterà ovviamente inserire una seduta di digiuno di 3-5 giorni, bevendo acqua distillata o anche acqua leggera, e lo disgregherai. Al massimo una seconda seduta dopo un mese, qualora non se ne fosse già andato del tutto. Ti sconsiglio comunque queste continue mammografie che, paradossalmente, causano altri nodi al seno, come dimostrato in esperimenti condotti in Scandinavia.

LIBERARSI SENZA INDUGIO ANCHE DEL DIURETICO

Per il resto stai già facendo ottime cose liberandoti sia dai farmaci che dalle paure immotivate. Puoi fare a meno anche del diuretico, anche se dopo 10 anni di uso potrebbe darti dei fastidi.
Per i 2 kg di troppo se ne andranno man mano che il cibo vitale e tendenzialmente crudo prenderà netto sopravvento sul resto, velocizzando il sistema linfatico

Valdo Vaccaro

Fonte: http://valdovaccaro.blogspot.com/2011/12/liberazione-dai-farmaci-e-dai-brutti.html

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere INFORMARMY.com manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
INFORMARMY.com modera i commenti non entrando nel merito del contenuto ma solo per evitare la pubblicazione di messaggi volgari, blasfemi, violenti, razzisti, spam, etc.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...