lunedì 8 novembre 2010


CURARE SETTICEMIA: SINTOMI, CAUSE, PREVENZIONE, TERAPIA CON MEDICINA CONVENZIONALE O FITOTERAPIA

SINTOMI Durante la convalescenza da un intervento chirurgico, da un’infezione o da una ferita è possibile andare incontro a una setticemia o ad uno shock settico. – Febbre alta e brividi, respiro frequente, mal di testa e nausea possono indicare una setticemia. – Brividi intensi, bassa pressione sanguigna, perdita di appetito e talvolta perdita di conoscenza sono segni di un possibile shock settico. – Strisce arrossate che si dipartono da un foruncolo possono essere un segno di setticemia.

RIVOLGETEVI AL MEDICO SE… – I vostri sintomi fanno sospettare una setticemia; dovete ricevere immediate cure mediche per interrompere la diffusione dell’infezione e per prevenire lo shock settico. – Provate brividi intensi, avete un evidente calo della pressione sanguigna e la vostra pelle diventa pallida, fredda e sudata. Potreste presentare uno shock settico e avete bisogno di cure mediche d’emergenza.

La setticemia è una grave infezione secondaria che insorge quando i batteri provenienti da una zona infetta in qualsiasi parte del vostro corpo invadono il torrente sanguigno (vedi alla voce Infezioni). Se i batteri continuano a moltiplicarsi senza essere fermati dal vostro sistema immunitario, correte il rischio dello shock settico, una condizione potenzialmente minacciosa per la vita. La setticemia insorge più spesso nelle persone che hanno appena subito un intervento chirurgico, o altre terapie invasive, e nelle persone il cui sistema immunitario è indebolito da una malattia acuta o cronica. Sia la setticemia che lo shock settico richiedono un trattamento immediato per fermare la diffusione dell’infezione e per assicurare una completa guarigione.

CAUSE La setticemia è quasi sempre una complicazione di un’infezione e insorge quando i batteri escono dal sito primitivo dell’infezione ed entrano nel torrente sanguigno. Sia i batteri che causano l’infezione che le endotossine rilasciate dal sistema immunitario del vostro organismo per combattere questi batteri ostacolano il flusso sanguigno ai tessuti del vostro organismo. Questo scatena la febbre e i brividi, i sintomi caratteristici della setticemia acuta. Se la setticemia non è tenuta sotto controllo dal sistema immunitario dell’organismo o da un intervento medico, ha inizio lo shock settico. Benché la setticemia possa derivare da incisioni chirurgiche infette, ferite o ustioni, altri tipi di infezioni possono riversare nel vostro sangue una quantità di batteri sufficiente a crearla. Queste situazioni possono andare dalle infezioni delle vie urinarie o dalla polmonite a foruncoli o ascessi dentari e problemi delle gengive. La setticemia è in aumento negli ospedali man mano che il numero dei pazienti sottoposti a tecniche diagnostiche invasive e a interventi chirurgici aumenta. I batteri responsabili stanno continuamente sviluppando nuovi ceppi immuni agli antibiotici convenzionali. In rari casi, la setticemia deriva dal consumo di prodotti caseari non pastorizzati, compresi alcuni formaggi molli che contengono il batterio Listeria monocytogenes. Mangiare ostriche crude o altri frutti di mare infettati dal batterio Vibrio vulnificus può causare una setticemia letale nelle persone con malattie epatiche, squilibri del ferro e indebolimento del sistema immunitario.

PROCEDURE E TEST DIAGNOSTICI Se il vostro medico pensa che abbiate una setticemia, i vostri sintomi saranno valutati e il vostro sangue esaminato per identificare il batterio responsabile. Se i sintomi indicano uno shock settico, sarete ricoverati in ospedale; il vostro sangue sarà esaminato per evidenziare i batteri, i livelli dei gas ematici e altri indicatori; potreste avere bisogno di un elettrocardiogramma (ECG) per identificare le caratteristiche di un battito cardiaco irregolare.

TRATTAMENTO Se avete una setticemia o uno shock settico, la piena guarigione richiede un trattamento medico. Le terapie alternative possono aiutare ad accelerare la vostra guarigione e aumentare la vostra resistenza alle infezioni batteriche per il futuro.

MEDICINA CONVENZIONALE Una volta che i batteri che hanno causato la setticemia sono stati identificati, il vostro medico darà degli antibiotici per via orale o endovenosa per combattere l’infezione e potrà decidere di drenare e disinfettare la zona infetta. Se sviluppate uno shock settico, avrete bisogno di un trattamento d’emergenza e di antibiotici per via endovenosa, che possono comprendere le penicilline, le cefalosporine o gli aminoglicosidi. Finché non guarite completamente, avrete probabilmente bisogno di essere ricoverati in un ospedale, in modo da poter tenere sotto controllo le possibili complicazioni.

SCELTE ALTERNATIVE Anche se dovete essere sottoposti a un’immediata terapia medica per la setticemia o lo shock settico, le terapie alternative possono favorire la guarigione e rinforzare inoltre il sistema immunitario per aiutare a prevenire le ricadute.

FITOTERAPIA Per stimolare la funzione di distruzione dei batteri dei vostri globuli bianchi, bollite lentamente due cucchiaini di echinacea (Echinacea spp.) in una tazza d’acqua per 15 minuti; bevetene una tazza tre volte al giorno. Mangiate aglio (Allium sativum) per la sua azione antibatterica e antivirale, o prendete tre capsule di aglio tre volte al giorno.

PREVENZIONE – Se compare un’infezione della bocca, rivolgetevi al vostro dentista per farla curare. Per accelerare la guarigione di un ascesso di un dente, applicate un impacco d’acqua calda, mangiate cibi morbidi, pulitevi col filo interdentale e fate regolarmente degli sciacqui con acqua salata calda. – Se compare un foruncolo, mettetegli sopra un impacco d’acqua calda per 20 o 30 minuti tre o quattro volte al giorno finché non scoppia, questo può richiedere anche una settimana. Applicate degli impacchi per tre giorni o finché il foruncolo non si è completamente vuotato del pus. – Se il foruncolo si infetta o se delle strisce arrossate si diramano da esso, andate dal vostro medico. Un foruncolo infetto può causare la setticemia e schiacciare un foruncolo infetto può diffondere l’infezione.

DIGITOPRESSIONE La pressione sul punto Milza 10 può stimolare il vostro sistema immunitario. Piegate il vostro ginocchio e localizzate il punto a due pollici di distanza dal bordo superiore e sulla linea del bordo interno della rotula, sulla sporgenza del muscolo. Premete con il vostro pollice per un minuto. Ripetete sull’altra gamba. Per aiutare a combattere l’infezione del sangue, mettete il vostro pollice sul punto Milza 6, a quattro dita di distanza e al di sopra del vostro malleolo interno di destra, vicino al bordo della tibia. Premete con il pollice per un minuto, quindi scambiate le gambe. Non usate questo punto se siete incinta.




Fonte: http://medicinasalute.com/curare/malattia/malattie/curare-setticemia-sintomi-cause-prevenzione-terapia-con-medicina-convenzionale-o-fitoterapia/

Condividi l'articolo:

A FINE PAGINA puoi COMMENTARE l'articolo!

Sei il primo a commentare

Posta un commento

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere INFORMARMY.com manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
INFORMARMY.com modera i commenti non entrando nel merito del contenuto ma solo per evitare la pubblicazione di messaggi volgari, blasfemi, violenti, razzisti, spam, etc.

INFORMARMY.com Template Blogger Green INFORMARMY.com

TOP