martedì 27 dicembre 2011

COSA FA PIU' MALE TRA LATTICINI E CARNE?

LETTERA

GRAZIE PER AVER MIGLIORATO IL NOSTRO BENESSERE

Ciao Valdo, Sono Alessio Spataro sicuramente il cognome non ti è nuovo. Siamo una famiglia di vegani anche se ogni tanto c'è un piccolo strappo alla regola. Ultimamente ho visto il documentario " a delicate balance" che mi ha colpito molto, mi ha reso ancora più convinto del percorso che sto intraprendendo da un anno e più.
Ti scrivo per farti questa domanda magari stupida ma mi serve per capire ancora meglio ciò che mangiamo. Ti chiedo: "Cosa fa più male tra i latticini e la carne?"
Grazie in anticipo per la risposta e ti sono grato per avermi aiutato, con i tuoi blog e i tuoi libri, a migliorare il nostro benessere. Saluti e un abbraccio.
Alessio Spataro

*****

RISPOSTA

IL LATTICINO PUO' TROVARE QUALCHE ECCEZIONE E QUALCHE ACCOGLIENZA

Ciao Alessio, assai intrigante la tua domanda. Potrei ribattere chiedendoti se fa più male il the o il caffè (anche se so per certo che non li bevi).
Tutto dipende dalle circostanze, dai quantitativi, dalla frequenza della trasgressione. Direi che l'impatto più drammatico sia quello della carne, anche perché il latticino trova un minimo di accoglienza in quanto tutti siamo stati lattanti nella primissima fase della nostra vita, anche se con un latte assai diverso da quello vaccino, tre volte più grasso e più proteico del latte di donna.
Il latticino è inopportuno e contestabile, mentre la carne è sacrilego insulto alla salute e all'etica.

LA RIDUZIONE DELLA SUPERFICIE ASSIMILATIVA

Il danno dei latticini riguarda soprattutto la fase assimilativa, ovvero l'incollamento delle paginette assorbenti dei villi intestinali per colpa della caseina, che è notoriamente uno dei più potenti adesivi. Il fatto che la caseina sia adoperata persino per incollare le chiglie delle navi la dice lunga sulle sue caratteristiche. Ridurre la superficie assimilativa dai 400-600 mq normali a qualche decina di metri quadri soltanto, ha un grosso impatto negativo sulla salute.

ACIDIFICAZIONE, CALCIFICAZIONI E TIROIDITI

Acidificazione del sangue e osteoporosi rappresentano il secondo aspetto negativo del latticino. Siccome assimiliamo solo il 32% del calcio che sta nel latte, l'altro 68% va a provocare calcificazioni improprie e calcoli a carico dei vari organi metabolici. Senza contare i danni al sistema endocrino (tiroiditi) e al sistema linfatico. I legami poi della prolattina col tumore al seno e all'apparato genitale, sono troppo noti a tutti. Le abbondanti quantità di sale inorganico che vengono immesse nei formaggi stagionati li rendono doppiamente negativi per la salute nell'assieme.

LA FAME PORTA A PREDILIGERE L'ALIMENTO GRASSO

Di buono c'è il sapore, c'è la conservabilità del prodotto, e la capacità notevole di contrastare i morsi della fame. Se non si portassero gli animali al macello, il formaggio di malga prodotto a crudo meriterebbe probabilmente di essere salvato come alimento sfizioso e come compromesso culinario, da assumersi volendo in modo casuale e non sistematico, oppure nel bimestre critico febbraio-marzo, riferito al clima italiano.

MILLE ASPETTI CONTRO E NESSUNO A FAVORE

La carne è qualcosa di orribile sotto ogni punto di vista. Qui parliamo di tolleranza zero senza eccezioni. La sua presenza nel corpo umano rappresenta un’autentica mina biologica.
Abbruttisce il corpo, la mente e lo spirito. Crea miasmi putrefattivi in zona colon. Appesta e compromette l'aroma naturale che ogni corpo sano trasmette, trasformandolo in odore decisamente offensivo.
Le reazioni immunitarie alla presenza di carne nell'intestino sono addirittura sconvolgenti, come dimostrato dagli esperimenti di Kouchakoff sulla leucocitosi.
Mi limito qui per motivi di tempo. Per elencare compiutamente i danni della carne ci vogliono pagine e pagine. Mille aspetti negativi e zero positivi. Mille ragioni per starne lontani e nessuna per portarla alla propria bocca.

Valdo Vaccaro

Fonte: http://valdovaccaro.blogspot.com/2011/12/cosa-fa-piu-male-tra-latticini-e-carne.html

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere INFORMARMY.com manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
INFORMARMY.com modera i commenti non entrando nel merito del contenuto ma solo per evitare la pubblicazione di messaggi volgari, blasfemi, violenti, razzisti, spam, etc.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...