martedì 15 giugno 2010


Alcuni metodi per produrre energia pulita rinnovabile

zamboni motore perpetuo magnetico pendolo elettrico energia   gratis
Il famoso elettropendolo perpetuo di Zamboni che funziona da oltre 150 anni senza bisogno di ricarica. Il primo motore magnetico della storia forse è la magic wheel che veniva mostrata nelle fiere di paese in Baviera nel medioevo e che girava ininterrottamente sfruttando delle calamite.

Ci sono tanti metodi per produrre energia pulita rinnovabile, tra questi ci sono i cosidetti motori perpetui free energy .

I motori perpetui free energy però vengono boicottati altrimenti non si venderebbero più petrolio, uranio, carbone, gas. Migliaia di ingegneri corrotti negano il loro funzionamento.

Mentre alcuni sono scettici sul funzionamento dei motori free energy, invece non si può confutare che sia possibile produrre grandi quantità di energia con sole, vento, maree, onde, geotermia.

Se viene boicottata la produzione di energia pulita sfruttando le forze naturali, chiunque può capire che forse funzionano anche i motori free energy.

Ho aperto un gruppo su facebook per portare le masse a conoscenza dei metodi boicottati per produrre energia pulita rinnovabile e protestare contro la politica energetica del governo mondiale, siete tutti invitati ad iscrivervi.

Fra i motori perpetui ci sono.

- Testatika
- Pendolo di Schietti
- MEG
- Steorn
- Motore magnetico di Schietti
- Motore di Schietti a pressione atmosferica
- Cubo compressore di Schietti

Fra i metodi tradizionali ci sono:

- Geotermia
- Maree
- Onde
- Navi di Schietti

L'elenco potrebbe essere molto più lungo però lo scopo è solo di mostrare alcuni metodi per facilitare ricerche indipendenti. Scusate per eventuali omissioni o imprecisioni.


istruzioni per costruire testatika motore magnetico fonti    rinnovabili
Testatika di Baumann può funzionare per decenni senza bisogno di ricarica come un orologio perpetuo di Zamboni. L'unica differenza sostanziale è la maggiore potenza delle pile a secco. Il modello nella foto raggiunge i 3 kwh.

Testatika è un famoso motore free energy che utilizza energia elettrostatica. Per certi versi è simile ad alcune invenzioni di Tesla. Il costo di produzione è bassissimo. Con Testatika si potrebbe dare energia a tutto il mondo da oltre 40 anni.

pendolo-di-domenico-schietti-motore-magnetico-free-energy
Il pendolo di Schietti, un motore magnetico inconfutabile

Ci sono alcuni materiali che vengono denominati diamagnetici perchè vengono respinti dalle calamite.

Quindi se costruiamo un pendolo con due poli diamagnetici di grafite pirolitica e una calamita al neodimio, nel momento che al termine dell'oscillazione il pendolo con la calamita si avvicina alla grafite, riceve una nuova spinta in senso inverso.

Il pendolo non si ferma mai, si tratta di moto perpetuo che potrebbe essere sfruttato per produrre energia.

La maggior parte dei motori magnetici probabilmente usa questo trucco per produrre free energy.


meg-Motionless-Electromagnetic-Generator-bearden-energia-pulita
Piccolo, compatto, potente, fra i tanti motori free energy uno dei migliori e più conosciuti è MEG di Bearden

In internet in molti forum in tutto il mondo è stato provato che ci siano centinaia di ingegneri pronti ad intervenire contro chiunque cerchi di spiegare il funzionamento di motori perpetui suscitando l'impressione che il mondo scientifico si opponga alla free energy.


steorn-orbo-motore-elettromagnetico-magneti-energia-gratis
Steorn è un motore elettromagnetico che è stato pubblicizzato su giornali e televisioni in Gran Bretagna. Ma migliaia di ingegneri hanno dichiarato che non funziona. Non è possibile commerciare un prodotto senza permessi di vendita e un tribunale darebbe ragione agli ingegneri. Non date grossi finanziamenti a inventori di motori perpetui perchè non c'è modo di metterli in commercio. Se fosse possibile ci penserebbero le banche.

Molti temono che la free energy possa generare effetti pericolosissimi, ma non ci sono prove che i motori magnetici possano causare danni.

Ci sono innumerevoli prove invece dell'esistenza di un complotto globale per controllare il mondo attraverso il monopolio dei beni primari come l'acqua e l'energia.

motore-di-schietti-perendev-bedini-neodimio-free-energy
Il funzionamento del motore magnetico di Schietti è abbastanza semplice. I cilindretti di neodimio sono avvolti di mumetal schermante, come il blocco di bismuto diamagnetico (o grafite pirolitica o antimonio) sulla destra. I cilindretti di neodimio superano la soglia diamagnetica del bismuto perchè sono schermati dal mumetal e ricevono una spinta repulsiva che fa girare il motore ininterrottamente.

In Internet si trovano informazioni su tantissimi motori magnetici (Meg, Steorn, Perendev), ma nessuno fornisce le spiegazioni del loro funzionamento in modo che altri possano riprodurli.

Io ho dedotto che il trucco sia il diamagnetismo e il mumetal schermante, e ho ideato un motore magnetico da 5 kwh in grado di far funzionare 24 ore su 24 la Serpentina di Schietti.



motore di schietti a pressione atmosferica moto perpetuo
Il motore di Schietti a pressione atmosferica

Con lo sforzo di risucchiare aria con una semplice pompa, si riesce a far risalire l'acqua fino a dieci metri come nei pozzi di Torricelli.

A quel punto basta lasciarla ricadere nel pozzo e sfruttare il lavoro utile con una turbina idroelettrica.

Per confutare il funzionamento del Motore di Schietti versione a pressione atmosferica si dovrebbero addurre queste prove:

a) che l'acqua nei pozzi non risalga di dieci metri attratta dal vuoto a causa del peso dell'aria che esercita la pressione di 1 bar;

b) che pompare acqua da un pozzo alto dieci metri richieda cento volte più forza che pomparla da dieci centimetri;

c) che l'acqua cadendo da dieci metri eserciti la stessa forza che cadendo da dieci centimetri

cubo-compressore-schietti-aria-compressa-macchine-energia

Una delle tante invenzioni di Schietti per produrre energia pulita è il cubo compressore.

Datemi una leva e solleverò il mondo, diceva Archimede.

Il mondo è molto pesante e appoggiandolo sopra ad un serbatorio di aria da comprimere, se ne può produrre tanta.

Con una leva appunto Schietti solleva un enorme cubo di granito di 7 metri di lato, sotto il quale è riposto un mantice di 90 metri cubi di aria.

Il cubo viene appoggiato sul mantice comprimendolo e poi con un grosso argano l'aria viene spinta tutta dentro il serbatoio di una vettura ad aria compressa.

Con il lavoro di pochi uomini ad una stazione di rifornimento sarebbe possibile fare il pieno di aria compressa a centinaia di vetture al giorno.

Ma a questo punto visto che la manodopera costa, e l'aria si comprime facilmente con delle leve, con un compressore elettrico, con solo 1 euro di corrente, si può fare il pieno di aria compressa ad un veicolo con autonomia di 70-90 chilometri.


soffioni centrale geotermica geotermia larderello
La centrale geotermica di Larderello in Toscana

Fra le fonti rinnovabili classiche bisogna evidenziare la geotermia.

In qualsiasi punto del pianeta scavando a poche centinaia di metri si trova calore. In particolare in decine di migliaia di punti ci sono sacche magmatiche sfruttabili con apposite centrali geotermiche della stessa potenza di una centrale nucleare.

Nella foto una delle centrali di Larderello che producono il 25% dell'energia elettrica necessaria in Toscana.

Provate a pensare a tutti i vulcani del mondo.

Con la geotermia si potrebbe soddisfare senza problemi il fabbisogno mondiale di energia. Stiamo parlando di migliaia di centrali geotermiche della stessa potenza di una centrale nucleare.

Risulta evidente che se lo scopo delle centrali nucleari fosse quello di produrre calore, converrebbe, a minor prezzo, senza inquinare e senza consumo di materie prime, costruire centrali geotermiche.

Le centrali nucleari sono un importante prova del complotto globale per produrre energia nel modo più costoso e inquinante possibile.

nave-di-Schietti-energia-eolica-turbine-vento-aperto-oceano-off-shore
La Nave di Schietti per produrre energia dal vento in aperto oceano.

Gli impianti fissi per la produzione di energia eolica vengono osteggiati perchè deturpano il paesaggio, uccidono gli uccelli e hanno poca resa. Invece ci sono zone di mare in aperto oceano in cui il vento soffia costantemente per alcuni mesi all'anno che possono essere raggiunte con appositi impianti mobili collocati sulle navi di Schietti.

Milioni di marinai potrebbero guadagnare anche 1.000 euro al giorno con le Navi di Schietti, spostandosi di volta in volta in zone di oceano con venti costanti stagionali.

Le navi verrebbero ormeggiate in rada in bassi fondali presso qualche isola tropicale nell'Oceano Pacifico, nell''Oceano Indiano o nel Mar dei Caraibi. Con un elicottero i marinai potrebbero andare a divertirsi su isole con strutture turistiche di servizio a decine di navi.

La turbina eolica di Schietti funziona con vento che soffia da qualsiasi direzione di qualsiasi intensità.

L'energia del vento verrebbe utilizzata per trasformare l'acqua in idrogeno quindi le Navi di Schietti partirebbero con i serbatoi vuoti e verrebbero ricondotte in porto con i serbatoi pieni di idrogeno.

Con l'idrogeno prodotto dalle navi di Schietti si potrebbe sopperire al fabbisogno mondiale di carburante per autoveicoli dando la possibilità ad ogni paese del mondo di rifornirsi autonomamente senza dover comprare il petrolio dalle multinazionali straniere.

I motori perpetui free energy sono molto più efficienti delle Navi di Schietti, ma se si volesse dare lavoro ai cantieri navali, ai marinai, agli autotrasportatori e ai benzinai, non c'è dubbio che sarebbero una buona soluzione.


energia-onde-moto-ondoso-mare-fonti-rinnovabili
Esistono decine di brevetti per sfruttare il moto ondoso. In questo disegno un metodo tra i più economici e redditizi da posizionare sulla barriere frangiflutti a pochi metri dalla costa. Ci sono anche metodi per sfruttare le onde in mare aperto lontano dalle coste senza deturpare il paesaggio.

Provate a pensare a migliaia di chilometri di costa, soprattutto in riva all'oceano dove ci sono onde alte 6 metri per molti mesi l'anno.

Provate a pensare ad un impianto lungo 100 km colpito da onde alte 6 metri per centinaia di giorni all'anno. Solo con la forza delle onde si potrebbe dare energia a tutto il mondo.

energia-correnti-marine-maree-eliche-stretti-mulini_di_mare
In molte località del mondo in prossimità di stretti, le maree si concentrano producendo immensi spostamenti d'acqua. Nello stretto di Messina per esempio la portata d'acqua delle maree è dieci volte superiore al Rio delle Amazzoni. Nelle isole della Sonda la forza delle maree è superiore al fabbisogno energetico mondiale. Esistono molti brevetti per sfruttare la forza delle maree.

Se per un qualche motivo a me sconosciuto non fosse consigliabile produrre energia elettrica con motori perpetui, ma se l'intenzione fosse quella di produrre energia pulita, è evidente che verrebbe finanziata la produzione di energia elettrica con le Navi di Schietti, la geotermia, le onde, le maree, e il solare.

solare termodinamico, pannelli solari, energia solare, energia  pulita, rubbia, concentrazione solare
Il solare termodinamico di Rubbia confutato da Schietti. Il tubo centrale è troppo piccolo ed è realizzato in metallo riflettente. Con un tubo di acciaio al carbonio nero di dimensioni leggermente maggiori la resa aumenterebbe di oltre il 50% perchè i raggi concentrati dagli specchi verrebbero tutti catturati senza essere riflessi. L'impianto dell'Enea è evidentemente taroccato per rendere meno e non essere conveniente.

Invece non solo vengono boicottati i motori perpetui, ma anche le Navi di Schietti, le maree, le onde, la geotermia e il solare, quindi inconfutabilmente si tratta di un complotto globale per speculare su guerra, sovrappopolazione, povertà e cambiamento climatico producendo energia nel modo più costoso e inquinante possibile.

Iscriviti anche tu al Gruppo facebook della Serpentina di Schietti per portare le masse a conoscenza dei metodi boicottati per produrre energia pulita rinnovabile e protestare contro la politica energetica del governo mondiale.


Fonte: http://domenico-schietti.blogspot.com/2009/09/come-costruire-testatika-uno-dei.html

Condividi l'articolo:

A FINE PAGINA puoi COMMENTARE l'articolo!

1 Commento:

TONY ha detto...

Sono affascinato dalle molteplici possibilità che esistono per la produzione di energie
(free) sotto varie forme.
Il problema principale a mio avviso: i poteri forti, tramite monopoli vari, non lasceranno mai lo spazio a metodologie che sfuggano al loro controllo.
Tempo fa riflettendo sulle molteplici possibilità che esistono per produrre energia gratis, ho realizzato che anche il petroglio è gratis, basta prenderlo solo che viene usato per far cassa ed è semplice controllarlo.
Anche l'energia elettrica non si può produrre senza il controllo.
Allora finchè son si renderanno pubblici tutti i progetti affinchè ognuno di noi possa realizzare autonomamente quello più adatto alle proprie esigenze, il cambiamento non avverrà, deve iniziare da noi!!!

Posta un commento

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere INFORMARMY.com manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.
INFORMARMY.com modera i commenti non entrando nel merito del contenuto ma solo per evitare la pubblicazione di messaggi volgari, blasfemi, violenti, razzisti, spam, etc.

INFORMARMY.com Template Blogger Green INFORMARMY.com

TOP